Bacheca di giugno 2007

1 giugno 2007
Pubblicato da

Usa pure questo spazio per segnalazioni e proposte.

114 Responses to Bacheca di giugno 2007

  1. merisi il 1 giugno 2007 alle 12:56

    milano, 7/8/9 giugno, libreria ‘archivi del 900’
    prima mostra mercato del libro autoprodotto
    magari.

  2. Lucio Angelini il 1 giugno 2007 alle 15:54

    A presto la notizia di due raggiunte anfibietà per Vibrisselibri.net

  3. mario il 1 giugno 2007 alle 16:16

    proposta indecente:
    volete insegnare? vi manca la figura dell’alunno con sguardo adorante? vi manca correggere in blu e rosso? volete aiutare qualcuno a crescere?
    Mario (io) è qui per questo. Vi offro la mia disponibilità ed un quantitativo ingente di salsiccia sarda, mirto e due settimane (udite udite) nelle due camere ammobiliate che ho a Villasimius in cambio di un corso di scrittura creativa.
    Se interessati rivolgetevi al blog.
    Non fate i fighetti, insegnate.
    share! (che per il talento c’è sempre tempo)

  4. Luminamenti il 1 giugno 2007 alle 16:54

    Magda, ho letto quanto hai scritto in Celine, e ho aggiunto.

  5. alcor il 1 giugno 2007 alle 20:45

    @mario
    Ammobiliate come?

  6. cappuccetto rosso il 1 giugno 2007 alle 21:49

    ma…
    la salsiccia sarda arrostita bene sulla pioda con le patate e le melanzane e le zucchine?

  7. IDENT-ico il 1 giugno 2007 alle 21:59

    ammobiliate tipo:
    camera da pranzo normale (tavolo cucina divano letto)
    camera da letto matrimoniale con lettino in caso.
    Il bagno è fuori (è un “ranch” ETFAS) a due metri dal soggiorno.
    Tutto sotto una veranda dove abitualmente si pranza. Giardino enorme.
    La salsiccia sarda sia secca che fresca con anice o senza, con le zucchine e melanzane arrosto, con sebadas se vi piacciono, alla fine.
    Vicino c’è anche l’uliveto, se vi va di passeggiare.
    No, non sono di Tecnocasa.

  8. cappuccetto rosso il 2 giugno 2007 alle 12:51

    le sebadas col miele?
    SLURP!!!

  9. IDENT-ico il 2 giugno 2007 alle 16:22

    non scherzo.

  10. maria luisa il 2 giugno 2007 alle 17:53

    Per chi ha voglia di una gita in questo piovoso fine settimana di inizio giugno segnalo il bellissimo Festival Internazionale dell’Assurdo che si tiene a Castelvetro in provincia di Modena. Il sito con le informazioni degli eventi e delle performance è http://www.mercurdo.it . Il tutto finisce domani sera 3 giugno. Si segnala la presenza di Davide Bignami con la realizzazione dell’ape camper, vincitrice del concorso di idee 2005.

  11. ziggy il 2 giugno 2007 alle 22:35

    @maria luisa
    che post assurdo.

  12. mario il 3 giugno 2007 alle 02:31

    ho capito, non basta. Facciamo tre settimane e non se ne parla più.
    O forse non credete nell’insegnamento? Forse avete ragione. Ma vi giuro che non cerco pubblicazioni facili o guru, solo qualcuno che mi spieghi. Non posso rompere le balle solo a Stefano Z. o F.V., poi così, gratis.
    Facciamo così, mi voglio rovinare: tre settimane ed aggiungo i ravioli (ricotta-zafferano-spinaci/menta-patata-formaggio) in sugo di sirbone.

    Rovelli viene a Cagliari per il Marina Cafè Noir o sbaglio?
    :-)

  13. Gnerre e Leonardi il 3 giugno 2007 alle 13:56

    GRUPPO CULTURA DEL CIRCOLO MARIO MIELI
    Percorsi di arte gay
    c/o Caffè Letterario, via Ostiense n. 81/85 – Roma
    4 giugno ore 18:00

    Presentazione del libro

    Noi e gli altri. Riflessione sullo scrivere gay
    di Francesco Gnerre e Gian Pietro Leonardi
    edito da Il Dito e La Luna
    Insieme agli autori interverranno
    Matteo B. Bianchi, Ivan Cotroneo, Tommaso Giartosio e Raul Mordenti

    Cosa intendiamo per letteratura gay. Quanto ha contribuito la letteratura degli ultimi anni al processo rivendicativo e di acquisizione di dignità delle persone gay e lesbiche. Quanto è importante il vissuto di uno scrittore nella lettura della sua opera. Come e perché si può parlare di una “via italiana” alla rappresentazione gay. E infine: viviamo davvero in una dimensione culturale “post-gay”?

    Di questi temi e del senso della scrittura letteraria gli autori discutono con gli scrittori contemporanei che in vari modi si sono confrontati con l’immaginazione e con la realtà gay:
    Guy Hocquenghem, Gore Vidal, Mario Fortunato, Alessandro Golinelli, Matteo B. Bianchi, Michael Cunningham, Mircea Cartarescu, Marco Mancassola, Gilberto Severini, Andrea Demarchi, Colm Tóibín, Piersandro Pallavicini, Edmund White, Karl M. Soehnlein, Walter Siti, Giampiero Bona, David Leavitt, Ken Harvey, Rachid O., Dennis Cooper, Alex Sanchez, Tommaso Giartosio, Gianni Farinetti, Ivan Cotroneo.

  14. Salvatore Lombino il 3 giugno 2007 alle 14:13

    @mario:
    per darti una risposta su Rovelli:
    http://www.marinacafenoir.it/2007/calendario2007.htm

