orsola puecher

Nasce. [ in un giorno di rose e bandiere ] E scrive. [ con molta calma ] ,\\'

Web Site: http://www.orsolapuecher.org/


le rire 4°: Marx nel senso di fratelli [ 1°]

20 settembre 2009

 

di Groucho Marx

 
Cari Fratelli Warner,

evidentemente ci sono molti modi di conquistare una città e di conservarne il dominio. Per esempio, quando questo film era ancora in fase di progetto non avevo idea che la città di Casablanca appartenesse esclusivamente alla Warner Brothers.…


Leggi il seguito »

Loca IV: Qui riconosco tutto, e perciò penetra subito in me: in me è di casa. [ da "Bibliothèque Nationale" ]

11 settembre 2009

©,\\’ Orsola Puecher

     di Rainer Maria Rilke
 
     Io seggo qui e leggo un poeta. Ci sono molte persone nella sala, ma uno non se ne accorge. Sono nei libri. Talvolta si muovono nei fogli, come uomini che dormono e si rigirano tra un sogno e l’altro.…


Leggi il seguito »

TORNA L’OCCHIO DI HUBBLE

9 settembre 2009
TORNA L’OCCHIO DI HUBBLE


Leggi il seguito »

“RUMENI” di Anna Lamberti-Bocconi

2 settembre 2009
“RUMENI” di Anna Lamberti-Bocconi

STORIE CHE HANNO UN NOME

di Nadia Agustoni

Un romanzo di storie così il sottotitolo di Rumeni di Anna Lamberti-Bocconi (Stampa Alternativa, 2009; pag. 114), libro che si legge con una certa sorpresa per le figure e le voci che sembrano venirci incontro dai nostri stessi giorni: dalla fermata dell’autobus...
Leggi il seguito »

le rire 3°: ZAMPIRONI

29 agosto 2009
le rire 3°: ZAMPIRONI

  Alberto Savinio
Serenata per pianoforte

di Alberto Savinio

da NUOVA ENCICLOPEDIA

ZAMPIRONI. Quei piccoli coni di polvere insettifuga che si bruciano la sera nelle camere per stupefare le zanzare e renderle incruente;...
Leggi il seguito »

Loca III: Le ceneri di Gramsci

25 agosto 2009
Loca III: Le ceneri di Gramsci

Non è di maggio questa impura aria
che il buio giardino straniero
fa ancora più buia, o l’abbaglia

Leggi il seguito »

le rire 2°: à la Cage [ Water Walk ]

21 agosto 2009

 

 

[


Leggi il seguito »

Loca II: Le città sottili. 3. Armilla

16 agosto 2009

 

©,\\’ Orsola Puecher

 
   di Italo Calvino
 
   Se Armilla sia così perché incompiuta o perché demolita, se ci sia dietro un incantesimo o solo un capriccio, io lo ignoro. Fatto sta che non ha muri, né soffitti, né pavimenti: non ha nulla che la faccia sembrare una città.…


Leggi il seguito »

SIGUR ROS Glósóli

12 agosto 2009

 

 
Sigur Ros – Glosoli
Caricato da TranssmusicSee the latest featured music videos.

 
Sigur...
Leggi il seguito »

le rire 1°: La vita del filosofo Kant

8 agosto 2009
le rire 1°: La vita del filosofo Kant

©,\\’ Orsola Puecher

  Joseph Haydn
dalla Sinfonia n. 101 in re maggiore, Hob. I: 101 “L’orologio”

 
   di Cesare Zavattini
 Leggi il seguito »

Loca I: Poschinger Strasse, 1

4 agosto 2009

   di Giorgio Zampa

   “Per favore, può dirmi dov’era la villa di Thomas Mann?”, chiedo a una donna anziana che sta liberando dal ghiaccio un tratto di marciapiede, sul fronte della casa d’angolo fra la Poschinger Strasse e la Thomas Mann-Allee. La donna mi guarda con stupore.…


