carte

scritti già pubblicati altrove o interventi letti a convegni

Jucci, «tra quegli anni» e «gli anni nuovi»

Pubblicato da
1
24 gennaio 2015
Jucci, «tra quegli anni» e «gli anni nuovi»

di Arturo Mazzarella

Da tempo ogni raccolta poetica di Franco Buffoni costituisce una notevole sorpresa. Invece di confermare le aspettative dei suoi lettori abituali Buffoni preferisce incamminarsi, di volta in volta, lungo nuovi sentieri: ricorrendo a soluzioni formali e tematiche sempre diverse, sollevando interrogativi puntualmente più...
Leggi il seguito »

La poesia di Gianni Toti

Pubblicato da
3
22 gennaio 2015
La poesia di Gianni Toti

 

 

di Silvia Moretti

  Totilogia – Involatura sulla poesia di Gianni Toti

   [dia•foria/ n. 11
   Edizioni Cinquemarzo, settembre 2014

1. Era l’autunno del 2011. Il «Sole 24 Ore»lanciava un sondaggio con la complicità della casa editrice Mondadori: a quali autori del Secondo Novecento dedicare un Meridiano?…


Leggi il seguito »

Michele Mari e le fonti del mondo

Pubblicato da
22 gennaio 2015
Di bestia in bestia

(Pubblichiamo il racconto di Michele Mari «Le fonti del mondo», seguito da una nota di lettura di Antonella Falco. D.O.)…


Leggi il seguito »

La fuga romanzesca. Note su “La Lentezza” e “L’identità” di Milan Kundera

Pubblicato da
1
21 gennaio 2015

di Massimo Rizzante

1

La Lentezza: breve formato; struttura che si sviluppa dall’inizio alla fine a partire da un solo nocciolo; articolazione in corti capitoli dove il tema viene costantemente rielaborato; principio di imitazione, che regge tanto la costruzione dei personaggi quanto quella tematica.…


Leggi il seguito »

Da Lettere dal mondo offeso, Christian Tito – Luigi Di Ruscio

Pubblicato da
7
20 gennaio 2015
Da Lettere dal mondo offeso, Christian Tito – Luigi Di Ruscio

 

di Christian Tito

Voi lettori di poesie non scoraggiatevi, la ricerca sarà premiata, è necessario il lavoro di ogni giorno perché quello che più amiamo sopravviva.

Ho poche cose da raccomandarvi, l’amore per gli uomini innanzitutto.

Nonostante gli strazi vedo a volte segnali di un’umanità non totalmente brutalizzata.…


Leggi il seguito »

Dalla parte di Sciascia

Pubblicato da
1
18 gennaio 2015
Dalla parte di Sciascia

Tra memorie e inquisizioni. La necessità di leggere Sciascia

Esce il secondo volume delle Opere. Che contiene scritti ancora attualissimi: dalla cronaca di Rosetta, giovane mondana milanese massacrata dalla polizia, all’Affaire Moro.

di Teo Lorini

 

Agli sciasciani di stretta...
Leggi il seguito »

Da “Avremo cura”

Pubblicato da
6
17 gennaio 2015

di Gianni Montieri

(Sud) in caso di morte


I

Gli spararono in faccia
che tutti sapessero, che tutti ricordassero
la sera stessa in piazza
commenti da stupidi ventenni
stabilivamo con una birra in mano
il grado di importanza di una morte
(chi lo conosceva, quanti colpi
se c’era tanto sangue, quanta polizia) Continua a leggere »

Perdersi a Milano

Pubblicato da
15 gennaio 2015
Perdersi a Milano

viale Argonne

di Gianni Biondillo

A Linate Bruno ha affittato una macchina. Ha una giornata a disposizione e vuole assolutamente vedere il cantiere dell’Expo. Provo a spiegargli che non c’è molto da vedere, i lavori marciano a pieno ritmo e non è possibile entrarci, troppi problemi di logistica...
Leggi il seguito »

Appunti su roghi e coprifuochi

Pubblicato da
8
14 gennaio 2015
Appunti su roghi e coprifuochi

[Sono passati dieci anni e due mesi dall’ondata di tumulti che per tre settimane sconvolsero le periferie francesi tra il 27 ottobre e il 17 novembre del 2005. In quel contesto, non fu possibile neutralizzare le cause sociali della rivolta, per appellarsi allo spettro dello scontro tra civiltà.…


Leggi il seguito »

Après #CharlieHebdo, per orientarsi

Pubblicato da
1
12 gennaio 2015
lab2

Una mappa di articoli, analisi, opinioni e multimedia dalla rete. I link segnalati dai redattori di Nazione Indiana, e i loro articoli. Cerchiamo una rotta che ci tenga lontani dallo “scontro di civiltà”.…


Leggi il seguito »

Le idiozie di Houellebecq, la violenza, il dialogo, la fraternité: una lettera agli amici francesi

Pubblicato da
12 gennaio 2015

di Giacomo Sartori

Houellebecq_CH_resize

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cari amici francesi, vi scrivo perché vi conosco, perché vi amo. I vostri principi mi hanno Continua a leggere »

Chi subisce la storia

Pubblicato da
3
11 gennaio 2015
camus

C’est pourquoi les vrais artistes ne méprisent rien ; ils s’obligent à comprendre au lieu de juger.
A. Camus

“La missione dello scrittore è fatta di difficili doveri; per definizione, non può mettersi oggi al servizio di coloro che fanno la storia: è al servizio di chi la subisce”

Leggi il seguito »

Sette sestine a due voci – Daniele Ventre [D.] & Cetta Petrollo [C.]

