carte

scritti già pubblicati altrove o interventi letti a convegni

Stanze di confine

Pubblicato da
2
20 dicembre 2014

di Emilio Rentocchini

2

A gh’è del gran sgumèdi in gir per l’èra
mèsa sfaltèda e mèsa a prê, la lus
ch’la tàca a tavanèr tra tèra e gèra
la s’ingróggna ogni tant e la s’ardùs
davanti a n’èla scura ch’la la sèra
e a fa sintìr al cèr d’èsers intrùs
in óna guèra a ósta.…


Leggi il seguito »

“Cari bambini dove siete e cosa vorreste da me”

Pubblicato da
0
16 dicembre 2014
“Cari bambini dove siete e cosa vorreste da me”

#BadMommyDay2

di Francesca Matteoni

 

Pubblico un breve estratto dal mio saggio Il famiglio della strega sangue e stregoneria nell’Inghilterra moderna, che tratta della relazione fra il famiglio, spirito demoniaco spesso in forma animale,...
Leggi il seguito »

Cioran, agonia di un reazionario

Pubblicato da
3
13 dicembre 2014
cioran

di Mario Sammarone

Per i tipi della casa editrice Bietti è recentemente uscito il libro di Emil Cioran, L’agonia dell’occidente – lettere a Wolfgang Kraus (1971-1990), un carteggio intercorso tra lo scrittore rumeno e il critico ed editore austriaco Wolfgang Kraus, con l’aggiunta, in appendice, di altre due lettere scritte dalla compagna di Cioran, Simone...
Leggi il seguito »

Se me li sono persi: “Ritornati dalla polvere”

Pubblicato da
0
12 dicembre 2014
Se me li sono persi: “Ritornati dalla polvere”

di Eugenio Lucrezi

RAY BRADBURY, Ritornati dalla polvere, traduzione di Giuseppe Lippi, strade blu Mondadori, Milano 2002

È di questi giorni la notizia del ritrovamento di un nutrito corpus di epigrammi di Posidippo, poeta alessandrino che nel terzo secolo gareggiava per fama con Callimaco.…


Leggi il seguito »

Considerazioni circa una poetica della relazione

Pubblicato da
4
11 dicembre 2014
Considerazioni circa una poetica della relazione

di Vincenzo Frungillo

La critica è fatta di singole sensibilità letterarie che riescono ad ampliare la visione dei lettori.…


Leggi il seguito »

Ne vale la pena?

Pubblicato da
0
9 dicembre 2014
Ne vale la pena?

Park Hotel Lugano 1904

di Gianni Biondillo

Spesso, troppo spesso, quando viene presentato un nuovo progetto su una rivista di settore non ci viene fatto vedere cosa c’era prima. Cosa fatta capo ha: ciò che c’era prima, in situ, non c’è più.…


Leggi il seguito »

Contro l’occhio. La scrittura del dolore vero

Pubblicato da
4
6 dicembre 2014
terremoto

di Giacomo Verri

In un piccolo volume del 2006, La Letteratura dell’inesperienza, Antonio Scurati rifletteva su quanto la società di plastica in cui viviamo abbia sostituito l’esperienza diretta del mondo (com’è, per antonomasia, quella vissuta da chi ha fatto la guerra) con una sorta di cognizione del dolore indiretta, asettica, disinfettata e interrotta da assidui...
Leggi il seguito »

Da “Canti di un luogo abbandonato”

Pubblicato da
1
5 dicembre 2014
Da “Canti di un luogo abbandonato”

di Azzurra D’Agostino

Chi era qui, chi zappava e mungeva
chi insomma c’era non l’avrebbe voluto
il crollo del fienile e neanche, inutile dire,
questo scrostarsi di pareti, la gramigna
tra le fessure del selciato e tutto sommato il mondo
l’intero mondo spopolato.…


Leggi il seguito »