    o, per esteso:
    GIOVEDI’ 7 ———————(Anteprime di Festival)
    h. 21.30 – Proiezione “Nuovomondo”
    di Emanuele Crialese, alla presenza dell’autore.
    Luogo da definire
    h. 24 – Fiesta inizial
    Con gli ospiti del Festival
    Su Culu Infustu, Via Barcellona
    ——————– VENERDI’ 8 ———————
    h. 19 – Chourmo per Jean-Claude
    Incontro con Sebastien Izzo, Marc Porcu e Dimitri Porcu.
    Coordina Walter Porcedda. Dj Set a cura di Frichi.
    P. za Savoia
    h. 20. 30 – Eroi o Pirati: Istruzioni per l’uso
    Conversazione sulle libertà culturali
    Con Max Casacci (Subsonica), Emanuele Crialese, Sergio Messina/RadioGladio, Wu Ming, Fabio Zucchella (Pulp Libri).
    P. za S. Sepolcro
    h. 22 – Clandestini
    Concerto/Reading
    Con Marco Rovelli e Musica Ex Machina
    P. za Savoia
    h. 23.15 – Lumi di Punk
    Concerto/Reading
    Con Marco Philopat e R.C.R. (Gods of Gamble Side Project)
    P. za Savoia
    h. 24 – Monsieur Dupont goes to Babylon
    Sonorizzazione per interni dal libro “Nonluoghi” di Marc Augé
    Con Stefano Rachel, i Fagundu e la partecipazione di Cristina Racca.
    Immagini di Agostino Onnis
    Ex Liceo Artistico, P. za Dettori
    h. 00-30 – Frequenze Pirata
    Dj Set
    con Max Casacci (Subsonica), Dusty Kid & guests…
    Caffè degli Spiriti – Bastione Saint Remy
    ——————— SABATO 9 ———————
    h. 17 – L’intervistatore sotto interrogatorio
    Incontro sceneggiato con Fabio Zucchella (Pulp Libri) e Chourmo Police DPMNT.
    Ex Liceo artistico, P.za Dettori
    h. 18.00 – Eroi, Migranti, Antropologi
    Incontro con Marc Augé, Giulio Angioni, Franco Lai
    P. za Savoia
    h. 19.30 – Scrittrici in Viaggio
    Incontro con Melani Le Bris e Chiara Rapaccini
    P. za S. Sepolcro
    h. 20.30 – A stile libero
    Incontro con Wu Ming, Letizia Muratori, Francesco Abate e Marco Philopat.
    P.za Savoia
    h. 21.30 – La ciurma
    Incontro Con Antonello Caporale, Vito Biolchini e Elio Arthemalle.
    P. S. Sepolcro
    h. 22.30 – La parte sbagliata/ Le Grand Diable
    Concerto/Reading
    Con Wu Ming e Sikitikis. Featuring Alessio Deiana.
    Ex Stazione Marittima (Porto)
    h. 23.00 – Long John Silver
    Concerto/Spettacolo
    Con Giampaolo Loddo, Nicola Adamo, Nicola Macciò, Piero Marcialis
    Musiche di Fortun de Sarau
    Ex Stazione Marittima (Porto)
    h. 00.00 – Marina si sveglia a mezzanotte
    Reading
    Con Lea Grammsdorf e Miss X
    Ex Liceo Artistico, P. za Dettori
    h. 00.30 – Realcore
    Di e con Sergio Messina
    Ex Liceo Artistico, P. za Dettori
    h. 00. 45 – Frequenze Pirata
    Dj Set
    Con Mic Casanova, Dj Diablo & guests
    Caffè degli Spiriti – Bastione Saint Remy
    ——————— Domenica 10 ———————
    h. 17.30 – Filosofia degli imperi
    Incontro con Alessandro Aresu e Michel Le Bris.
    Coordina Gianni Marilotti.
    P. za Savoia
    h. 19.00 – Migranti di Cagliari
    Incontro con Marco Zurru e Antonio Romagnino
    P. za S. Sepolcro
    h. 20 – Di mare e libertà
    Incontro con Bjorn Larsson.
    Coordina Dario Cosseddu
    P.za Savoia
    h. 21.30 – Lo strano viaggio delle parole
    Reading/Concerto dai libri di Milena Agus
    con Maria Loi e Francesca Dell’Orfano.
    Musiche di Dianella Rubiu e Francesca Corrias.
    P.za Savoia
    h.22.15 – Ragazze da frequentare
    Reading/Concerto dai libri di Letizia Muratori.
    Con Stefania Marongiu. Musiche di Roberta Serra.
    P. za Savoia
    h. 23 – La cucina della Filibusta – Fiesta final
    Con Melani Le Bris, Michel Le Bris e gli ospiti del Festival.
    A cura di Kenz’e Domu Entertainment
    P. za S. Sepolcro

  15. The O.C. il 3 giugno 2007 alle 14:32

    Sabato prossimo il presidente George W. Bush sarà a Roma, tra salamelecchi, sberleffi, sputazze e strette di mano. Secondo il partito leninista italiano: “Bush è uguale a Hitler. Prodi è il suo servo. Il 9 e il 2 giugno sono una tappa della lotta contro l’imperialismo per un’Italia rossa, unita e socialista”.

    Ma chi pensava che la batosta irachena avesse ricondotto il commander in chief a più miti consigli, magari ricicciando il vecchio realismo europeizzante kissingeriano, si è dovuto ricredere presto. Qualche giorno fa Bush ha bacchettato l’ONU sul Darfur e nel frattempo si sono aperti degli interessanti spiragli anche sul clima e la questione ambientale.

    Insomma, per capire quanto sia (ancora) solido il richiamo alle antiche tradizioni messianiche della repubblica jeffersoniana – la lotta contro il totalitarismo e la difesa dei diritti umani – conviene rileggere un saggio uscito l’anno scorso per Laterza, “Henry Kissinger e l’ascesa dei neoconservatori”, scritto da Mario Del Pero, che insegna Storia degli Stati Uniti presso la Facoltà di Scienze Politiche di Bologna.
    http://www.laterza.it/scheda_libro.asp?isbn=9788842080091

    Del Pero rivela come le politiche di appeasement con i sovietici e i dittatori africani, asiatici e sudamericani, appuntite da Kissinger negli anni settanta, furono solo un caso, una spiacevole “parentesi” nel corso della “eccezionale” storia degli Stati Uniti.

    La successiva ascesa di Reagan e dei neocons dimostrò invece “una straordinaria capacità di proiezione egemonica” sul piano interno e in quello internazionale. L’alleanza strategica tra radicali di sinistra e nuovi conservatori mise con le spalle al muro l’URSS, grazie alla propaganda democratica e alla minacciosa garanzia dello Scudo Spaziale. (Per approfondire, si può leggere l’emendamento Jackson-Vanik del 1973: http://en.wikipedia.org/wiki/Jackson-Vanik_amendment).

    Oggi il pedale è di nuovo premuto sulla sfida stellare. Il progetto di Iniziativa strategica torna a dissanguare l’economia russa appena rimessa in sesto dal ‘barbaro’ Putin. La forza è sempre stato l’unico linguaggio compreso da Mosca, anche se stavolta Bush sembra dimenticare le idee, per esempio quelle dei dissidenti assassinati dagli eredi del KGB. All’epoca di Jackson e Reagan forse la Politkovskaja sarebbe rimasta viva.

    Ma non c’è solo l’orco Bush. “L’èra dei diritti umani” avrà presto un nuovo hobbit, il correttissimo Barack Obama. Il candidato democratico ha recentemente dichiarato di essere d’accordo con “la missione dell’America nel mondo” che è quella di “promuovere la diffusione della libertà”. Puro stile kennedyano, ha commentato Kagan dalle pagine del Nyt (R. Kagan, “Il nuovo interventismo di Barack Obama”, Corriere della Sera, 1 giugno 2007).

    Si chiede Kagan: “Obama parla di ‘Stati-canaglia’ e della necessità di conservare ‘un forte deterrente nucleare’. Ci esorta a ‘cogliere’ questo ‘momento americano’. Dobbiamo ‘rifare il mondo’. Sarebbe realismo, questo? Sarebbe una politica estera di sinistra?”. E poi ironizza: “Chiedete a Noam Chomsky la prima volta che lo vedete”.

    Ma la battutaccia di Kagan è un po’ fessa. Certo che non è realismo, si chiama idealismo democratico. E in America non l’ha mica inventato la destra.

