Ragionamenti di un ateo (a ridosso del Family Day) 1

Pubblicato da
3 maggio 2007
Ragionamenti di un ateo (a ridosso del Family Day) 1

di Andrea Inglese

Ormai conosciamo il gioco: il miglior modo di legittimare un attacco, è quello di presentarsi come vittime. Il vaticano e le istituzioni cattoliche riescono a farsi passare come vittime, come minoranze perseguitate, quando dispongono di un potere mediatico enorme, analogo solo a...
Leggi il seguito »

Primo Hommage

Pubblicato da
2 maggio 2007
Primo Hommage

di
effeffe

foto di Tina Modotti
cossi-262.jpg
ritratto di effeffe, opera di Paolo Cossi

Quando il citofono suona sono già pronto a scendere, anzi quasi ne anticipo la suoneria, orribile, sussurrando, per non svegliare gli altri : scendo.Leggi il seguito »

El boligrafo boliviano 3

Pubblicato da
2 maggio 2007
El boligrafo boliviano 3


di Silvio Mignano

30 gennaio 2007

Presentazione delle lettere credenziali.
L’incontro con il cancelliere Choquehuanca, la mattina, è solo un antipasto della cerimonia che ci attende nel pomeriggio, quando incontreremo Evo Morales.
Un’auto del cerimoniale ci viene a prendere in residenza alle due e mezza.…


Leggi il seguito »

Bacheca di maggio 2007

Pubblicato da
1 maggio 2007

Usa la bacheca del mese per scrivere di quel che ti pare, senza intasare gli altri articoli pubblicati.…


Leggi il seguito »

Leptocephalus brevirostris

Pubblicato da
1 maggio 2007

di Marco Simonelli

Quando, venendo dal capoluogo sfrecci lungo la Firenze Mare
lo vedi chiaramente azzurro nella valle dal cavalcavia;
dopo la galleria ti salta addosso al parabrezza
e per un attimo ci credi, che sia davvero il mare.
Sul lago, Puccini passò la sua vecchiaia.…


Leggi il seguito »

Il letto di Procuste e la Cura Ludovico #4

Pubblicato da
1 maggio 2007
Il letto di Procuste e la Cura Ludovico #4

di Giorgio Vasta

Terza intervista su editing e sistema editoriale. Risponde Nicola Lagioia, scrittore e responsabile di nichel, la collana di narrativa italiana di minimum fax.

Proviamo a partire da una definizione secca: che cosa si intende per editing?

Limitiamoci alla narrativa.…


Leggi il seguito »

Picnic sull’erba

Pubblicato da
1 maggio 2007

di Nadia Agustoni

Il primo maggio dei vecchi socialisti
era un picnic sull’erba . Il giornale italiano
pubblicava la foto del gruppo, uomini e donne
di una bella età che guardavano
non più il sol dell’avvenire
ma il crepuscolo. Nessuno di noi giovani
commentava.…


Leggi il seguito »

Il quinto (metaletterario) capitolo di “Golden Gate” di Vikram Seth

Pubblicato da
1 maggio 2007

);" >qui, qui, qui e qui ]

5.1

Una settimana fa, terminato
il capitolo che avete appena letto,
e, con impegno sempre immutato,
creato...
Leggi il seguito »

Biondo 901

Pubblicato da
30 aprile 2007
Biondo 901

di Merisi
 

Mettiti comodo e schiaccia il tasto play. Lo schermo è nero, per diversi secondi, poi dalle casse arriva qualcosa.  Un rumore basso, cadenzato, che aumenta d’intensità, ti colpisce in pieno. E’ qualcuno che ansima forte.  Nessuna immagine e solo questo respiro che inquieta. …


Leggi il seguito »

Domande. Da Samuel Beckett

Pubblicato da
30 aprile 2007
Domande. Da Samuel Beckett

di Giuliano Mesa

qu’est-ce que je suis en train de dire maintenant, je suis en train de me le demander.
Samuel Beckett, L’innommable

Ascoltare, domandare. Nell’ascoltare Beckett si ascolta il suo ascoltare ed ascoltarsi domandando. Non per la letteratura – con la letteratura.…


Leggi il seguito »

La cultura non è un prodotto come gli altri

Pubblicato da
29 aprile 2007
La cultura non è un prodotto come gli altri

Chi l’ha detto?

Uno scrittore è produttivo non nella misura in cui produce idee, ma nella misura in cui arricchisce l’editore che pubblica le sue opere.

Soluzione à suivre (a seguire)…


Leggi il seguito »

Micro-mondi /Paolo Mastroianni

Pubblicato da
29 aprile 2007
Micro-mondi /Paolo Mastroianni

Foto: Miles Davis

NOIA
di
Paolo Mastroianni

Seduto nell’assoluto silenzio dell’oscurità della stanza, si manteneva la testa martellata da dolore fittissimo. Lucide e nere, le mani tiravano al lato la pelle del volto formando decine di striature: piccole fasce dilatate e ammassate, favorite dalle rughe nascenti.…


Leggi il seguito »

Dopo l’addio

Pubblicato da
29 aprile 2007
Dopo l’addio

di Carlo Capone 

Mamma è scivolata dal letto all’alba di ieri. Anche io, ma erano le sei di stamani. Don Saverio, il beccamorto del primo piano, ha bussato così forte da lasciarmi stordita: sogno o lancio di immondizia in cortile?...
Leggi il seguito »

Vincenzo e la diossina

Pubblicato da
28 aprile 2007
Vincenzo e la diossina

testo e foto di Eduardo Castaldo


Leggi il seguito »

Io, pedofilo (Memoriale del Processo)

Pubblicato da
27 aprile 2007

di Marco Rovelli

1.

