diari

esperienze, commenti all’attualità

Latte e linguaggio – Seconda edizione

Pubblicato da
15 maggio 2014
Latte e linguaggio – Seconda edizione

Milano, Biblioteca Comunale Chiesa Rossa, 17-18 maggio 2014

Comitato scientifico
Luigi Ballerini, Michele Corti, Pasquale la Torre, Stefano Mayr, Laura Zanetti

Sabato 17 maggio 2014

Ore 14.00 Stefano Parise, Direttore Settore Biblioteche Comune di Milano.

Saluti

Presiede Michele Corti, Docente di Zootecnica Montana, Università degli Studi di Milano

Ore 14,10 Antonio Carminati, Sindaco di...
Leggi il seguito »

 
25 Aprile 1945
 

I sette savi

Pubblicato da
21 aprile 2014
I sette savi

di Antonio Sparzani

Entrate dal cancello della villa Belgiojoso Bonaparte, la villa comunale di Milano, in via Palestro, dove una volta ci si sposava, almeno quelli che preferivano il sindaco al sacerdote, proprio di fronte ai Giardini Pubblici; entrate nel giardino in stile romantico e aggirate la villa dall’interno, costeggiando il...
Leggi il seguito »

Nel bosco degli Apus apus

Pubblicato da
31 marzo 2014

di Mariasole Ariot

 

Apus apus: “Una sua peculiarità è quella di avere il femore direttamente collegato alla zampa, tanto che il nome scientifico deriva dalla locuzione greca “senza piedi”. Questa sua caratteristica fa sì che non tocchi mai il suolo in tutta la sua vita; infatti se disgraziatamente si posasse a terra, la ridotta funzionalità...
Leggi il seguito »

Amarcord Poétique : Italo Testa

Pubblicato da
30 marzo 2014
Amarcord Poétique : Italo Testa

Nota

di

Alida Airaghi

Questi versi di Italo Testa interrogano il lettore -emozionandolo, anche- già dal titolo, che (al di là del riferimento al gruppo punk inglese Joy Division) non allude come ci si aspetterebbe a una “condivisione” della gioia (tra l’autore e chi legge, tra protagonista recitante e deuteragonista che ascolta), bensì a una...
Leggi il seguito »

Pezzi di merda

Pubblicato da
20 marzo 2014

di Ranni Querciano

Tentare è il primo passo verso il fallimento (Homer Simpson)

 Me lo ripete da così tanto tempo che ho quasi finito per crederle. “Devi imparare a volerti bene” – mi dice, saggia materna e femmina – “smetterla di trattare te e gli altri come se in ogni scelta o cazzata ci fosse sempre in ballo il giudizio di dio. Meno pesantezza e seriosità soprattutto. Leggero, leggero …”. Le piace proprio sta storia del giorno del giudizio, deve averla sentita da qualcuno alla tele o dalla parrucchiera. E adesso me la rivoga a ogni occasione propizia per farmi intuire verso quali lievità godute mi potrebbero condurre la sua mente e le sue mani (“Abbiamo un corpo! Non dimenticarlo mai. Tu sei tutto testa!”), se soltanto non opponessi tutta sta resistenza inutile. Continua a leggere »

I dimenticati del terremoto

Pubblicato da
12 marzo 2014
small

di Angelo Mastrandrea

da IL PAESE DEL SOLE
EDIESSE Marzo 2014

    All’ingresso di San Gregorio c’è una voragine lunga qualche decina di metri e larga un po’ meno. «Lì c’era casa mia, è stata abbattuta perché pericolante, attendo che arrivino i soldi per ricostruirla».…


Leggi il seguito »

Il treno fantasma di Charles de Meaux

Pubblicato da
5 marzo 2014
Il treno fantasma di Charles de Meaux

   di Ornella Tajani

Si intitola Le train fantôme la nuova installazione del videoartista Charles de Meaux, in mostra al Centre Pompidou di Parigi ancora per pochi giorni. Dall’esterno somiglia a uno dei tubi simbolo dell’architettura del museo: rivestito di tessuto bianco, il tunnel presenta all’interno una serie di schermi paralleli che lo...
Leggi il seguito »

Vagiti d’Europa

Pubblicato da
4 marzo 2014
Vagiti d’Europa

di Antonio Sparzani

I primi vagiti di un’idea di Europa si perdono certamente nella notte dei tempi, ma quello di cui vorrei raccontare qui si riferisce al periodo immediatamente postbellico, anno 1946. In questo anno un gruppo di personalità ginevrine prese coscienza della necessità di una ripresa del dialogo tra nazioni e...
Leggi il seguito »

I poeti appartati: Camillo Sbarbaro

Pubblicato da
16 febbraio 2014

Adesso che placata è la lussuria
Adesso che placata è la lussuria
sono rimasto con i sensi vuoti,
neppur desideroso di morire.
Ignoro se ci sia nel mondo ancora
chi pensi a me e se mio padre viva.
Evito di pensarci solamente.…


Leggi il seguito »

