Una modesta richiesta

Pubblicato da
26 dicembre 2006

di Christian Raimo

È difficile criticare l’amministrazione veltroniana proprio sulle politiche culturali non correndo il rischio di sembrare elitari, bastian contrari, inutilmente polemici. Dalla Festa del Cinema alla Notte Bianca al Festival delle Letterature a Massenzio ai concerti al Colosseo alle varie Case (del jazz, della letteratura, del cinema, dei bambini…), l’immagine di...
Leggi il seguito »

Juke box/La ballata del Cerutti

Pubblicato da
26 dicembre 2006
Juke box/La ballata del Cerutti

 di Umberto Simonetta

(Parlato)

Io ho sentito molte ballate
quella di Tom Dooley
quella di Davy Crockett
e sarebbe piaciuto anche a me
scriverne una così
invece… invece niente
ho fatto una ballata
per uno che sta a Milano
al Giambellino
il Cerutti, Cerutti Gino…


Leggi il seguito »

Porrajmos – L’annientamento

Pubblicato da
26 dicembre 2006

a Kornel, deportato in Romania

di Marco Revelli

Quasi tutti sanno (o dovrebbero) cosa sia la Shoà. Pochi invece, quasi nessuno, cosa voglia dire Porrajmos. È il termine che in lingua romané significa «distruzione », anzi «qualcosa di più» – come spiega Giorgio Bezzecchi, il rom hervato che...
Leggi il seguito »

Due ballate eretiche

Pubblicato da
26 dicembre 2006

di Francesco Marotta 

DOPO LO TSUNAMI (CANTO PER LA NOTTE DI CAPODANNO)

rovine aperte al nulla del risveglio
aborti di rose nel grembo umido dell’alba
che rampica latrine e
accende lumi su terre di naufragio –
un faro
dove solitario frange
il canto veggente dell’onda
l’eco che dilegua
del suo piumato alfabeto di semi
la schiuma...
Leggi il seguito »

Uno zero, il venticinque

Pubblicato da
25 dicembre 2006
Uno zero, il venticinque

di Giorgio Vasta

Il 25 dicembre del 1956, Robert Walser esce dall’istituto per malattie nervose di Herisau, dove vive dal 1929 trascorrendo parte del tempo a piegare sacchetti di carta, dormendo in una camerata da dieci letti. Va a fare una passeggiata.…


Leggi il seguito »

Repetita Iuvant / Giorgio Agamben vs Amnistia

Pubblicato da
25 dicembre 2006
Repetita Iuvant / Giorgio Agamben vs Amnistia


Erano alcune settimane che avevo voglia di dire anzi urlare:no. Da più parti mi arrivano segni – sintomi?- addirittura libri, di Restaurazione. Scrittori , peraltro stimati, partecipano all’ambaradan dello scandalo gridato sui giornali e provocato dalla rimessa in libertà dopo trent’anni di galera – e mi chiedo quante settimane, giorni, ore, minuti...
Leggi il seguito »

L’orizzonte si era appena schiuso

Pubblicato da
25 dicembre 2006

L’orizzonte si era appena schiuso quando nelle pianure del sommo cielo spuntarono gli esseri misteriosi che chiamiamo il sacro Amenominakanushi, il sacro Takamimusuhi e il sacro Kamumusuhi, tre, solitari, invisibili. Fra terre informi come grasso sull’acqua e alla deriva come meduse, da creature simili a germi di giunco spuntarono il sacro principe Umashiashikabi e...
Leggi il seguito »

Cerca di ascoltare anche chi tace

Pubblicato da
25 dicembre 2006
Cerca di ascoltare anche chi tace

di Sergio Garufi

Tutte le storie d’amore felici si assomigliano, ogni storia d’amore infelice è infelice a modo suo. Se sia il principio di individuazione, l’estrema consapevolezza di sé, a farci sentire estranei agli altri, o, più banalmente, se sia la snobistica arroganza del vittimismo a indurci a credere che il nostro dolore non possa essere...
Leggi il seguito »

Sostila o Berolda balla

Pubblicato da
24 dicembre 2006
Sostila o Berolda balla

di Stefanie Golisch

Era notte fonda quando una donna, di ritorno a Sostila, sentì all’improvviso provenire voci e musica dalle finestre aperte di una vecchia casa abbandonata. Curiosa, entrò e con suo grande stupore si trovò nel bel mezzo di una festa da ballo.…