Parole di terra

Pubblicato da
0
5 dicembre 2014
Parole di terra

di Pierre Rabhi

(dall’introduzione dell’autore a “Parole di Terra”, per gentile concessione dell’editore Pentagora)

Il personaggio di Tyemorò è nato dalla mia immaginazione e rappresenta tutto ciò che provo, in termini di amore, compassione e ammirazione, per i contadini autentici.…


Leggi il seguito »

Pierre Rabhi, la terra, l’agroecologia, i Colibrì

Pubblicato da
0
5 dicembre 2014
Pierre Rabhi, la terra, l’agroecologia, i Colibrì

di Massimo Angelini (sempre per gentilissima disponibilità di Pentagora, pubblichiamo la biografia di Rabhi, che chiude il volume “Parole di terra”)

Agricoltore, scrittore e pensatore, Pierre Rabhi nasce nel 1938 nel Sud dell’Algeria. Dopo la morte della madre, è affidato...
Leggi il seguito »

Parabol(ich)e dell’ultimo giorno – Per Emilio Villa

Pubblicato da
1
4 dicembre 2014
Parabol(ich)e dell’ultimo giorno – Per Emilio Villa

di Enzo Campi

(Una serata di Tu se sai dire dillo  2014 è stata dedicata ad Emilio Villa, qui l’intervento di Enzo Campi che ne è stato curatore.B.C.)

Emilio Villa è nato nel 1914 ed è venuto a mancare nel 2003.…


Leggi il seguito »

… come su una vetrata vacillante e momentanea.

Pubblicato da
0
3 dicembre 2014
lanterna magica


di Orsola Puecher

"... essa sostituiva all’opacità dei muri impalpabili iridescenze, soprannaturali apparizioni multicolori, dove le leggende erano dipinte come su una vetrata vacillante e momentanea."
Leggi il seguito »

Sulla flebile abissale differenza tra dire e scrivere

Pubblicato da
4
2 dicembre 2014
Sulla flebile abissale differenza tra dire e scrivere

di Pino Tripodi

);" >Luigi Bosco e Lorenzo Mari, sviluppano per appunti quanto detto nell’ambito della rassegna Leggi il seguito »

La scrittura, il fascismo, la storia

Pubblicato da
1 dicembre 2014

gianfranco-fini-saluto-romanodi Giacomo Sartori

I miei testi nascono da scintille che non si spengono, che si ostinano a crescere e   diventano fuochi. Una decina di anni fa volevo scrivere un romanzo sulle ultime settimane della malattia di mio padre, sulla sua agonia. Continua a leggere »

L’effetto finale

Pubblicato da
0
1 dicembre 2014
L’effetto finale

L’EFFETTO FINALE

a Rem Koolhaas e a Sara Marini

Dispositivi di destino delimiteranno il campo. Sarà il risultato di una sommatoria di evidenze, nuovi standard razionali declineranno il senso del paesaggio. L’esasperazione dei significati primari suggerirà una ricca orchestrazione del caos.…


Leggi il seguito »

Lo sguardo osceno

Pubblicato da
2
29 novembre 2014
Lo sguardo osceno

di Gianni Biondillo

Ho evitato questa storia finché ho potuto. Leggevo i titoli dei giornali e saltavo d’istinto le pagine. L’ho messa fuori dal mio sguardo, dai miei pensieri, reputandola oscena. Non sapevo nulla e non volevo sapere nulla di questa infermiera.…


Leggi il seguito »

Lo scholapost: Erri De Luca

Pubblicato da
5
27 novembre 2014
Lo scholapost: Erri De Luca

Ho chiesto a Erri De Luca di poter pubblicare questo racconto, in questa mia rubrica dedicata al tema della scuola. Di recente l’ho letto insieme ai miei ragazzi al Liceo francese di Torino, dove insegno filosofia, e mi ha colpito il mondo (modo) in cui hanno reagito ai...
Leggi il seguito »

Amodio

Pubblicato da
0
26 novembre 2014
amodio

di Angela Bubba

Maurizio Fiorino, Amodio, Gallucci, 2014, 176 pagine.

