cinema

White Spiders / Ragni bianchi

Pubblicato da
28 febbraio 2015

Gli angeli custodi delle cave di marmo di Carrara

un film di Luca Galassi


Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #16 HÉLÈN CHÂTELEIN Nestor Machno, un paysan d’Ukraine [1995]

Pubblicato da
22 febbraio 2015
Makhno1919



...una forma più alta di socialismo antiautoritario e antistatale, che si manifesta nell'organizzazione di una struttura libera, felice e indipendente della vita dei lavoratori, nella quale ciascun individuo, così come la società nel suo complesso, possa costruirsi da sé la propria felicità ...
Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #15 FURRIADROXUS di Michele Mossa e Michele Trentini [2005]

Pubblicato da
15 febbraio 2015
pre


Lungo un tratto costiero di selvaggia e intatta bellezza, la Costa di Teulada, si trova la spiaggia di Tuerredda, assai frequentata e nota, presente sulle principali guide turistiche. A poche centinaia di metri dalla spiaggia si incontrano i primi furriadroxus (dal verbo furriài, ritirarsi, abitare), le tipiche case locali, appartenenti all'agglomerato di Malfatano.
Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #14 JOHN CASSAVETES “Una moglie” [1974]

Pubblicato da
8
8 febbraio 2015
influencesmall

Intervista di Yves Bourdea John Cassavetes

In primo luogo, per me non si tratta di attori, ma di persone, esseri viventi. I registi sono piccoli dittatori e la stampa dà loro troppa importanza, a me compreso. È l’intensità delle emozioni che conta.
Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #13 “La regina delle nevi” di Lev Atamanov [1957]

Pubblicato da
1 febbraio 2015
Regina della Neve


di Cristina Babino

Il nome del bambino è Kai, e Gerda è la sua amica inseparabile. Insieme vivono una fanciullezza allegra e spensierata, giocando al sole pallido del nord, ascoltando i racconti della nonna davanti al fuoco, e coltivando rose.
Leggi il seguito »

NOOR INAYAT KHAN Nemica del Reich

Pubblicato da
26 gennaio 2015
small Noor InayatKhan


Orsola Puecher
Nadia Agustoni

Noor nasce a Mosca il 1 Gennaio 1917. Le viene dato il nome di Noor-un-nisa, “luce della femminilità”. Il padre la culla cantandole antiche canzoni indiane. In casa la chiamano con il soprannome di Babuli.
Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #12 INGMAR BERGMAN “Fanny e Alexander” [1982]

Pubblicato da
3
25 gennaio 2015
F&A

Renata Morresi
Orsola Puecher
Mariasole Ariot

Tutto può avvenire, tutto è possibile e verosimile. Tempo e spazio non esistono, sopra un insignificante fondo realistico l’immaginazione trama e tesse nuovi modelli... "Il Sogno" A. Strindberg
Leggi il seguito »

“Non stancarsi mai dei doni”.* Vari tipi di Frastuono

Pubblicato da
0
19 gennaio 2015
“Non stancarsi mai dei doni”.* Vari tipi di Frastuono

di Francesca Matteoni

Se fossimo dentro una fiaba penseremmo che l’adolescenza sono i fanciulli di neve prima di sciogliersi in un’acqua comune e scorrere nell’età adulta – creature silenziose, perché le loro parole perfino quando dette restano un interrogativo: suoni che crediamo di dover codificare, quando basterebbe riuscire a serbarne memoria.…


Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE#11 GILLO PONTECORVO La battaglia di Algeri [1966]

Pubblicato da
2
18 gennaio 2015
la battaglia di algeri

 
Orsola Puecher
 

1957 Nalla Casbah di Algeri due uomini, una donna e un bambino braccati in un nascondiglio nel muro, mimetizzato da povere piastrelle sbrecciate, nei secondi – 30 – dell’ultimatum ad arrendersi.
 
Alì, mi senti?
Ascolta.
Tu sei l’ultimo.


Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #10 A. G. DOMENEGHINI La rosa di Bagdad [1949]

Pubblicato da
0
4 gennaio 2015
cinéDIMANCHE #10 A. G. DOMENEGHINI La rosa di Bagdad [1949]

 

 

di Francesca Matteoni

In assenza di videocassette, dvd, youtube e streaming, quando ero piccola dovevo affidarmi al capriccio dei canali televisivi per vedere un film o i cartoni animati. Oggi la mia collezione di dvd è ampia, ma qualcosa non diverrà mai acquistabile o scaricabile: la sorpresa, l’imprevisto di certi pomeriggi infantili in cui...
Leggi il seguito »

Il vicino

Pubblicato da
2 gennaio 2015
Il vicino

di Mariasole Ariot

Godere senza utilità, in pura perdita, gratuitamente,
senza rinviare a nient’altro, sempre in passivo – ecco l’umano.
Emmanuel Lévinas

 

Una semifinale del 2012, due uomini, Napoli, due terrazzi. L’uno, a petto nudo, immerso nell’acqua di un gommoncino gonfiabile guarda la semifinale, l’altro, in...
Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #09 JONAS MEKAS As I Was Moving Ahead Occasionally I Saw Brief Glimpses of Beauty

Pubblicato da
14 dicembre 2014
mekas3

 di Mariasole Ariot

Faccio film di famiglia, quindi vivo. Vivo, quindi faccio film di famiglia
Jonas Mekas

Un diario è segnare (o sognare) tracce per poterci poi tornare, ricalpestare le impronte sulla neve, ri-scrivere una vita sulla vita, costruirne una seconda, darle forma per il dimenticabile che si prepara a lasciarci un...
Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #08 FOROUGH FARROKHZAD “La casa è nera” [1963]

Pubblicato da
7 dicembre 2014
ff


di Nadia Agustoni e Orsola Puecher

Gli intensi lirici 20 minuti di "La casa è nera" precorsero e ispirarono la successiva New Wave del cinema iraniano, che ha prodotto alcuni dei più acclamati registi del XX secolo, come Abbas Kiarostami, Mohsen Makhmalbaf, Majid Majidi e Bahram Beyzaie.
Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #07 XAVIER DOLAN “Les Amours imaginaires” [2010]

Pubblicato da
30 novembre 2014
small

 

di Ornella Tajani

Tra pochi giorni uscirà al cinema Mommy, il primo film di Xavier Dolan a essere distribuito nelle sale italiane. L’etichetta di enfant prodige per Dolan è scontata: classe 1989, il regista -e attore- canadese ha al suo attivo già cinque lungometraggi.…


Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #06 JERZY SKOLIMOWSKI “The Shout / L’australiano” [1978]

Pubblicato da
23 novembre 2014
ScolimSh

di Andrea Raos

Una delle accuse più ricorrenti di mia madre a mio padre era che per via del lavoro non passava tempo a sufficienza con i figli. Il compromesso raggiunto fu che quasi tutti i fine settimana lui ci portava al cinema.…


Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #05 Jurij Borisovič Norštejn “Il riccio nella nebbia” [1975]

Pubblicato da
16 novembre 2014
riccio foglia


di Mariasole Ariot

Come un bambino coperto di spine che ancora non fanno casa, il riccio di Norstein si perde nella nebbia, in un sogno di ombre, di laghi, di incontri.
Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #04 FRANK PERRY “Un uomo a nudo”

Pubblicato da
9 novembre 2014
tumblr_l7reeul1MI1qz8zcro1_500


 

Cinevisioni

di

Francesco Pecoraro

Dell’uomo nudo di Cheever/Perry/Pollack la cosa che ci crea continuo disagio fino alla fine del film e oltre (non ho letto il racconto da cui è tratto) è esattamente il suo essere nudo e bagnato tra gente estranea e implacabilmente vestita, se si eccettua una ragazzina...
Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #03 CLAUDE CHABROL “L’Inferno”

Pubblicato da
2 novembre 2014
R30-rtk red

di Ornella Tajani

Nel folto panorama delle ossessioni, fatali «racconti personali inconsci», come le definisce Walter Siti, una delle più facilmente comprensibili, quella che si potrebbe suggerire all’ossessivo neofita che dovesse ancora farsi le ossa, è probabilmente la gelosia. Nel 1964 Henri-Georges Clouzot decise di farne il tema di un film, L’enfer: i protagonisti...
Leggi il seguito »

“Tutti assolti? Allora Stefano è vivo!”