Leggi il seguito »

Buon compleanno, mostro

Pubblicato da
24 dicembre 2006
Buon compleanno, mostro

di Franz Krauspenhaar 

Da ieri ha 90 anni. Non li dimostra per niente. Sì, ha detto che attende la fine, che ha perso il gusto. Forse scherzava; per allontanarla ancora e ancora, la Baldracca.…


Leggi il seguito »

La giornata del rabbioso

Pubblicato da
23 dicembre 2006

di Franz Krauspenhaar

(Da un fortunato “format” di Gianni Biondillo)

Sono pieno di rabbia come un cane: pape satan pape satan alane.

Il mondo è immondo: mai mondato di vizio, l’unico sfizio è il mio telecomando.

Per calmare i miei nervi il professore – m’ha dato il cadaverilene malmostato; ne ho preso assai, fino all’ esaurimento: ora, di male in peggio...
Leggi il seguito »

Anteprima Sud: Renata Prunas vs Anna Maria Ortese

Pubblicato da
22 dicembre 2006
Anteprima Sud: Renata Prunas vs Anna Maria Ortese

Anna Maria e gli anni della Nunziatella
di
Renata Prunas

Gli anni della Nunziatella iniziano nel 1945.
Tornati a Napoli, dopo gli anni difficili vissuti da sfollati, inseguiti dai bombardamenti e dai rastrellamenti a tappeto dei ‘traditori italiani’, da parte dei tedeschi in ritirata,...
Leggi il seguito »

Annunci di lavoro

Pubblicato da
22 dicembre 2006
Annunci di lavoro

 di Severino Colombo

[Severino Colombo, giornalista freelance, in questo periodo di scioperi a singhiozzo dei giornalisti, mi delizia di tanto in tanto via email con questi suoi annunci di lavoro. Gli ho chiesto il permesso di renderli pubblici. Nel caso qualcuno gli trova un impiego poi mi da la percentuale! …


Leggi il seguito »

Poecensione di Il carretto fantasma, di Selma Lagerlof

Pubblicato da
21 dicembre 2006
Poecensione di Il carretto fantasma, di Selma Lagerlof

di Franz Krauspenhaar

1. ripubblicazione, uh
di un
breve romanzo
del nobel
per la letteratura – nel 1909 
selma lagerlof,
storia di intenso impatto
che è una ripresa del
canto di natale di dickens
sul solco
del mito bretone
del carrettiere della morte
ambientato (però)
nel...
Leggi il seguito »

Un pedigree

Pubblicato da
21 dicembre 2006
Un pedigree

di Gianni Biondillo

Patrick Modiano, Un pedigree, Einaudi, 2006

Avevo già letto un libro di Patrick Modiano, Dora Bruder, edito da Guanda. Un piccolo libro dove l’autore, con in mano solo un nome e l’annuncio di una persona scomparsa...
Leggi il seguito »

Io in contumacia

Pubblicato da
21 dicembre 2006
Io in contumacia

di Maria Valente
Ma voi sapreste indicarmi
la direzione ruvida dei mari?
Ho imparato ad annusare i cambi
di stagione dietro i vetri blindata,
ma non mi fermerà quell’istinto di
anima accovacciata, seduzione di
statica per rimanere chiusa tra
parentesi, a chiave, rosicchiata.…


Leggi il seguito »

Seduzioni pericolose

Pubblicato da
20 dicembre 2006
Seduzioni pericolose

di Mauro Baldrati

E’ magica Parigi di notte. Di tutte le città in cui Laura ed io abbiamo vissuto – Los Angeles, Roma, Londra, Berlino – Parigi ha un fascino speciale. E’ la città del cuore, la città che lo riscalda, il mio cuore freddo.…


Leggi il seguito »

La Voce, la Scrittura

Pubblicato da
20 dicembre 2006
La Voce, la Scrittura

di Marco Rovelli

 Questo scrittore ha una sua voce, si dice. E lo si dice appropriatamente, a mio parere. Nel canto, decisiva è l’intenzione. Ovvero, il come la voce è portata. Il come della voce: un come che fa meraviglia. Un non-so-che che fa la differenza.…


Leggi il seguito »