Mi hanno chiamato a casa. E’ la cooperativa. Oggi non andare a lavorare, mi hanno detto. Sono rimasto sorpreso, ho chiesto perché. Perché no. Non mi hanno detto altro. Dopo qualche ora mi hanno richiamato, Nei prossimi giorni non andare a lavorare.…


Leggi il seguito »

Roberto Bolaño. Come salvare la pelle senza rinunciare alla poesia

Pubblicato da
27 aprile 2007
Roberto Bolaño. Come salvare la pelle senza rinunciare alla poesia

di Massimo Rizzante

Bisogna partire dal fatto che Roberto Bolaño si considerava un poeta.
Aveva pubblicato cinque invisibili plaquettes prima del 1993, prima cioè che, a quarant’anni, cominciasse la sua vera storia di romanziere (in seguito sono apparse due raccolte, intitolate rispettivamente Tres e Los perros...
Leggi il seguito »

Scrivere al computer tra cancellature e versioni

Pubblicato da
27 aprile 2007

di Vincenzo Della Mea

E’ interessante osservare ciò che dall’informatica filtra verso la letteratura per almeno tre ragioni. La prima è che, come osserva Giuseppe O.Longo in “Homo technologicus” (Meltemi, 2001), sta avvenendo una trasformazione da homo sapiens a homo technologicus, in quanto la tecnologia che produciamo...
Leggi il seguito »

La morte silenziosa di un clandestino

Pubblicato da
26 aprile 2007

di Marco Rovelli 

Era un rumeno, e dunque non più clandestino, ma la clandestinità è una condizione esistenziale che ti rimane appiccicata addosso. Feodor è morto a 39 anni, sotto gli ulivi, schiacciato da un trattore nelle campagne intorno a Cerignola, in contrada Racucci Secondo per la precisione, lungo la provinciale 95.…


Leggi il seguito »

L’ultima religione

Pubblicato da
26 aprile 2007

di Valter Binaghi

(Adattato da: Robinia Blues, Dario Flaccovio Editore, 2004)

Alle ringhiere del metro accendo una sigaretta e mi fermo ad osservare la fiumana, come un cineasta in pensione. L’ora del tramonto rovescia sul corso casalinghe in libera uscita, drappelli impiegatizi e ciurmaglia adolescente in cerca d’amore.…


Leggi il seguito »

Bestiario: Paolo Trama

Pubblicato da
26 aprile 2007
Bestiario: Paolo Trama


disegno di Andrea Pazienza
Animalità e fantasmi della scrittura:l’an(t)imetafora
di
Paolo Trama

In un certo senso, se lo scrittore è colui che spinge il linguaggio al limite, limite che separa il linguaggio dall’animalità, dal grido, dal canto, allora sì, bisogna dire che lo scrittore è...
Leggi il seguito »

Da “dio il macedone”

Pubblicato da
26 aprile 2007

di Tiziana Cera Rosco (inedito)

Dopo il confine

Guardandomi indietro
vidi le montagne
il contorno elettrico della morte precedente
ma il primo piano era la polvere
l’uguaglianza sottile del terrore
all’impatto col carbonio.
Se il pianeta fosse esploso sotto coleotteri giganti
se fosse scoppiato
come un bicipite in un talco di sangue
ora vagava glabro ad...
Leggi il seguito »

Il letto di Procuste e la Cura Ludovico #3

Pubblicato da
26 aprile 2007
Il letto di Procuste e la Cura Ludovico #3

di Giorgio Vasta

Seconda intervista sull’editing e il sistema editoriale. Le sei domande sono sempre le stesse dell’altra volta. Le risposte sono di Giulio Mozzi, curatore della collana Indicativo Presente per l’editore Sironi e del progetto editoriale vibrisselibri.

Proviamo a partire da una definizione secca: che cosa si...
Leggi il seguito »

Nella mia ora di libertà

Pubblicato da
25 aprile 2007

Oggi è il 25 aprile e non riesco a pensare – malgrado i 62 anni trascorsi – che sul blog non ci sia un segnale di questo. Vi propongo il testo di una delle canzoni di Fabrizio de André che preferisco.…


Leggi il seguito »

Il primo ricordo al mondo

Pubblicato da
25 aprile 2007

di Christian Raimo

Il primo ricordo al mondo
è quello di mio nonno a un anno
che si ricorda di sua madre partoriente
seduta su uno sgabello in bagno
con una bacinella al fianco.
È una medusa con le mignatte in testa
e le pietre bollenti sotto i piedi
per farle fluire verso il...
Leggi il seguito »

Cho, Ntuyahaga

Pubblicato da
25 aprile 2007

di Andrea Raos

La scorsa settimana ho passato qualche giorno a Montreal, invitato ad un incontro di scrittori attorno al tema della “confessione” (“l’aveu”, cioè non la confessione cristiana ma quella diciamo, in senso lato, giudiziaria). Non ero invitato a parlare ma solo a leggere qualche poesia e a partecipare, se volevo, al dibattito sugli...
Leggi il seguito »

Una puntata per Welby

Pubblicato da
25 aprile 2007
Una puntata per Welby

di Francesca Serafini

Negli ultimi quattro anni ho ucciso un centinaio di persone. Ho violentato bambini comprati su internet. Ho cambiato sesso, in segreto, e ho rischiato di finire dentro per custodire quel segreto. Ho fatto a pezzi una ragazza per nascondere un aborto clandestino andato male.…


Leggi il seguito »

Juke box / Carmela

Pubblicato da
24 aprile 2007
Juke box / Carmela

parole del poeta Salvatore Palomba musica del maestro Sergio Bruni


Leggi il seguito »