Pubblicato da
0
8 gennaio 2015

di Daniele Ventre & Maria Concetta Petrollo


a Carla Pinto/Pintorettina

I

D. Ci sono istanti che si manca d’aria
tanto si ha sete per bramosa voglia
che non si cede al dono dell’attesa
e ci si rode di rabbiosa fame
e l’ansia chiude nel respiro corto
ogni consueta amenità di sogno
C.…


Leggi il seguito »

Luca – poesia come espressione ieratica, narratio apparente, paradossale quindi più prossima al Vero.

Pubblicato da
4 gennaio 2015

di Carlo Carlucci

Micheline Catti pittrice e compagna di Luca ha fornito a Andrè Velter, prefatore dell’edizione Gallimard di tre testi fondamentali del poeta, una inedita, illuminante confessione del marito il quale affermò  che se si infrange la forma in cui è prigioniera la parola nuove relazioni si manifestano: la sonorità si esalta,...
Leggi il seguito »

Il primo mondo

Pubblicato da
6
3 gennaio 2015

di Sergio Nelli

A casa

E mi sono anche prostituita. L’eroina restava in circolo a sostenermi intera e a quanto pare funzionavo bene. Nelle loro macchine facevo tutto ciò di cui avevano voglia, pensavo di doverlo fare al meglio e mi riusciva.…


Leggi il seguito »

Gli invisibili

Pubblicato da
6
31 dicembre 2014
Gli invisibili

Chi troppo, chi niente

intervista a Emanuele Ferragina

autore di La maggioranza invisibile

 a cura di Paolo Bosso

 In Italia ci sono 25 milioni di persone che nutrono l’economia italiana senza essere riconosciute. Sono immigrati, pensionati poveri, disoccupati, precari e...
Leggi il seguito »

Biagio Cepollaro, undici poesie da La curva del giorno

Pubblicato da
29 dicembre 2014

di Biagio Cepollaro

*
il corpo scrive il suo poema e lo fa a giornate
questa è la sua scansione accordata al pianeta
e alle stelle che gli coprono il sonno
ogni mattina prova a riprendere dove
di sera aveva lasciato talvolta aspetta
che asciughi talvolta mescola e sovrappone

 

*

il corpo cresciuto su se stesso per...
Leggi il seguito »

L’angelo necessario (Mario Dondero)

Pubblicato da
0
29 dicembre 2014

di Danilo De Marco

Dondero e Capa bis copyDevo a Francesco Altan l’incontro con Mario Dondero, nei primi anni ’80. Quando Francesco seppe delle mia partenza per Parigi mi disse con tono perentorio, quasi sciamanico: “Devi Continua a leggere »

“Es senza” di Franco Araniti

Pubblicato da
3
27 dicembre 2014
cover Es Senza

di Antonella Falco

La poesia racconto (o poesia in prosa) di Cesare Pavese e la scrittura senza segni di interpunzione di José Saramago: sono questi gli estremi stilistici entro cui inquadrare, almeno formalmente, l’ultima opera di Franco Araniti, Es Senza, tappa conclusiva, e dunque approdo, di un viaggio iniziato nel 2007 con Di quel viavai...
Leggi il seguito »

Fiaba d’amore

Pubblicato da
2
24 dicembre 2014
Fiaba d’amore

di Gianni Biondillo

(per la vigilia di Natale direi occorra segnalare una fiaba, no? ;-) G.B.)

Antonio Moresco, Fiaba d’amore, Mondadori, 2014, 155 pag.

Antonio Moresco con Fiaba d’amore ci racconta una storia che si svolge nel non-tempo della favole. “C’era una volta”, scrive in apertura, “una volta”...
Leggi il seguito »

Le belle stagioni

Pubblicato da
6
22 dicembre 2014

di Franz Krauspenhaar

 

da: WINTER  (INVERNO)

2

Sai, sono di una città di fiume,
mio nonno mi amava tanto
ma non mi vide mai, solo
io nel tempo vedo morti
che stanno accanto a me,
le mani che quasi  toccano le mie.…


Leggi il seguito »

Cent’anni dalla linea d’ombra

Pubblicato da
1
21 dicembre 2014
Cent’anni dalla linea d’ombra

di Giuseppe Schillaci

Un secolo fa Joseph Conrad scriveva una delle sue opere più importanti, e lo faceva in soli due mesi, tra il 1914 e il 1915, proprio all’inizio della prima guerra mondiale. Questa coincidenza è una chiave fondamentale per capire il testo di Conrad, come nota Simone Barillari, curatore e traduttore...
Leggi il seguito »

Perchè nessuno stronca i libri brutti?

Pubblicato da
21 dicembre 2014

di Giovanni Turi

Negli ultimi tre mesi, ogni volta che ho letto una recensione letteraria online o sulla stampa mi sono appuntato se il giudizio espresso fosse positivo, negativo o neutrale; questi gli esiti: 64 pollice recto, 11 pollice verso, 39 non classificabili.…


Leggi il seguito »