  16. stefano z. il 3 giugno 2007 alle 15:11

    mario,

    io non ho proprio niente da insegnarti e lo sai, ma se ti turbano a tal punto le mie osservazioni gratis posso venirci io, a villasimius, tanto per gradire. accompagnato, per giunta. e poi magari, ecco, magari ogni mattina prima di colazione si legge insieme qualcosa di inarrivabile, tipo musil o roba del genere, e ci si batte gli zebedei ogni qualvolta scatta il complesso d’inferiorità. infine ci si abbuffa di salsiccia e ravioli per consolazione.

    potrebbe andare?

  17. mario il 3 giugno 2007 alle 19:11

    no ste… sembra una strigliata.

  18. mario il 3 giugno 2007 alle 19:16

    rileggendo il commento… forse non era una strigliata.
    forse sbaglio a buttarmi giù? Non so se nel mondo civilizzato vi capite ma io ho problemi a rapportarmi. Ed oggi piove. In Sardegna, a Giugno. Sono al delirio paranoide.
    Scusa Ste, forse mi martello i gioielli per nulla. Forse cerco una formazione che non c’è.
    Non so. Comunque le tue osservazioni mi hanno aiutato eccome. La fase della riscrittura invece è un casino totale (a proposito della marina cafè noir) forse ha tutto a che fare col coso, come si dice… talento.
    vado a mangiarmi un gelato sotto la pioggia.
    Che l’ozono sia con me.

    ps: ho provato a scriverti ma la mail rigetta pensando sia Spam (o fa bene?) per questo l’ho messa qui.

  19. serendipity il 3 giugno 2007 alle 19:28

    @mario:
    in sardegna ci sarà pure un corso di scrittura creativa, frequentalo che ne hai un gran bisogno.
    Paga cash.
    Leggi di più.
    non usare il pc per almeno un mese.

  20. Valentina il 3 giugno 2007 alle 19:50

    @Mario:
    su col morale,
    c’è chi ti pensa!
    ;-)

  21. alcor il 3 giugno 2007 alle 22:00

    Una volta qui su NI c’era un commentatore che si firmava

    volta

    c’è ancora?
    Avevo copiato un suo commento che mi interessava e non so se ha anche un blog, se ce l’ha me lo farebbe sapere a lalucedialcor@katamail.com?

    Thanks.

  22. Luminamenti il 4 giugno 2007 alle 08:52

    Continua a palermo fino al 5 giugno EcovisionFestival edizione 2007, la terza edizione di una delle più importanti rassegne cinematografiche europee dedicate al rapporto tra uomo e natura. Il sito è http://www.ecovisionfestival.com

    Segnalo inoltre all’attenzione di NI e di tutti i suoi lettori la questione gigantesca degli OGM. Occorrerebbe un servizio approfondito su questo argomento, che considero il più urgente e decisivo per il futuro della specie umana. E non solo.

  23. magda il 4 giugno 2007 alle 10:11

    TRAMUTOLI!!!!!
    Giancarlo è stato ospite al programma “farenotte” per chi parla le lingue:” fahrenheit” di rai tre.
    E’ intervenuto sul suo libro “uno che conta” per chi sa le lingue:”oneaccount”.

    Tramutoli dai torna che mi metti di buon umore!!!

  24. Carlo il 4 giugno 2007 alle 12:23

    SOTTO IL POST SU VOLLSCHLÄGER SI E’ APERTO UN CONTENZIOSO CHE RIPORTO QUI PER IL SUO INTERESSE GENERALE

    Carlo: “Luminamenti ripete la condanna emessa da Zolla nei riguardi di Joyce: arte degenerata, scrittura da alienato mentale ecc.”

    Luminamenti: “Zolla non si esprime come dice Carlo. Basta leggersi (tutti) i suoi saggi critici su Joyce.”

    Carlo: “Sono sicuro che Zolla si esprime così. Per dimostrarlo, dovrei andare in biblioteca, controllare e riportare qui virgolettato: un lavoraccio del genere sarei disposto a sobbarcarmelo per una scommessa.”

    Luminamenti: “Perderesti la scommessa. E’ certo. Ho il testo accanto. I toni e il modo di esprimere di Zolla non sono quelli che tu gli attribuisci. Invece di fare scommesse perse, passa da casa mia che c’è più materiale delle biblioteche che frequenti.”

    Carlo: “Rilancio: mettete in palio qualcosa, e io recupero le stupidaggini di Zolla su Joyce.”

    Luminamenti: “Hai già perso, il tempo è scaduto come nel gioco degli scacchi.”

    Questo scambio si è svolto tutto nel corso dell’1 giugno: con quale faccia tosta e sprezzo delle regole può Luminamenti emettere la sua “sentenza”, quando è notorio che il tempo lo detta la Redazione di NI, la quale ha fissato a 30 giorni la decadenza di un thread? Se la cosa si ferma qui, è palmare che Luminamenti cerca di rigirare in vittoria una scomposta ritirata (il lettore medio di NI non è fesso!). Se invece si vuole tornare sul terreno di una sfida seria, ecco la mia proposta:

    Esibirò qui a breve i testi ventilati (previo soggiorno forzato in biblioteca); e a quel punto chi dei due perderà dovrà versare 100 € a NI (che li rifonderà per le tante spese di manutenzione del blog). La penale sarà costituita dall’espulsione in perpetuo da NI del concorrente insolvente.

  25. alcor il 4 giugno 2007 alle 14:55

    Troppo pochi i soldi e troppo definitiva la pena.

  26. georgia il 4 giugno 2007 alle 15:10

    jan tutta la colonna sulla sinistra (bacheca link ecc.) nella pagina principale è scivolata tutta in basso, almeno a me appare così
    ciao geo
    PS
    HO BISOGNO DI COMUNICARE CON FORLANI gli ho mandato una e -mail sarebbe urgente che la legga :-)

  27. Francesca il 4 giugno 2007 alle 15:24

    è proprio sabato, vai tranquilla!

  28. jan il 4 giugno 2007 alle 17:30

    Georgia, la colonna dx mi pare a posto, almeno ora.

  29. Lulù il 4 giugno 2007 alle 18:44

    mi è venuta nostalgia della barista!
    delle nostre pedalate in bicicletta lungo il fiume,
    un nome troppo lungo da scandire
    e tanto verde intorno a rinfrescarci…

  30. georgia il 4 giugno 2007 alle 19:08

    no, jan è ancora tutta caduta in basso, ad ogni modo capita che alcuni vedano una cosa e altri un’altra, dipende dal programma che usano (io non so cosa uso, ma sicuramente il più banale) quelli che usano il mio vedono il colonnino di destra scivolato in basso

    @ francesca, si è sabato ma NON il 6 (ma il 9) si era capolto anche il numero oltre al colonnino ;-)
    geo

  31. Franci il 4 giugno 2007 alle 19:18

    non avevo dubbi!
    ;-)

  32. Luminamenti il 4 giugno 2007 alle 19:28

    hai già perso carlo e per motivi che ignori, fai pure! Ho molte frecce nella faretra!