Sarajevo 1984 Olympic Winter Games

Pubblicato da
8 febbraio 2014
Sarajevo 1984 Olympic Winter Games

di

Azra Nuhefendić

Articolo pubblicato sull‘Osservatorio  Balcani e Caucaso

Un metro di neve e 20 gradi sotto lo zero! Nessuno ci fece caso in Bosnia. La gente puliva le strade e scava trincee nella neve per collegare la casa o il portone alla via principale.…


Leggi il seguito »

Su “Sangue”

Pubblicato da
6 febbraio 2014

di Marco Rovelli

Ancor prima di essere proiettato al festival di Locarno, il film di Pippo Delbono Sangue ha ricevuto numerosi attacchi da molti giornali italiani per il solo fatto di contenere la testimonianza dell’ex brigatista Giovanni Senzani. Ma non si può liquidare così Sangue, un film estremo: estremo perché vive di una tensione estrema...
Leggi il seguito »

MICHAIL ROMM Il fascismo ordinario [1965]

Pubblicato da
27 gennaio 2014
small-romm


di Orsola Puecher

Il documentario inizia e finisce con i disegni di alcuni bambini di un asilo moscovita, simbolo della creatività naturale, innata in ogni uomo, che sempre viene brutalizzata dal concetto di massa, inerte e non pensante, insito in tutte le dittature.
Leggi il seguito »

Le cose cambieranno

Pubblicato da
26 dicembre 2013

Lande 7di Andrea Inglese

Eravamo immersi, da anni, e così in tanti, che ci sembrava fosse normale starcene lì accucciati, in mezzo a chiazze di calce, cherosene, plastica carbonizzata, pensando al cibo, a come procurarselo, con chi andarne in cerca, e come estrarlo, macerarlo, triturarlo, cucinarlo. Continua a leggere »

Su “Di questo mondo”

Pubblicato da
22 dicembre 2013

di Tommaso Di Dio

Daniela Attanasio, Di questo mondo, Nino Aragno Editore, 2013.

Il quinto libro di Daniela Attanasio si offre ai suoi lettori con la forza di un’opera matura e al contempo coinvolta in una ricerca ancora da scrivere.

Nelle liriche della prima parte, così come nei racconti per sequenze poetiche della seconda, la poetessa romana ha raggiunto una naturalezza espressiva così aperta e scabra che le sue pagine si offrono non solo come bilancio di una lunga attività di scrittrice, ma anche come scaglie di una saggezza umana tutta da vivere nel tempo che resta fuori dal breve orizzonte della lettura. Continua a leggere »

Ricordo di Giorgio Orelli

Pubblicato da
12 novembre 2013

Domenica 10 novembre è morto a Bellinzona il poeta Giorgio Orelli, aveva 92 anni. L’ultima sua uscita pubblica avvenne a Legnano il 19 ottobre scorso per ricevere il Premio Tirinnanzi alla Carriera. L’appuntamento era alle h 17. Alle h 16 Giorgio Orelli fece il suo ingresso in sala accompagnato dalla famiglia e poi tenne...
Leggi il seguito »

La vicina

Pubblicato da
12 novembre 2013

(Questo testo è incluso nel progetto “Musée Vivant” realizzato da Robert Cantarella. Prossima esposizione, il 16 e 17 novembre 2013 al Musée de la Chasse di Parigi all’interno del “Festival Paris en toutes lettres”. La traduzione francese, a cura di Laurent Grisel, appare in contemporanea sul sito Leggi il seguito »

Sulle tracce dei fantasmi di Portopalo

Pubblicato da
11 novembre 2013
portopalo_11luglio2010_013-100x100

(Questo racconto-testimonianza è apparso il 20 agosto 2010 sul sito Melting Pot Europa in una versione più lunga. Lo riproponiamo oggi nel contesto della discussione che abbiamo aperto intorno alla questione del diritto di asilo.)

di Filippo Furri

Risaliamo in macchina, prendiamo il bivio per l’Isola delle correnti e guido...
Leggi il seguito »

Simone

Pubblicato da
1 novembre 2013

di Franco Buffoni

Dalle cronache dei giorni scorsi ho appreso che a Roma il 21enne Simone si è ucciso gettandosi dal tetto dell’ex pastificio Pantanella in via Casilina perché omosessuale.

“La vita piena e serena di Simone, i suoi impegni, i suoi sogni, il suo essere grato a tutte le persone, il suo obiettivo di diventare...
Leggi il seguito »

Oh, honey it was paradise

Pubblicato da
28 ottobre 2013

Lou Reed non è vero che Berlin è il tuo album migliore

Lou Reed non è vero che la droga aiuta a scrivere canzoni

Lou Reed non è vero che la droga aiuta ad ascoltare canzoni

Lou Reed non è vero che oltre alle canzoni scrivevi poesie

Lou Reed non è vero che Metal Machine Music non è...
Leggi il seguito »

“Sali e tabacchi. Libri e detersivi.” Su Antonio Franchini

Pubblicato da
30 settembre 2013

di Ornella Tajani

Un dilettante. Se alla figura di editor impietoso, cristallizzata nel lapidario commento che Walter Siti gli attribuisce in Resistere non serve a nienteLeggi il seguito »