Tutti i colori del cielo

Pubblicato da
9 marzo 2008
Tutti i colori del cielo

di Giuseppe Rizzo

Qualcuno aveva una lampada ad olio. La spiaggia, non appena quello accese il lume, si riempì di ombre. Decine di fantasmi neri iniziarono a scontrarsi e maledirsi. Uno bestemmiava il cielo per tutto quel buio. Uno tirava pedate all’acqua del mare.…


Leggi il seguito »

Sei autrici per margini, frontiere – anteprima Sud 11

Pubblicato da
8 marzo 2008
Sei autrici per margini, frontiere – anteprima Sud 11


Maria Grazia Calandrone

Il ciliegio quell’anno aveva un male nel corpo
a fiorire, come
se inclinasse una chioma innaturale
verso un mondo che non vagliava
le cavità del mondo (…)

Alessandra D’Agostino

dieci mattoni
uno sopra l’altro
stucco a farcire (…)

Giovanna Frene

«Il nervo scoperto della nostra virtù: la vita
separata in due frammenti incoincidenti,Leggi il seguito »

Un requiem per Misia

Pubblicato da
8 marzo 2008
Un requiem per Misia

di Tina Nastasi

Misia, μισέω, miserere. Così suona nella mia mente un requiem per la donna che fu Misia Sert. Nacque Godebska il 30 marzo del 1872 mentre sua madre moriva nel darla alla luce. In questo evento Misia fonda il suo destino: nata dal...
Leggi il seguito »

Cinque minuti

Pubblicato da
7 marzo 2008
Cinque minuti

 

di Sabrina Campolongo

Cinque minuti.
Cinque minuti persi, realizzò Davide, sostenendosi con una mano contro lo stipite della porta del bar. Sospeso a fissare il cronografo al suo polso, quasi che chiamando a testimonianza il suo fiato corto e le gambe stanche potesse convincerlo a rettificare la sua posizione.…


Leggi il seguito »

DeLillo

Pubblicato da
6 marzo 2008
DeLillo

di Christian Raimo

Qualche mese fa Tommaso Pincio sul Manifesto faceva il punto sulla produzione di romanzi americani sull’11 settembre (Updike, McEwan, Kalfus, DeLillo, Massud, McInerney, Safran Foer…), concludendo più o meno che il tentativo di scrivere qualcosa di realistico – a partire da una tale overdose di Reale – si rivelava,...
Leggi il seguito »

Un mutamento di clima – 1

Pubblicato da
6 marzo 2008

di Tiziana de Novellis

Come medico, ho sentito la necessità di dare un piccolo contributo al dibattito sui temi di bioetica, nel tentativo di chiarirne alcuni degli aspetti tecnici, oltre che sociali e umani. Questo scritto, a causa della complessità delle tematiche affrontate, non pretende né di esaurirne gli aspetti scientifici né di dare risposte...
Leggi il seguito »

La passeggiata improvvisa (e congedo)

Pubblicato da
6 marzo 2008

di Franz Kafka

Quando la sera sembra ci si sia definitivamente risolti a restare a casa, si è indossata la veste da camera, dopo cena si siede al tavolo illuminato e si è iniziato un qualche lavoro o gioco, concluso il quale d’abitudine si va a dormire, quando fuori c’è un tempo ostile che rende...
Leggi il seguito »

“eppur si muore”

Pubblicato da
5 marzo 2008
“eppur si muore”


di
Sergio Bologna
Io non credo che interventi legislativi o misure organizzative (come ad es. la creazione di un pool di magistrati specializzato) possano produrre effetti di una qualche rilevanza nella lotta agli incidenti mortali sul lavoro. Com’è possibile prescrivere una terapia quando non si conoscono le condizioni del...
Leggi il seguito »

Discoterra/Musico/Bombarderia 2# e fine

Pubblicato da
5 marzo 2008
Discoterra/Musico/Bombarderia 2# e fine

di Silvia Salvagnini

ci sono baci che non si conoscono
che non si affondano che navigano
volano tuonano baci che non si sanno
che hanno ridanno in questo
scambievole scarico di scivoli:
altalene scivoli altalene.
e quando non mi conosci
che mi perfori divori fori.…