  33. Francesca E. Magni il 4 giugno 2007 alle 20:39

    @luminamenti:

    Per gli OGM consiglio un dossier (aprile 2007) sul giornale on line Galileo: http://www.galileonet.it/dossier-intro/8264/la-sfida-della-coesistenza
    e uno (del 2004) sul sito di Torinoscienza (ci sono altri link): http://www.torinoscienza.it/dossier/apri?obj_id=641

    come libri consiglio “Organismi geneticamente modificati” di Anna Meldolesi (Einaudi, 2001) biologa e giornalista della rivista Darwin (http://www.darwinweb.it/default.htm ) e “X life Guida alle piante e agli animali transgenici” di Yuri Castelfranchi (Avverbi Edizioni, Roma 2000).

    Bibliografia ragionata qui: http://assemblealegislativa.regione.emilia-romagna.it/biblioteca/pubblicazioni/bibliografie/OGM/libri.htm
    Sempre di Castelfranchi segnalo la recensione di “La guerra al vivente”, un’antologia di scritti e dati a cura di Jean-Pierre Borlan per Bollati Boringhieri http://www.swif.uniba.it/lei/rassegna/020117a.htm

    Per iniziare la discussione c’e’ la tremenda moria delle api, che ancora non ha trovato una spiegazione (sempre su Galileo “api al collasso”: http://www.galileonet.it/primo-piano/8483/api-al-collasso ) potrebbero essere i pesticidi Ogm.

    buona serata

    fem

  34. jan il 4 giugno 2007 alle 21:41

    Georgia, ho controllato ed hai ragione. Con Explorer 6.0 almeno c’è un problema sulla sidebar, causato penso dalla assurda formattazione del pezzo “Lavoro”.
    https://www.nazioneindiana.com/2007/06/02/lavoro/
    Non so se quella in Lavoro sia una formattazione voluta, non ho tempo per investigare. Con Firefox e Safari il problema non si verifica.
    Grazie dell’attenta lettura :-)

  35. stefano il 4 giugno 2007 alle 21:58

    È morto Wolfgang Hilbig. Viva Wolfgang Hilbig!

  36. Carlo il 4 giugno 2007 alle 22:55

    Alcor: “Troppo pochi i soldi e troppo definitiva la pena.”

    Parliamone: 1.000 € la scommessa, 1 anno di sospensione la penale.

    Luminamenti: “hai già perso carlo e per motivi che ignori, fai pure! Ho molte frecce nella faretra!”

    M******? P*******? O tutt’e due?

    [Niente insulti e ambiguità, grazie. La redazione.]

  37. Diana il 5 giugno 2007 alle 07:23

    dov’è la faretra?

  38. labarista il 5 giugno 2007 alle 09:49

    domenica ho localizzato la piscina piu’ distante da casa mia, circa 20 km, ci sono andata in bici, la mia bicidia, poi, mi sono fatta 40 vasche miste, a nuoto, senza bici, cioe’ non ho messo la mia bici nell-acuqa per fare idrobike, e poi sono tornata.
    risultato: pedalo a rana.

    ps: com’e’ andata la festa di primoamore che non sono venuta?

  39. labarista il 5 giugno 2007 alle 09:56

    Ah, ragazzi maschi che mi conoscete, da uno a dieci, secondo voi quanto sono donna? (o donnola )

  40. ragazzo maschio il 5 giugno 2007 alle 10:54

    hem, non ricordo…
    dovrei rivederti!
    ;-)

  41. Cincia il 5 giugno 2007 alle 10:56

    mercì, la mia barista è tornata!!!
    ora posso cantare felice!
    cip cip cip
    :)
    smack

  42. Carlo il 5 giugno 2007 alle 13:06

    Mi scuso con la Redazione, che ha fatto bene a censurare. A mia parzialissima discolpa, confesso di essermi lasciato trascinare dal documentario della BBC, laddove segnala che il presidente della Commissione americana per la revisione è stato costretto a dimettersi per aver definito mafioso il documento riservato sul crimen sollecitationis.

    Provo a metterla così. Luminamenti ha n frecce + 1 faretra: ma l’arco? e quand’anche ce l’avesse, a che gli serve se non tira?

  43. labarista il 5 giugno 2007 alle 16:13

    @ragazzo maschio/schi

    se vi aggirate nei paraggi con frequenza costante mi evitate l’isorgenza dell’acne da astinenza testosteronica.

    mer l’ha detto anche il dottore.

  44. schi il 5 giugno 2007 alle 17:51

    te la fo mi la barba con la schiumeta!!!
    nà spumettina, grazie, che l’gò da laòrà!
    :)

  45. Dominique il 5 giugno 2007 alle 20:00

    @la barista:
    ho esperienza in campo medico.

  46. magda il 6 giugno 2007 alle 10:40

    Dubbio vacanza:
    intendo il viaggio come esperienza in solitaria; Ma mi sorge un dubbio: volendo andare in luoghi sperduti ai confini del mondo, è meglio associarsi a gruppi già esperti o radicalizzare l’avventura affrontando l’ignoto in completa solitudine?

    (stamattina l’ho chiesto al solito pirla affiliato alle destre e egli ha optato per la strategia del terrore, come i miei familiari del resto)

  47. la barista il 6 giugno 2007 alle 10:43

    va bene, basta che tu sia maschio Domique nique nique come cantava Suor Orietta Berti

  48. Dominique nique nique il 6 giugno 2007 alle 10:58

    femmina sono
    con le palle!
    ;-)

  49. la barista il 6 giugno 2007 alle 11:09

    va bene allora siccome anche io ho le palle metaforiche, insieme facciamo l’albero di natale.
    ma siccome siamo a giugno, voglio un fiore di macchhio con rutto e iperreruzione pilifera annessa per sperimantazioni da laboratorio.

  50. Dominique nique nique il 6 giugno 2007 alle 11:18

    ?
    Le mie non sono metaforiche!

  51. la barista il 6 giugno 2007 alle 11:35

    affare fatto!!!

  52. franz krauspenhaar il 6 giugno 2007 alle 12:04

    E se ri-trasformassimo questo spazio in una vera bacheca? E’ diventata una discarica di cazzate, e così molti vanno ad attaccare i loro messaggi – destinati alla bacheca- in post, creando degli OT grandi come una casa. Vogliamo bonificare l’ambiente? Grazie a bariste, cinciallegre, cazzi & mazzi eccetera.

  53. ANNUNCIO il 6 giugno 2007 alle 12:28

    La Casa della Poesia
    Palazzina Liberty – Largo Marinai d’Italia 1, Milano

    Milanocosa presenta

    Chi-cosa-come-perché Poesia

    A Milano e oltre

    Tre incontri di voci e ricerche

    ideati e condotti da Adam Vaccaro

    Molti i luoghi in cui la poesia è accolta e offerta. Questo breve ciclo vuole porre attenzione, oltre a tale tessuto vitale, ad alcuni esempi di ricerca o campi di azione nei quali la poesia manifesta spinte a uscire dalla sua stanza per interagire di più con l’Altro – come linguaggi, pubblico e realtà diverse –, per arricchire il suo senso umano e la sua presenza o per rinnovare alcune sue modalità originarie.

    III incontro

    12 giugno – ore 18

    La realtà della rete

    Il finito e l’infinito virtuale

    La parte di realtà che designa il virtuale è la metafora perfetta della complessiva realtà metropolitana: senza centro e limiti apparenti, immagine infinita del finito. Può l’infinito virtuale diventare finito reale, cioè luogo di segni del nuovo capace di ampliare misure e termini umani? E la poesia come agisce, cosa mostra in tale spazio, replica solo giochi solitari, deliri e distanze o riesce anche a offrire nuove possibilità di sé e di conoscenza, di relazioni e di vita?

