I territori della criminalità oltre Gomorra

26 marzo 2011
Pubblicato da

lunedì 28 marzo, alle ore 15 presso la Scuola di Architettura e Società del Politecnico di Milano

a cura di Paola Savoldi e Daniela De Leo

L’assunto da cui il seminario prende le mosse è che sia urgente osservare e discutere anche nei territori dell’Italia settentrionale i nessi tra radicamento territoriale, forme non solo locali di organizzazione della criminalità, produzione di reddito e processi di speculazione che non riguardano esclusivamente i quartieri più fragili ma pure spazi urbani di diversa natura.

I caratteri di un governo urbano fortemente centrato su strategie di esternalizzazione di opere e servizi pubblici, su forme di cooperazione con i promotori privati spesso regolate da accordi deboli, su processi intensivi di finanziariarizzazione delle trasformazioni della città contribuiscono a rendere più permeabile alle infiltrazioni mafiose anche contesti e mercati urbani settentrionali con effetti non ancora sufficientemente indagati.

Coordina: Paola Savoldi, urbanista, Politecnico di Milano. Intervengono:
Giovanni Colussi, già responsabile di Libera e dell’Agenzia nazionale beni confiscati
Daniela De Leo, urbanista, Università La Sapienza di Roma
Mario De Gaspari, saggista, già sindaco del comune di Pioltello
Elena Granata, urbanista, Politecnico di Milano
Rocco Sciarrone, sociologo, Università di Torino.

Aula Gamma (Spazio Mostre) Facoltà di Architettura e Società
Politecnico di Milano, Via Ampère 2, Milano (MM2 Piola, tram 23-11)

Il seminario fa parte del ciclo di incontri Scampia, Italia (www.scampiaitalia.it)

Tag: , , , ,