Pubblicato da
1 novembre 2014
stor_17194692_41500

Il 31 ottobre 2014 la Corte d’Appello di Roma ha assolto per insufficienza di prove tutti gli imputati – medici, infermieri e agenti di polizia – del processo per la morte di Stefano Cucchi, avvenuta il 22 ottobre del 2009 nel reparto protetto dell’Ospedale Sandro Pertini, sei giorni dopo il suo arresto.…


Leggi il seguito »

Class enemy : Kant torna in cattedra

Pubblicato da
1 novembre 2014
Class enemy : Kant torna in cattedra

di Mattia Maistri

L’opera prima di Rok Bicek ha una trama piuttosto semplice: un professore di tedesco, Robert Zupan, sostituisce una collega in congedo di maternità in un liceo sloveno.
Da quel momento in poi, tutto il film ruota attorno al difficile rapporto tra l’uomo e la classe, esasperato dal tragico suicidio di...
Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #02 JAN ŠVANKMAJER “Qualcosa di Alice”

Pubblicato da
26 ottobre 2014
alice-svankmajer


"Usa l’animazione come fosse un’operazione magica. Animare non significa far muovere cose inanimate, ma infondere loro la vita. O meglio ancora: risvegliarle alla vita. Prima di infondere la vita in qualche oggetto del film, prova a comprenderlo."
Leggi il seguito »

Il sex appeal degli scrittori: Giacomo Leopardi (e Carver)

Pubblicato da
25 ottobre 2014
Il sex appeal degli scrittori: Giacomo Leopardi (e Carver)


di

Francesco Forlani

 

«Così ho pensato di andare verso la grotta,
in fondo alla quale, in un paese di luce,
dorme, da cento anni, il giovane favoloso»
Anna Maria Ortese

 

C’è un sito in Italia, in cui è possibile sapere quale anniversario, di nascita...
Leggi il seguito »

cinéDIMANCHE #01 FRANCO PIAVOLI “Al primo soffio di vento”

Pubblicato da
19 ottobre 2014
cd

Nella pausa delle domeniche, in pomeriggi verso il buio sempre più vicino, fra equinozi e solstizi, mentre avanza Autunno e verrà Inverno, poi “Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primavera“, riscoprire film rari, amati e importanti. Scelti di volta in volta da alcuni di noi, con criteri sempre diversi, trasversali e atemporali.…


Leggi il seguito »

La quasi morte dell’autore: Near Death Experience

Pubblicato da
12 ottobre 2014
La quasi morte dell’autore: Near Death Experience

di Alberto Brodesco

 
Impiegato di un call center si dirige in tenuta da ciclista verso le montagne per suicidarsi. Sta tutta qui la trama di Near Death Experience, film di Benoît Delépine e Gustave Kervern. A interpretare l’impiegato, in un film in cui gli altri personaggi sono solo comparse, è Michel Houellebecq.…


Leggi il seguito »

Maresco e Belluscone: colpi di grazia

Pubblicato da
23 settembre 2014

di Giuseppe Schillaci

Berlusconi è solo un pretesto, una boutade, una trovata promozionale.

Il suo nome, storpiato in siciliano, evoca qualcosa di vago e di terribile: il colpo di grazia a un’Italia agonizzante, o più in generale a una certa idea d’umanità, o piuttosto al senso di fare cinema oggi o, ancora, al percorso radicale di Franco Maresco. Continua a leggere »

Prospect Cottage. Il giardino di Derek Jarman

Pubblicato da
25 agosto 2014

di Rinaldo Censi

 

Il primo di gennaio del 1989 è una domenica. Ed è forse il giorno giusto per iniziare un diario. Derek Jarman si trova nella zona costiera del Kent, a Dungeness. Lì, nel 1986, ha acquistato una casa in legno, notata durante i sopralluoghi per The Last Of England.…


Leggi il seguito »

“ABOUT GAZA” di Simone Camilli e Pietro Bellorini

Pubblicato da
15 agosto 2014

[ sub ITA ]
Le immagini girate da Simone Camilli restano in tutta la loro forza e delicatezza, nell’attenzione per i volti, i suoni, nel time-lapse del tempo che scorre via in anni lunghi di ingiustizie e sofferenze, nelle voci e nelle loro storie piccole. Continua a leggere »