    Analisi e contributi di studiosi e poeti che hanno dato vita a riviste, siti e blog nell’attuale realtà virtuale.

    Hanno aderito:

    Sebastiano Aglieco, Fabiano Alborghetti, Valter Binaghi, Biagio Cepollaro, Vincenzo Della Mea, Matteo Fantuzzi, Massimiliano Martines, Franco Romanò, Ottavio Rossani, Antonio Spagnuolo, Marco Saya, Italo Testa.

    Con esposizione di opere di Elisabetta Sperandio e Stefania Scarnati

    e

    intermezzi musicali di Valter Binaghi e Marco Saya

    Info:

    Milanocosa c/o Adam Vaccaro, Via Lambro 1 – 20090 Trezzano S/N – T. 0293889474 – 347 7104584

    E-mail: info@milanocosa.it ; http://www.milanocosa.it

  54. georgia il 6 giugno 2007 alle 13:34

    franz d’accordo, però …. non amo la parola *bonificare* è alquanto inquietante ;-)
    geo

  55. georgia il 6 giugno 2007 alle 13:36

    suggerimento:
    fate una cazzo-bacheca :-)

  56. carla il 6 giugno 2007 alle 14:12

    bei suggerimenti!
    però quando volete cazzeggiare!
    vabbè…..

  57. antonella il 6 giugno 2007 alle 14:27

    nasce viadellebelledonne

    http://viadellebelledonne.wordpress.com/

  58. Luigi il 7 giugno 2007 alle 02:09

    Volevo segnalare due cose:

    1) un blog (http://www.discanti.splinder.com)

    2) e un libro (http://www.lulu.com/content/864684)

    Grazie a tutti per l’attenzione

  59. mag il 7 giugno 2007 alle 09:45

    @geo
    ah ecco a cosa serve!
    a scriverci sopra le notizie del mese!
    per questo è consigliabile cambiarlo ad ogni luna nuova.

  60. effeffe il 7 giugno 2007 alle 11:35

    cazzo bacheca!
    figa l’idea!
    effeffe

  61. The O.C. il 7 giugno 2007 alle 11:59

    Caro Franz,

    non si tratta di bonificare, ma di criptare.

    Buon lavoro

  62. magda il 7 giugno 2007 alle 12:46

    Considerando che le parole dei massimi sistemi pesano di più delle parole dei minimi sistemi, mi chiedo: quante cazzate devo dire per parificare anni e anni di tomi ?

    ps: mi chiederete”Magda, perchè frequenti NI”
    risposta: “io frequento Ni perchè voi a differenza di me, sapete quello che dico e prima o poi me lo spiegate”

  63. mariapia il 7 giugno 2007 alle 13:56

    Aprofitto per due news:
    giovedì 14 giugno ore 18, allo Spazio Lattuada, Via Lattuada, 2 – Milano, si presente il secondo numero della rivista di traduzione poetica internazionale , direttto da Claudia Azzola, TRADUZIONETRADIZIONE.
    Intervengono Francesco Macciò, Genova, Maria Pia Quintavalla, Milano e Antonio Staude, Heidelberg.

    Lunedì 18 giugno ore 18,allla Spazio FeltrinelliMusica di Parma(Barilla Center) nell’ambito della terza edzione del Parmatestrofestival, lettura colletiva poetica,di autrici classiche recitate, e contemporanee. Tra le letture poetiche, MPia Quintavalla.

  64. The O.C. il 9 giugno 2007 alle 10:40

    Aspettiamo la traduzione di Einaudi:
    http://www.amazon.ca/Road-Cormac-Mccarthy/dp/0307265439

  65. mario il 9 giugno 2007 alle 10:53

    per la cazzo bacheca:
    lo devo proprio dire. Ieri Rovelli mi ha emozionato che ancora ho i brividi.
    Una bastonata sulle gambe e i pugni stretti.
    Non l’avevo mai visto prima.
    Valeva la pena di vivere, ieri.
    Peccato andar via da Cagliari.

  66. mario il 9 giugno 2007 alle 10:56

    scusatemi, il link era sbagliato.

  67. Andrea Camerini il 9 giugno 2007 alle 13:05

    Il Sogno.
    Suoni e Visioni d’Amore e Lotta

    Libro + CD pubblicato da EDITRICE ZONA

    IL SOGNO – presentato alla Fiera Internazionale del Libro di Torino il 13 maggio 2007 – è un progetto speciale.
    Dal nucleo fondatore delle Nuove Tribù Zulu – gruppo della scena indipendente italiana – un viaggio attraverso la voce e le poesie di Andrea Camerini, il contrabbasso di Paolo Camerini e la batteria e i disegni di Roberto Berini.
    Un percorso suggestivo e originale in cui world, rock, sonorità sperimentali e ambient si fondono nel territorio della pura contaminazione con la poesia contemporanea (Paul Eluard, Pablo Neruda, Jacques Prévert, Federico Garcia Lorca, Nazim Hikmet, Cesare Pavese, Cesare De Bartolomei, Sri Aurobindo).

    Le Nuove Tribù Zulu hanno suonato ovunque, dalla strada ai palchi di festival prestigiosi, in televisione e in teatro. Sono da sempre impegnati anche in progetti sociali, nei campi Rom, nelle carceri, nelle comunità di recupero di ragazzi in difficoltà e in workshop per bambini in Italia, in India e in Africa per l’uso della musica come mezzo di comunicazione di valori positivi.
    Hanno pubblicato due dischi Sulla Strada /Il Manifesto 2000 e L’Unione dei Mondi /Rai Trade 2003.
    Il loro terzo cd Gente del Cielo /Moletto – Distribuzione Venus sarà nei negozi dal 15 Giugno 2007.

    http://www.myspace.com/ntzsogno
    http://www.myspace.com/nuovetribuzulu
    http://www.editricezona.it

  68. Carla il 9 giugno 2007 alle 14:48

    @Mario,
    cosa avrei dato per venire a vederlo!
    è una cosa che non si può spiegare
    si sente e basta.

  69. The O.C. il 10 giugno 2007 alle 11:20

    Casarini contro Caruso. Ferrando più scuro di Cremaschi. I Cobas in una piazza, la Fiom nell’altra. I movimenti senza Rifondazione. Per un totale, a voler essere generosi, di cinquantamila dimostranti. Un bell’esempio di liderismo procapite: prendi tre, voti uno (voti per modo di dire, qui fioccano le incoronazioni napoleoniche).

    Piazze vuote in una città bloccata. Un lungo corteo di autoblindo nere che scortano “mister president” nella gimkana di transenne: “Roma è una città magnifica”. Avesse messo una volta il naso fuori dallo sportello. Intere giornate passate dietro otto centimetri di vetro antiproiettile. E neanche un fuori di testa che prova a saltare sull’Air Force Two.

