Stilos diventa una testata indipendente

15 giugno 2005
Pubblicato da

(Ricevo da Piero Sorrentino e pubblico. F.K.)

Dal 21 giugno Stilos esce dal quotidiano La Sicilia e diventa una testata indipendente. Cambia veste, pagine e collocazione: un quindicinale (in edicola il martedì) a diffusione nazionale, con 24 pagine al costo di un euro. A sette anni dalla nascita, il magazine nato con La Sicilia compie un salto importante. Stilos uscirà nelle edicole italiane e del Canton Ticino con una rinnovata veste grafica più mossa e vicina a una vera e propria rivista letteraria.

Nuova veste, nuovi contenuti: largo spazio alle recensioni, alle interviste, ai racconti d’autore scritti appositamente per il giornale, alle rubriche fisse affidate a scrittori e critici, alle inchieste e ai reportage con firme famose e inedite…

Dopo sette anni di tirocinio, Stilos diventa grande.

Nel primo numero (in edicola martedì 21 giugno al prezzo di 1 euro) :

Il primo capitolo del prossimo romanzo di Camilleri su Montalbano
Racconti di Salvatore Mannuzzu e Tullio Avoledo
Interviste a Ernesto Ferrero, Nanni Balestrini, Julian Fellowes
Uno speciale su Jules Verne nel centenario della morte con un’intervista a Valerio Evangelisti
Conversazioni e incontri con la nuova scena letteraria italiana: Tommaso Pincio, Giuseppe Culicchia, Laura Pariani, Franz Krauspenhaar, Giulia Carcasi, Clara Nubile, Lucia Vastano
Un breve saggio di Vincenzo Consolo su Stendhal e Sciascia
Un articolo di Raffaele La Capria sulle riviste letterarie
Un’inchiesta di Enzo Golino – che continua i suoi studi sui rapporti tra linguaggio, potere e società – sulla parola “Diciamo…”
Le rubriche fisse di Andrea Carraro, Benedetta Centovalli, Arnaldo Colasanti, Sossio Giametta, Aurelio Grimaldi, Idolina Landolfi, Walter Pedullà, Vanni Ronsisvalle e Giulio Mozzi
Recensioni, segnalazioni, schede di approfondimento sulle novità librarie, saggi e articoli di critici militanti…

One Response to Stilos diventa una testata indipendente

  1. picchio il 4 luglio 2005 alle 11:15

    Speriamo proprio che sfondi, Stilos, perché è una rivista bellissima!



indiani