Panteon Neurolettico

9 febbraio 2005
Pubblicato da

01_s.jpg
Ecco i nomi. Gli Dei neurolettici non sono uno, ma sono molti. Il tempio si chiama Online Pharmacy. Essi appaiono, inattesi, nelle colonnine dei commenti. E chiedono di essere, anche loro, adorati. Non trascurateli, vi prego. In fondo, l’oppio è la religione dei popoli. A. I.

Meridia
Cialis
Viagra
Celebrex
Ultram
Paracodin
Soma
Valium
Zanaflex
Effexorxr

Paxil
Prozac
Xanax
Zoloft
Neurontin
Ambien
Adalat
Flomax
Plavix
Monopril
Imitrex
Tenormin
Nexium
Prilosec
Zantac
Lipitor
Zocor
Allegrad
Claritin
Zyrtec
Valtrex
Zovirax
Buspar
Zyban
Propecia
Cipro
Glucophagexr
Lasix

Pray Meridia
Pray Cialis
Pray Viagra
Pray Celebrex
Pray Ultram
Pray Paracodin
Pray Soma
Pray Valium
Pray Zanaflex
Pray Effexorxr
Pray Paxil
Pray Prozac
Pray Xanax
Pray Zoloft
Pray Neurontin
Pray Ambien
Pray Adalat
Pray Flomax
Pray Monopril
Pray Plavix
Pray Imitrex
Pray Tenormin
Pray Nexium
Pray Prilosec
Pray Zantac
Pray Lipitor
Pray Zocor
Pray Allegrad
Pray Claritin
Pray Zyrtec
Pray Valtrex
Pray Zovirax
Pray Buspar
Pray Zyban
Pray Propecia
Pray Cipro
Pray Glucophagexr
Pray Lasix

Pray Meridia Online
Pray Cialis Online
Pray Viagra Online
Pray Celebrex Online
Pray Ultram Online
Pray Paracodin Online
Pray Soma Online
Pray Valium Online
Pray Zanaflex Online
Pray Effexorxr Online
Pray Paxil Online
Pray Prozac Online
Pray Xanax Online
Pray Zoloft Online
Pray Neurontin Online
Pray Ambien Online
Pray Adalat Online
Pray Flomax Online
Pray Monopril Online
Pray Plavix Online
Pray Imitrex Online
Pray Tenormin Online
Pray Nexium Online
Pray Prilosec Online
Pray Zantac Online
Pray Lipitor Online
Pray Zocor Online
Pray Allegrad Online
Pray Claritin Online
Pray Zyrtec Online
Pray Valtrex Online
Pray Zovirax Online
Pray Buspar Online
Pray Zyban Online
Pray Propecia Online
Pray Cipro Online
Pray Glucophagexr Online
Pray Lasix Online

(immagine Matthew Barney)

11 Responses to Panteon Neurolettico

  1. capote il 9 febbraio 2005 alle 23:31

    manca il migliore, il roipnol, perché?

  2. gabriella il 10 febbraio 2005 alle 00:12

    Settimana scorsa un noto psichiatra in un noto salotto televisivo alla presenza del nostro amato ministro della sanità affermava che in Italia si consumano POCHI psicofarmaci e che se gli italiani smettessero di fumare, andassero a camminare in montagna e, soprattutto, consumassero più pasticche, sarebbero felici. Tutto questo durante la discussione sull’invito agli italiani a consumare meno farmaci. Si mettessero d’accordo una buona volta. O coglioni o rincoglioniti… o webtrolls.

  3. Basso Profilo il 10 febbraio 2005 alle 07:23

    Francamente mi sfugge il senso di questo contributo di Andrea Inglese. Vuole forse mostrarci con quale sobrietà sappia dar prova di “indignazione” nei confronti di una nota mania contemporanea?
    Vuole più semplicemente farci capire che conosce e sa usare lo stesso artificio retorico con il quale nell’ILiade si propone l’elenco delle navi?
    Mah. Bah. Vall’a ccapì.

  4. a. i. il 10 febbraio 2005 alle 10:33

    basso profilo hai ragione; certe operazioni, anche semplici come un taglia incolla con due righe introduttive, sono polisense; dunque non hanno UN solo significato; ma preciso un aspetto del mio testo “taglia-incolla-sostituisci” che forse ti è sfuggito: l’elenco omerico non è mio, ma di “On line Pharmacy”

  5. a. i. il 10 febbraio 2005 alle 10:36

    il roipnol? Che fine avrà fatto? Mezzo roipnol con due bicchieri di gin produceva un effetto “Lou Reed New York 73” con relativi buchi di amnesia tremendi… Era l’eroina dei debuttanti e dei poveri.

  6. Basso Profilo il 10 febbraio 2005 alle 11:11

    A.I. hai ragione. Certe operazioni sono polisense. Da un lato interpretano il diffuso disagio di chi alla Pharmacy Online si rivolge, dall’altro il diffuso agio di chi specula sul suddetto disagio. Però, adesso, non mandarci l’Elenco Telefonico, con la scusa che propone un campione rappresentativo di umanità (sofferente e non):-)

  7. andrea barbieri il 10 febbraio 2005 alle 11:23

    Basso profilo chiede qual è il senso di questo contributo.
    Ma sono solo io a trovarlo geniale?
    Sembra una storia da Bacchus o Sandman fatta di pochissimo: un copia-incolla, un’immagine, un titolo.

  8. a. i. il 10 febbraio 2005 alle 12:02

    Basso profilo, mi sembri un ermeneuta un po’ binario. Ma apprezzo la piega chiastica che ha preso la tua esposizione. L’elenco telefonico credo che necessiti molto tempo per essere tutto scannerizzato. Io sono per le operazioni “facili”.

  9. Basso Profilo il 10 febbraio 2005 alle 12:34

    A.I. Binario a me? Triste e solitario??? Fredde parallele della vita?????
    Meriteresti che ti copia-incollassi l’elenco delle navi oggetto di rifiuto tra gli stati membri (l’elenco allude al doloroso tema dell’esclusione), ma mi limito al più stringato:

    «E’ disponibile l’elenco delle navi (pubblicato sulla GUCE n. C 243 del 30/9/2004) che risultano oggetto di un provvedimento di rifiuto di accesso nei porti degli Stati membri tra il 1° novembre 2003 e il 31 agosto 2004 (norma dell’articolo 7 ter della direttiva 95/21/CE del 19 giugno 1995 relativa al controllo delle navi da parte dello Stato di approdo. Chi fosse interessato a visionare l’elenco può richiederlo per e-mail al seguente indirizzo: valenti@assind.livorno.it (Dott. Andrea Valenti.»

    P.S. L’elenco è attribuito al cosiddetto “Falso Omero”.

  10. a. i. il 10 febbraio 2005 alle 13:20

    basso profilo, mi sei simpatico

  11. emma il 10 febbraio 2005 alle 13:53

    A me è venuta in mente questa poesia di Nove (è stata pubblicata anche su Nazione Indiana).

    La merce invenduta piange

    Io se fossi un pannolino avrei bisogno della merda di un
    Bambino per esistere
    Perché la merce invenduta piange
    E non capirei perché un bambino nella sua vita caga
    Migliaia di pannolini ma non me
    Che sono un pannolino normale come gli altri
    Con il mio codice a barre normale
    Sulla scatola.

    (…)

    Ma si potrebbe pensare anche a una telenovela, tipo “Anche i neurolettici piangono” (numero di puntate ovviamente illimitato…)

    O anche al rapporto “verità”-poesia, che magari a volte è più diretto di quello tra “verità” e giornalismo… :-)



indiani