    Post scriptum. Venerdì, al Tg1 della notte, lanciano una notizia bomba: uno shuttle è esploso in volo venti minuti dopo la partenza. Sette astronauti sono morti nello spazio. Vi daremo altre notizie, intanto la linea passa allo Speciale Cultura. Riprendiamo la linea per un aggiornamento. Pardon. L’incidente era una bufala. Che c’entri qualcosa Pio Pompa?

  70. Bartolomeo Di Monaco il 10 giugno 2007 alle 16:45

    Segnalo che sull’ultimo Stilos, il n. 12 del 12 giugno, Walter Pedullà, a pag. 15, scrive con entusiasmo e molte lodi dell’esordio di Francesco Pecoraro (Mondadori: Dove credi di andare). Il titolo dell’articolo è: Rivelazione Pecotraro. Se non ricordo male, Francesco Pecoraro, è (non so se lo scrivo bene) Tashego, che è molto presente su Nazione Indiana.

    I miei rallegramenti a lui.

    Mi permetto un suggerimento. A mio avviso la bacheca (contrariamente al resto) dovrebbe articolarsi con gli annunci messi in ordine di data decrescente (per non sbagliarmi: l’ultimo dovrebbe apparire per primo, per non costringere alla lettura di comunicazioni scadute). Ma non so se tecnicamente sia possibile.

  71. sitting targets il 11 giugno 2007 alle 11:10

    bisognerebbe rivoltare il tempo. di monaco, dai…

  72. stefano il 11 giugno 2007 alle 22:15

    È uscito il nuovo numero de «Lo squaderno»

    Europe: political and biographical insights into a weird creature / Europa: intuizioni politiche e biografiche su una bizzarra creatura

    a cura di Paul Blokker e andrea mubi brighenti

    Con contributi di : Paul Blokker, Peter Schaefer, Kristina Stöckl, Iker Barbero Gonzales, Cristina Mattiucci, Oleg Koefoed, Stefano Zangrando, andrea mubi

    Artista ospite : Marco Adami

    Disponibile su http://www.losquaderno.net

  73. stefano il 11 giugno 2007 alle 22:17

    Ops!, sbagliato un link:

    http://www.losquaderno.net

  74. Francesca E. Magni il 12 giugno 2007 alle 14:01

    IMPERATIVO: andate subito sul sito di Joshua Held. Ci sono le sue vignette: http://www.inasoni.com/

    Un assaggio? vignetta del 4/6/2007: ORA DI RELIGIONE: due nasoni in poltrona che dicono: “dowlodiamo il Signore” e “sempre sia uplodato”

    fem

  75. magda il 12 giugno 2007 alle 16:01

    Martedì 14 giugno a Mendrisio Accademio di Architettura conferenza di Peter Zumthor

    http://www.arch.unisi.ch/zumthor.pdf

  76. Luminamenti il 13 giugno 2007 alle 13:15

    Torno da una settimana di assenza e rispondo per educazione a carlo.
    mi sembrava di averti spiegato che hai perso la scommessa per almeno due ordini di motivi. 1) vizio di forma; e più sostanziale 2) alla tua affermazione non specificata tra virgolette, ho risposto riportando quanto scritto da Zolla che smentisce quello che avevi detto. Qualunque cosa avessi potuto trovare, non cancella quanto io ho riportato di Zolla, conseguentemente hai perso prima ancora di finire di riscaldarti.
    Se poi cerchi denaro con le scommesse ti posso in privato consigliarti dei numeri da giocarti. Oppure, puoi provare a pensare a un’altra scommessa, della quale però cerca di avere almeno la speranza di vincerla (che non sarebbe poi grande cosa, a parte racimolare dei soldini se ne hai bisogno)

  77. Luminamenti il 13 giugno 2007 alle 13:18

    Segnalo che Wim Wenders sarà a Palermo tra il 20 e il 28 giugno per i sopralluoghi in vista del film “Palermo story”, le cui riprese cominceranno a settembre per finire entro il 2008

  78. The O.C. il 13 giugno 2007 alle 14:57
  79. Segnalazione il 13 giugno 2007 alle 23:49

    Libreria del Castello
    Castello Sforzesco (Cortile delle Armi), Piazza Castello – 20121 Milano
    Tel/Fax 02-878696 E.Mail: libreriadelcastello@vivalibri.it http://www.libreriadelcastello.com

    La Libreria del Castello
    è lieta di invitarLa

    Mercoledì 20 giugno
    alle ore 17.30

    alla presentazione del nuovo libro di

    Franco Buffoni
    “Più luce, padre”
    (Luca Sossella Editore)

    Incontro con l’Autore del recente
    Più luce, padre.
    Dialogo su Dio, la guerra, l’omosessualità
    romanzo storico-autobiografico che,
    attraversando il Novecento,
    si propone nel nuovo secolo come
    manifesto intellettuale del poeta,
    proposta di valori e verità.

    Presenta Stefano Raimondi.

    Ingresso libero

  80. Lucio Angelini il 14 giugno 2007 alle 08:07

    Segnalo il post “CORNELIA LIPPA DIFENDE I SUOI GIOIELLI” nel blog:
    http://www.lucioangelini.splinder.com

  81. Francesca E. Magni il 14 giugno 2007 alle 09:24

    scusate se insisto, mi aspettavo qualche commento sul sito di Joshua Held http://www.inasoni.com/

    altro assaggio: FAMILY DAY: due nasoni al bar che dicono “Family day contro coraggio laico” , “praticamente un derby”

    PILLOLE D’AMORE: due nasoni nell’intimita’. lui: “scopare con te e’ la cosa piu’ bella del mondo” ; lei: “lo dici solo per farmi invidia”

    fem

  82. The O.C. il 14 giugno 2007 alle 11:59

    Una domanda. Visto che siamo sempre così attenti alle malefatte israeliane non sarebbe l’ora di postare qualcosa sul telefilm in onda in queste ore a Gaza (e non solo a Gaza)?

  83. gianni biondillo il 14 giugno 2007 alle 12:29

    Francesca E. Magni, hai ragione tu: i nasoni sono spassosissimi!

  84. Francesca E. Magni il 14 giugno 2007 alle 17:33

    grazie!

    chiamami pure fem

  85. Carlo il 14 giugno 2007 alle 22:52

    Caro Luminamenti, vedo solo ora che sei (ben) tornato. Tornando, avrai visto che avevo alzato la posta da 100 a 1.000 € e cambiato la destinazione da NI a Zibaldone Project. Berlusconi però col centomila ha cambiato le carte in tavola, e perciò si può tornare alla vecchia piattaforma: 100 € a NI, paga chi perde. Tu dici che la scommessa l’ho “già persa”. Nel qual caso pagherò: ma siccome mai s’è visto che a giudicare sia uno dei contendenti, giustizia vuole che si torni sotto il post Vollschläger e ci si rimetta entrambi al giudizio dei 2 titolari: Andrea Raos e Domenico Pinto. Pronti?

    Carlo

  86. The O.C. il 15 giugno 2007 alle 11:07

    “L’era della giustizia e del governo islamico è arrivata”. Islam Shahawan, portavoce di Hamas.