Leggi il seguito »

SOGNAVO PECORE ELETTRICHE

25 maggio 2009
SOGNAVO PECORE ELETTRICHE

 

img by ,\\’ da Blade Runner

 
di Nadia Agustoni
 
La moda non è cosa da prendere alla leggera. Così quando ci dicono che qualcosa o qualcuno è glamour dovremmo diffidare e fare alcune verifiche. Se questo non accade, o accade troppo poco, è perché c’è assuefazione, non tanto a certi discorsi,...
Leggi il seguito »

* * * di sassi e cristalli

1 maggio 2009
2glassarmonica

di Orsola Puecher

le lucciole delle notti d’estate
farfarelle dal volo tremolante
Driadi gentili sotto un bicchiere
imprigionate si smorzano all’alba

Leggi il seguito »

Se nulla era sbagliato

26 marzo 2009

di Nadia Agustoni

“Ma che sarebbero i prodigi in mare e in cielo
senza averti compagno al mio pensiero?”

John Keats, Sonetti

L’hanno definita una delle intelligenze più critiche e lucide degli states, ma nei due libri in cui racconta la morte del marito John e della figlia Quintana, avvenute a breve...
Leggi il seguito »

* * da cenere oro

19 marzo 2009
lafenice

di Orsola Puecher

gommalacca e resine
damasco cremisi
rosa antico e cinabro
e garanza e oltremare

Leggi il seguito »

Della guerra

3 marzo 2009
Della guerra

di Nadia Agustoni

“ un esercito perdente insegue invece il successo partendo dallo scontro diretto.”

Sun Tzu

Italo Calvino in Perché leggere i classici si poneva una domanda:

«Perché leggere i classici anziché concentrarci su letture che ci facciano capire più a fondo il nostro tempo?» e «Dove trovare il tempo e l’agio della mente...
Leggi il seguito »

* hiberno pulvere

5 febbraio 2009
polvere

di Orsola Puecher

conosce il segreto della polvere
dei pollini e dei corpuscoli argentei
adagiati sui riccioli del legno
sui piani lucidi dei tavoli

Leggi il seguito »

“…cercando primavere di viole”

27 gennaio 2009

  
  

di Orsola Puecher

Alice e Marie dormivano vicine e il sonno se le prendeva senza sollievo né pace. La notte era solo un intervallo inquieto al dolore e nel pulsare tanto flebile delle loro vite non c’era differenza di rumori rispetto al giorno: l’abbaiare dei cani, passi, le voci secche.…


Leggi il seguito »

ANIMAzioni#05: “The Christmas Card” [1968] di Terry Gilliam

25 dicembre 2008

 

D: Se ti reincarnassi in uno dei personaggi di Monty Python, quale vorresti essere?

TG: Vorrei essere il piedone animato. Perchè no? E’ l’entità onnipotente che calpesta tutto.

da AN INTERVIEW WITH TERRY GILLIAM


Leggi il seguito »

Viaggio nell’insostenibile malinconia delle merci [1]: IL PARADISO

24 dicembre 2008
Viaggio nell’insostenibile malinconia delle merci  [1]: IL PARADISO

 

di Orsola Puecher

Il negozio si chiama “lI Paradiso de…”. In vetrina spicca insieme ad altri strani gingilli l’abitino Miss Christmas, € 47,50, fra un’intermittenza di lucette, del tipo musicale, a forma di campanelle che baluginano da lontano nella piazza buia e vuota della Cattedrale, diffondendo per l’aere dell’imbrunire...
Leggi il seguito »

sembra un prato

22 dicembre 2008
sembra un prato

 

 

inediti dai Libri di lettura
di Nadia Agustoni

 

c’è la neve

c’è la neve lì fuori e vorrei mentire una volta,
meno trasparente del vetro dar colpa a qualcuno
d’esser nata troppe volte a far nulla più...
Leggi il seguito »