Leggi il seguito »

La mossa di Tito

Pubblicato da
4 marzo 2008
La mossa di Tito

Sono quello che sono
di
Azra Nuhefendić

Visto che uno dei candidati alla presidenza degli Stati Uniti, Barak Ehud Obama, è stato accusato di essere musulmano , che alcuni musulmani nell’Italia settentrionale furono detenuti avendo pregato in pubblico, ho deciso che la cosa migliore per me...
Leggi il seguito »

Semantica e sintassi beckettiana in Gabriele Frasca e Giuliano Mesa (2)

Pubblicato da
4 marzo 2008

di Andrea Inglese

(La prima parte dell’articolo è apparsa qui.)

3. L’impermanenza dell’essere e l’ascesi del dire
Anche per Giuliano Mesa il dialogo con l’opera di Beckett non è episodico, ma coinvolge procedimenti e risorse fondamentali del progetto poetico. Fin dalla raccolta I loro scritti, uscita nel 1992, Mesa pare elaborare in un suo modo...
Leggi il seguito »

che lega, ancora

Pubblicato da
4 marzo 2008
che lega, ancora

 

di Serena Granatelli

Si siede il doppio
riporto la toppa
di un’anticamera

e scanzo allo scoperto
un sogno di vergogna;
ho tradito il dato
bruto al confronto
diretto ti ho dato
di petto il mio buco
telato, svelato sul ciglio
da un fanatico compositore.…


Leggi il seguito »

Idillio Forsennato: Arno Schmidt

Pubblicato da
4 marzo 2008
Idillio Forsennato: Arno Schmidt

di Stefano Zangrando

C’è una poesia di Günter Eich, poeta e drammaturgo tedesco tra i fondatori del Gruppo 47, che è considerata emblematica dell’istanza rifondatrice del linguaggio poetico della Trümmerliteratur, la «letteratura delle macerie» che si sviluppò in Germania nell’immediato dopoguerra.…


Leggi il seguito »

Titoli

Pubblicato da
3 marzo 2008
Titoli

di Sergio Garufi

Non so se esiste una storia dei titoli in arte e letteratura. Una trattazione breve ma abbastanza esaustiva riguardo ai libri l’ha fatta Gerard Genette in Soglie. I dintorni del testo, partendo dagli interminabili titoli barocchi per arrivare fino alla brusca concisione di quelli novecenteschi, ed elencandone le funzioni...
Leggi il seguito »

L’uomo della frontiera

Pubblicato da
3 marzo 2008
L’uomo della frontiera

(Anticipazione da «Sud» 11)

di Giovanni Fazzini

L’uomo della frontiera inteso come uomo libero, indipendente, padrone dei grandi spazi non ci interessa. È qualcosa che appartiene al mito e nemmeno il mito ci interessa. Ci preme, piuttosto, delineare quelle dinamiche che hanno fatto della frontiera un laboratorio...
Leggi il seguito »

Le santissime parole di Ascanio Celestini (prima parte)

Pubblicato da
3 marzo 2008
Le santissime parole di Ascanio Celestini (prima parte)


Qualche giorno fa, in una conversazione con Sergio Bologna gli ho chiesto se avesse visto il film documentario di Ascanio Celestini, Parole sante. E gli ho anche detto che secondo me lo si poteva considerare per una serie di motivi che proverò a formulare, la traduzione in immagine, in movimento di molte...
Leggi il seguito »

Variazioni Meridiano – 4: Stefano Guglielmin

Pubblicato da
3 marzo 2008

omaggio al meridiano

Respiro, il che significa direzione e destino. Mi si chiede perché scrivo, ed io rispondo, con Celan: perché respiro. Dico: respiro, e scrivo. Scrivo del verso che si contrae e si dilata, del verso-mantice che dà fiato al mio “20 gennaio”.…


Leggi il seguito »

Lo scultore

Pubblicato da
2 marzo 2008
Lo scultore

di Fernando Arrabal

Che fai, scultore, perduto nelle gallerie d’arte?
Ti faranno marcire, sarai castrato, digerito.
Barbaro e analfabeta, se non stai all’erta
ti trasformeranno in un cittadino illustre.
Ieri hanno esposto Van Gogh,
l’altro ieri pubblicato Rimbaud, la sera
messo in scena Artaud,
oggi è il tuo turno.…