  87. Véronique Vergé il 16 giugno 2007 alle 18:23

    Vorrei consigliare un libro che ho letto nella traduzione recente francese FERITA DI GUERRA, blessures de guerre, Gallimard.
    Un libro che racommando a tutte le donne che hanno vissuto aggressione e a tutti gli uomini affinché rifflettano alle conseguenze di una aggresione sessuale. Cito in francese: ” Elle se dit qu’elle ne pourrait plus faire l’amour avec un homme, même si elle le voulait, parce que même le plus tendre et le plus patient des amants ne pourrait entrer en elle sans lui faire du mal.”
    E’ un’analisi precisa, giusta di una donna dopo uno stupro.

  88. luminamenti il 17 giugno 2007 alle 10:23

    hai già perso. le ragioni te le ho fornite e mostrate e mi sono ampiamente espresso. E non voglio soldi. non do al denaro il valore che tu gli dai. Quelli li hai scommesso solo te (come tutto il resto, inoltre). In quanto ai giudici che tu vorresti scegliere non sono adeguati, oltretutto non li conosco da questo punto di vista. Avrei in mente altri nomi, così, solo per ipotesi, visto che ti piace giocare, anche se lo trovo noioso.

  89. luminamenti il 18 giugno 2007 alle 16:30

    La libreria Modusvivendi sarà presente in esclusiva con un proprio spazio al convegno internazionale “I labirinti del nuovo millennio. Scrittori europei a confronto”, in programma giovedì 21 giugno nell’aula magna di Palazzo Steri e organizzato dal Dipartimento di Letterature e Culture europee dell’Università di
    Palermo.
    Si comincia alle 10 dopo la conferenza stampa con gli intereventi degli scrittori Vincenzo Consolo e Luigi Meneghello e le relazioni di Domenica Perrone (Università di Palermo) e dei critici Giulio Ferroni e Giorgio Ficara. Nel pomeriggio a partire dalle 15,30 tavola rotonda con gli scrittori Abdelkader Benali (Olanda), Enrique de Hériz e Marina Mayoral (Spagna), Giuseppe Montesano e Alessandro Piperno (Italia), Koen Peeters e Kamien Vanhole (Belgio).
    Venerdì 22 e sabato 22 il convegno si sposta rispettivamente a Corleone e Capo d’Orlando

  90. The O.C. il 18 giugno 2007 alle 17:41

    Siamo tutti Siriani.

  91. ARPANet il 19 giugno 2007 alle 12:49

    Giovedì 28 giugno 2007 (ore 18.30), ARPANet presenterà a Milano, presso il Mondadori Multicenter di Via Marghera, 28 i nuovi volumi delle collane CONCEPTS e miniCONCEPTS // Le dimensioni alternative dell’ispirazione ispirati dalle suggestioni della moda e del gusto.

    I volumi ospitano anche racconti di Raul Montanari e Francesca Mazzucato.

    La redazione di ARPANet presenterà i nuovi titoli CONCEPTS – Moda e CONCEPTS – Gusto, con la partecipazione degli autori selezionati in seguito all’iniziativa editoriale CONCEPTS Books e di alcuni attori che ne interpreteranno i testi.

    Sarà presentato inoltre il libro di Francesca Mazzucato “Via crucis per corpo e anima svestita nel gusto dell’avvilente voluttà di chi cerca di rimanere vivo. Frammento” pubblicato nella collana miniCONCEPTS.

    Seguirà aperitivo.
    ………………………………………………………………………………………….
    CONCEPTS – Moda
    La creatività, l’emozione, lo scintillio del presente e del passato: un intreccio di tessuti e colori da cui nascono collezioni di immagini e parole ispirate.

    CONCEPTS – Gusto
    La passione, il proibito, il ricordo, il gioco dei sapori, un rito tribale
    che scatena i sensi e crea visioni, immagini, narrazioni ispirate.
    ……………………………………………………………….
    CONCEPTS è la collana semestrale ARPANet dedicata all’ispirazione, nata con l’intento di tracciare un panorama completo dei percorsi della creatività, concentrandosi sui motivi ispiratori dai quali un’opera prende vita ed assume una propria dimensione originale (già pubblicati: CONCEPTS – Letteratura, CONCEPTS – Musica, CONCEPTS – Arte e CONCEPTS – Cinema).

    http://www.conceptsbooks.it
    http://www.arpanet.it

  92. georgia il 19 giugno 2007 alle 15:22

    posso segnalarvi una polemica un po’ indegna contro saviano sulle pagine del mattino?
    Se vi interessa ne parlo sul mio blog, altrimenti andate sul mattino dal 13 giugno tutti i giorni e ancora non è finita (con un precedente articolo di la capria che io però non ho trovato), sulle pagine locali..
    la polemica mi è stata segnalata dal bravissimo bruno esposito
    geo

  93. georgia il 19 giugno 2007 alle 15:33

    visto che sono in via di segnalazioni vi segnalo anche l’interessantissimo brano di Kantpostato da sergio baratto su Il primo amore.
    geo

  94. The O.C. il 19 giugno 2007 alle 15:59

    Georgia,
    discussione interessante che non risolve il mistero su Saviano: narratore o giornalista?

  95. Lucio Angelini il 20 giugno 2007 alle 10:07

    Segnalo “La poesia e lo spirito (di p. bianchi)” nel mio blog.

  96. georgia il 20 giugno 2007 alle 14:20

    ieri a firenze è morto Eugenio Miccini, poeta inventore della poesia visiva
    geo

  97. Chapuce il 21 giugno 2007 alle 09:50

    Buon inizio Estate a tutta NI!
    ciao

  98. The O.C. il 21 giugno 2007 alle 09:56

    Secondo Silvio Cristoforo Colombo Sircana: “Veltroni è un prodotto che si vende”. Finalmente.

  99. magda il 21 giugno 2007 alle 15:16

    e chi sono gli elettori di sinistra che lo comprano?
    noi :-(

  100. Anthony il 21 giugno 2007 alle 17:40

    Georgia, avrei un Canaletto da venderti, so che ti piace

  101. filippo senatore il 21 giugno 2007 alle 21:03

    L’amore al tempo del Portnoy
    I poeti leggono i poeti
    martedì 26 giugno ore 18,30
    Centro Culturale Cascina Grande Sala Conferenze in Via Togliatti
    Rozzano
    Tel. 02 89259331
    Filippo Senatore direttore emerito del Portnoy café letterario, legge Pierpaolo Pasolini
    pr Dal 1991 al 1994 ho diretto il caffè letterario Portnoy di Milano lasciatomi in eredità dall’amico Bruno Brancher. In quel caffè si stava come i Fratelli Marx nella cabina della nave del film “Un Giorno all’Opera”. Stretti ed assediati dai rumori del traffico e del tram sulla Ticinese. Quel nome è stato inventato da Sergio Israel patron del Café alla francese come sottolineava con eleganza e stile Mario Spinella. Antonio Porta, al secolo Leo Paolazzi mancato nel 1989, amico e vicino di casa di Sergio fece da padrino suggerendo il nome come una sorta di buon augurio e successo come il bestseller di Roth. In effetti da tutta Italia e dall’estero arrivavano poeti a leggere, immaginandosi uno spazio mitico mentre si stava una sopra l’altro calpestandosi i piedi, comprese tartine, rovesciandosi aperitivi e caffè come nella scenetta dei fratelli Marx.
    L’immagine più bella è quella di Maria Corti con un foulard al collo nella prolusione su Contini e Dante,come in una sala d’attesa a cura della Fondazione