Forse non poteva essere più spigliato l’esordio letterario di Maurizio Fiorino, giovane talento della fotografia italiana ma che per anni ha vissuto a New York. Amodio (Gallucci, pp. 176, 16,50 euro) narra infatti la storia d’amore tra Armando e il figlio di uno dei boss più...
Leggi il seguito »

In realtà, la poesia: critica da un blog

Pubblicato da
0
25 novembre 2014
In realtà, la poesia: critica da un blog

di Lorenzo Mari

.);" >Luigi Bosco a proposito della critica letteraria e consiste in uno sviluppo di quanto detto nella serata dedicata a questo tema nell’ambito della rassegna milanese  Leggi il seguito »

Sulla statua “Violata”. La lettera di Francesca Baleani al sindaco di Ancona

Pubblicato da
24 novembre 2014
27141_381662451949639_789925839_n

Il 23 marzo 2013 viene inaugurata ad Ancona la statua Violata, monumento in ricordo “di tutte le donne vittime di violenza”, voluto e finanziato – senza alcun bando di concorso, ma accettando la proposta di una statua già realizzata in gesso dallo scultore Floriano Ippoliti – dalla Commissione Pari Opportunità della Regione Marche...
Leggi il seguito »

Il leprotto marino

Pubblicato da
1
21 novembre 2014
Il leprotto marino

da: Nei boschi. Poesie dalle fiabe dei Grimm (Edizioni SUI, 2014).

A cura di Elisa Biagini

Immaginate una principessa che proprio non ne vuole sapere di prendere marito, a meno che non sia tanto abile da arrivare a lei senza farsi scoprire.…


Leggi il seguito »

Genealogie del presente

Pubblicato da
3
19 novembre 2014
Genealogie del presente

di Elia Verzegnassi

Può essere scontato dire che talvolta mancano le parole, e magari si pensa a qualche film romantico in cui i protagonisti dichiarano l’impossibilità di esprimere il proprio amore l’uno per l’altro. Ma cosa vuol dire quando mancano le parole in campo politico?…


Leggi il seguito »

Il gesto critico

Pubblicato da
6
18 novembre 2014
Il gesto critico

 

di Luigi Bosco 

);" > Tu se sai dire dillo 2014. B.C.] “Tu se sai dire, dillo”: un...
Leggi il seguito »

Lettere dal carcere. Angela Davis – George Jackson

Pubblicato da
17 novembre 2014
Lettere dal carcere. Angela Davis – George Jackson

di Jamila Mascat

Toni Morrison e Angela Davis si conoscono negli anni Settanta, quando Toni, editor alla Random House dal 1965, convince Angela a scrivere la sua autobiografia. All’epoca “c’era tanta mobilitazione in giro, tanta militanza, ma io pensavo che invece di manifestare avrei dovuto far pubblicare queste...
Leggi il seguito »

DA “STORIA DEL DILUVIO”

Pubblicato da
7
16 novembre 2014

di

Antonio Bux


1.

Che colpa ne ho io se il sonno dei baci è arrivato
prima del parto e mi ha tagliato la testa. È stato
uno specchio a rivelare cigni feriti. La prima sera
invece bare sociali, tutte insinuatesi dopo.…


Leggi il seguito »

Un tipo a posto

Pubblicato da
0
15 novembre 2014
Un tipo a posto

di Gianni Biondillo

Miriam Toews, Un tipo a posto, Marcos y Marcos, 2013, 328 pagine, Traduzione di Daniele Benati e Paola Lasagni

Millecinquecento abitanti, non uno di più, non uno di meno. Solo così Algren può ambire al titolo di Città più piccola del Canada, surclassare le altre pretendenti e avere...
Leggi il seguito »