Pasquale Panella

Pubblicato da
20 dicembre 2006
Pasquale Panella

tratto da Riccardo in sé
Riccardo Terzo, da Shakespeare e da se stesso

Il testo che segue è un testo in movimento. La versione che qui pubblichiamo è leggermente differente da quella letta al festival della filosofia di Roma all’interno del ciclo di dialoghi, in stabile fluire, curato da Lucio Saviani con Pasquale Panella,...
Leggi il seguito »

L’inventore della verità

Pubblicato da
20 dicembre 2006
L’inventore della verità

Piero Sorrentino intervista Domenico Scarpa

Racconti, ritratti, poesie, polemiche recita il sottotitolo di Cinematografo (pagg. 506, euro 14, Sellerio), ultima tra le succose pubblicazioni soldatiane che la benemerita Sellerio sta sfornando da qualche anno a getto continuo. Curata da Domenico Scarpa, l’antologia di scritti cinematografici di...
Leggi il seguito »

Vita da prete. 3 – il canto del gallo

Pubblicato da
19 dicembre 2006

di Fabrizio Centofanti

Prima o poi ti fanno la domanda: perché la  vocazione? È imbarazzante: dovresti prendere tempo, spiegare, entrare nei dettagli, ripercorrere momenti che marchiarono a fuoco l’esistenza. Invece sintetizzi e circoscrivi, con una sorta di pudore che sottintende una sottile riserva: riuscirò mai a farmi capire?…


Leggi il seguito »

Portraits (Orson Welles)

Pubblicato da
19 dicembre 2006
Portraits (Orson Welles)

di
Yvonne Baby
traduzione di Francesca Spinelli

Ho conosciuto Orson Welles quando era triste. Naturalmente era ben attento a indossare tutte le sue maschere, cambiandole a seconda della compagnia, recitando, inesauribile e autoironico, i ruoli dei suoi ruoli. Rideva, sopra le sue mani infantili e le bollicine di Dom Pérignon che offriva a...
Leggi il seguito »

Statistiche per ottobre novembre 2006

Pubblicato da
19 dicembre 2006
Statistiche per ottobre novembre 2006

Il traffico sulle pagine web di Nazione Indiana a ottobre e novembre è cresciuto ancora. Ecco nel dettaglio i dati, ottenuti con Google Analytics (per ogni spiegazione su termini e metodo, vedi la documentazione).

Le pagine viste (pageviews) totali nel mese di...
Leggi il seguito »

Parlare sottovoce

Pubblicato da
18 dicembre 2006
Parlare sottovoce

di Giorgio Vasta 

Qualche sera fa ero al cinema con una mia amica romana, una ragazza che ha una cadenza riconoscibilissima, romana in ogni parola, romana anche quando dice sì o no, romana nelle sillabe. Durante il film la mia amica ha fatto un paio di commenti e, sottovoce, la sua fortissima cadenza romana era...
Leggi il seguito »

Un deficit teorico?

Pubblicato da
18 dicembre 2006

di Christian Raimo

Dice: la letteratura della precarietà. Dice anche: il cinema, il teatro, l’arte che si occupano della precarietà. Si torna a parlare di lavoro, dice. Un bel numero di libri, di iniziative culturali, di spettacoli, di film che parlano di cosa sta diventando il lavoro oggi, della condizione sofferente, sempre più...
Leggi il seguito »

L’impronunciabile parola “avanguardia” (3)

Pubblicato da
18 dicembre 2006

di Andrea Inglese

(La seconda puntata è qui)

Potere dell’impotenza
Nella storia di questa “perdita di potere” (che è qualcosa di diverso della semplice perdita dell’aureola di cui parlava Baudelaire), le avanguardie, e la stessa nostra più recente neovanguardia, sono state degli episodi cruciali.…


Leggi il seguito »

L’alba dell’uomo digitale: linguaggio cercasi

Pubblicato da
17 dicembre 2006
L’alba dell’uomo digitale: linguaggio cercasi

 

 di Simone Ciaruffoli
 
Scimmie tecnologiche (l’utente)

Si presuppone che una rivista di cinema orbiti sul nucleo di cellulosa del film, tralasciando gli itinerari segnati dal reale, o quanto meno, sfiorandoli soltanto per un processo osmotico che il cinema sempre accorda con la vita.…


Leggi il seguito »