  102. filippo senatore il 24 giugno 2007 alle 17:31

    PORTNOY 20 ANNI DOPO DA MILANO A ROZZANO

    Filippo Senatore direttore emerito del Portnoy café letterario, legge Pierpaolo Pasolini
    Ultimo appuntamento della rassegna
    I poeti leggono i poeti
    martedì 26 giugno ore 18,30
    Centro Culturale Cascina
    Grande Sala Conferenze
    in Via Togliatti
    Rozzano
    Tel. 02 89259331

    Una sala d’attesa con un foulard al collo di Maria Corti nella prolusione su Contini e Dante. Uno strapuntino dove non stavano gli occhiali e le mentine di Alda Merini. Lo sguardo di Peppo Pontiggia sugli appunti portati da Torino e un grande vuoto lasciato sulla Ticinese, la Darsena inghiottita dai parcheggi e la chiassosa gioventù fuori dall’urbe con il banale aperitivo poggiato sul marciapiede, senza un violoncello che accompagni qualche vecchio verso.

  103. The O.C. il 25 giugno 2007 alle 10:38

    “La Spagna non cambierà posizione”. Viva Zapatero.

  104. Chapuce il 25 giugno 2007 alle 12:31

    Viva la Spagna!
    ;-)

  105. The O.C. il 25 giugno 2007 alle 12:39

    Ve lo ricordate Andrea Rivera, il ribelle antipapista de’ noantri? Dopo Piazza San Giovanni, La Cgil gli ha dato la tessera onoraria della SAI, il sindacato attori italiani. Potenza di un microfono.

  106. Alessandro Canzian il 25 giugno 2007 alle 15:06

    Salve,

    in questi giorni ho aggiornato un poco il mio sito

    se vi va di visitarlo, oltre a qualche mio verso, vedrete quant’è bello mio figlio

    Saluti

    Alessandro Canzian

    http://xoomer.virgilio.it/alessandrocanzian

  107. Francesca E. Magni il 25 giugno 2007 alle 18:01

    E visto che si parla di figli, e’ nato TUTTI I NUMERI SONO UGUALI A CINQUE un blog di scienza e narrativa.
    io ci ho gia’ lasciato 5 messaggi.

    C’e’ un post sul problema del punto di vista nella scrittura. ORSU’ UMANISTI UNITEVI e date una mano a noi poveri SCIENZatetto ne’ legge per orientarci nel mondo della letteratura.

    Altrimenti chissa’ che combiniamo!
    A settembre esce anche un libro di racconti.

    ecco l’indirizzo: http://tinsuac.wordpress.com/

    fem
    (ho come la sensazione che ci massacrerete…. o ci ignorerete)

  108. luminamenti il 27 giugno 2007 alle 21:05

    Volevo segnalare nell’ottica del progetto etnico che porto avanti da alcuni anni, e mirato alla protezione e salvaguardia delle ultime culture antropologiche impropriamente definite “primitive” che è in via di organizzazione per il mese di agosto un viaggio iniziatico lungo la via dei Matses, nel cuore del Perù nord-orientale. Durata 30 giorni. La loro storia era ignota fino a 100 anni fa circa. Il mio primo viaggio tra i Matses risale al 1993. In quanto prima guida e responsabile del gruppo, tengo a precisare che si tratta di un viaggio duro, non è una passeggiata. Certamente è un’esperienza che resta indimenticabile! L’accettazione nel gruppo è vincolata a una liberatoria di responsabilità da accadimenti imprevedibili. Ho diversi contatti, informatori e amici tra i Matses e le popolazioni locali indigene, essendo questo il mio quarto viaggio. Ma si tratta di un luogo duro e di un viaggio che necessita della capacità di sopportare la paura, i rischi, la fatica fisica e mentale e forti emozioni. E’ certamente uno dei posti più belli al mondo, dove ancora sopravvive una fitta natura selvaggia che sembra trasportare in un mondo onirico, sconosciuto ai più. Si attraverserà parte del territorio lungo la discesa fluviale di due ampi e lenti fiumi, il Yivari e l’Ucayalli. E’ territorio abitato da caimani e anaconda, piena di serpenti velenosi e giaguari e dove malaria e febbre gialla sono di casa. Non ci sono alberghi, si vive insieme alle popolazioni locali nelle mallocas, grandi case ove vivono 6-8 famiglie. Il rispetto delle regole assegnate al gruppo è indispensabile per evitare spiacevoli incidenti e sorprese. Per ulteriori informazioni su costi, spostamenti, vaccinazioni, uso e trasporto di farmaci, viveri e tutto il resto, lasciare in bacheca email e sarete appena possibile contattati.
    Si dice che tra i Matses ci siano stati in passato casi di cannibalismo. Rimane un mistero se sia vero o meno, non ci sono documenti certi in tale senso, sebbene non si possa escluderlo. Ma queste notizie risalgono cmq a vecchi conflitti con popolazioni locali, circa 50 anni fa.

  109. Francesco il 27 giugno 2007 alle 22:13

    Gavoi (sardegna), 29 giugno-2 luglio, festival di letteratura
    Tra gli ospiti: Tullio Avoledo, Giorgio Faletti, Aldo Nove, Marcello Fois, Alcide Pierantozzi, Benedetta Centovalli, Alessandro De Roma, Antonio Scurati, Ernesto Franco, Antonio Franchini, e molti altri ancora.

    http://www.isoladellestorie.it

  110. Francesco il 27 giugno 2007 alle 22:14
  111. The O.C. il 28 giugno 2007 alle 10:00

    Bruciano i benzinai di Teheran.

  112. magda il 28 giugno 2007 alle 10:25

    Bello Lumina, io sono un pò refrattaria ai gruppi e credo che per un viaggio così sia necessario un minimo di preparazione fisica.
    Anche viaggi avventura propone cose interessanti, ciò che mi lascia perplessa sono i costi, decisamenti occidentali rispetto ad una fruizione da sub continente, mi sembra che si viva a regime del 3 mondo, ma si paghi a regime del 1. perchè devo dormire in tenda e pagare una vacanza da alpitur?
    Mi attira il Ladakh.
    In ogni caso, in dimensioni molto più ruspanti e facili, mi augurerei che luoghi stupendi come la Corsica vengano mantenuti allo stato brado e che la bellezza della natura, della popolazione e del territorio non vengano trasformati nell’ennesimo parco giochi per arricchiti annoiati.
    Soru per favore, tieniti Brigliatore e Silvio in Sardegna.

  113. stefano il 28 giugno 2007 alle 15:33

    Per chi fosse interessato, è uscita su Zibaldoni la mia traduzione di un articolo di Ingo Schulze su Wolfgang Hilbig, scomparso di recente.
    Grazie.

  114. alcor il 28 giugno 2007 alle 16:41

    Volevo segnalare che sotto il post su Meneghello io non riesco a entrare, mentre sotto tutti gli altri sì. Forse è solo un problema mio, ho visto che ci sono 7 commenti, ma nel caso non fossi l’unica…



indiani