Leggi il seguito »

La Biblioteca di Poesia a Milano

Pubblicato da
2 marzo 2008

Alla CASA DELLA POESIA, Palazzina Liberty, Largo Marinai d’Italia, Milano
Giovedì 6 marzo ore 21

Presentazione dei quattro volumi della “Biblioteca della poesia” diretta da Massimo Rizzante: Jan Skácel, Haroldo De Campos, Tadeusz Rózewicz, José Ángel Valente

La collana “Biblioteca di Poesia” della casa editrice Metauro di Pesaro intende presentare al lettore importanti poeti contemporanei di...
Leggi il seguito »

L’uomo comune: viaggio in Palestina

Pubblicato da
1 marzo 2008
L’uomo comune: viaggio in Palestina

di Francesca Matteoni

(Giangiacomo Degli Esposti è un ragazzo pistoiese di 33 anni. Fa l’ educatore in un centro socio-educativo gestito dalla cooperativa Pantagruel di Pistoia in un quartiere popolare con forte presenza di immigrati. Al polso porta vari braccialetti, di filo, cuoio, perline: ogni braccialetto è un luogo che ha visitato,...
Leggi il seguito »

Bacheca di marzo 2008

Pubblicato da
1 marzo 2008

Spazio aperto alle discussioni e alle segnalazioni.…


Leggi il seguito »

Da: Sposa del vento

Pubblicato da
1 marzo 2008
Da: Sposa del vento

 

di Roberto Rossi Testa

III.

Non basta una lezione
a diventar piloti.
Pure dopo una sola
lezione mi fu imposto
di montar su un aereo
e volare da solo
fino ad un promontorio
che si stagliava là
oltre un braccio di mare,
per poi fare ritorno.…


Leggi il seguito »

Discoterra/Musico/Bombarderia 1#

Pubblicato da
29 febbraio 2008
Discoterra/Musico/Bombarderia 1#

di Silvia Salvagnini

non la sai la storia della gomma?
che se due si danno la gomma
è come se si fossero baciati?
(tò.)
(e io ho la tua gomma nella bocca
leggera bocca nella mia bocca)

*…


Leggi il seguito »

Ana, dea della morte

Pubblicato da
29 febbraio 2008
Ana, dea della morte

);" >questo che non ha importanza che siano belli o brutti, ma che facciano male. Questo libro mi ha fatto soffrire. L’autore ha deciso di rimanere anonimo perché non cerca una gloria personale, semmai uno sguardo verso un mondo a noi vicino eppure sconosciuto.…


Leggi il seguito »

parole sconce

Pubblicato da
28 febbraio 2008
parole sconce

 

di Gloria Caccia Redig

Questo dolore fermo immobile sfocato
Quasi altro da me sconcio solo mio
Indirizzo subacqueo di male attraversato
Che m’attraversa parte a parte
Rimbalza chiodato e non esce da me
Che sto fuori di me e osservo covo tremo
Ferma sui nidi del passato che non muore.…


Leggi il seguito »

Un viaggio con Francis Bacon # 5 (13 pictures of an exhibition)

Pubblicato da
28 febbraio 2008
Un viaggio con Francis Bacon # 5  (13 pictures of an exhibition)

 

di Franz Krauspenhaar

1. Mi sveglio alle tre dopo aver sognato di essermi perso in un documentario che parlava di me… A un tratto, un tipo ambiguo che mi offriva delle pillole per dormire accende un grande televisore al plasma nel quale trasmettono un documentario su Bacon; dell’artista nessuna traccia, solo...
Leggi il seguito »

Ciak e braccia in croce!

Pubblicato da
27 febbraio 2008
Ciak e braccia in croce!

Watching struggles
di
Sergio Bologna

Mentre l’Italia registrava l’ennesima morte sul lavoro e le lacrime di coccodrillo da sottile rivolo diventavano torrente in piena, io passavo ore a seguire sul video del mio computer di casa le vicende dello sciopero degli sceneggiatori americani.…


Leggi il seguito »