Juke-Box via Montenapoleone / La canzone popolare

3 settembre 2007
Pubblicato da

luca_barbareschi.jpg

Parole & Musica di Ivano Fossati

Alzati che si sta alzando la canzone popolare
Se c’è qualcosa da dire ancora, se c’è qualcosa da fare
Alzati che si sta alzando la canzone popolare
Se c’è qualcosa da dire ancora ce lo dirà
Se c’è qualcosa da imparare ancora ce lo dirà.

Sono io oppure sei tu che hanno mandato più lontano
Per poi giocargli il ritorno sempre all’ultima mano
E sono io oppure sei tu chi ha sbagliato più forte
Che per avere tutto il mondo fra le braccia ci si è trovato anche la
morte
Sono io oppure sei tu, ma sono io oppure sei tu.

Alzati che si sta alzando la canzone popolare
Se c’è qualcosa da dire ancora, se c’è qualcosa da fare
Alzati che si sta alzando la canzone popolare
Se c’è qualcosa da capire ancora ce lo dirà
Se c’è qualcosa da chiarire ancora ce lo dirà.

Sono io oppure sei tu la donna che ha lottato tanto
Perché il brillare naturale dei suoi occhi non lo scambiassero per
pianto
E invece io, lo vedi da te, arrivo sempre l’indomani
E ti busso alla porta ancora e poi ti cerco le mani
Sono io, lo vedi da te, mi conosci, lo vedi da te.

Alzati che sta passando la canzone popolare…
Sono io sono proprio io che non mi guardo più allo specchio
Per non vedere le mie mani più veloci né il mio vestito più vecchio
E prendiamola fra le braccia questa vita danzante
Questi pezzi di amore caro, quest’esistenza tremante
Che sono io e che sei anche tu, che sono io e che sei anche tu.

Alzati che si sta alzando la canzone popolare
Alzati che sta passando la canzone popolare
Se c’è qualcosa da dire ancora ce lo dirà
Se c’è qualcosa da capire ancora ce lo dirà
Se c’è qualcosa da chiarire ancora ce lo dirà
Se c’è qualcosa da cantare ancora si capirà

Tag: ,

19 Responses to Juke-Box via Montenapoleone / La canzone popolare

  1. valter binaghi il 3 settembre 2007 alle 00:26

    Franz, ma perchè ci hai messo Barbareschi?

  2. franz krauspenhaar il 3 settembre 2007 alle 01:26

    Perchè tutto è uguale a tutto.

  3. Molesini il 3 settembre 2007 alle 04:49

    Detta così può anche accadere che non ci si riprenda più. Un brindisi alle diversità, agli opposti e a “J’adore Venise”, Panama e dintorni, a Macramé, a Discanto e alla Pianta del Tè.

  4. a blink before the end il 3 settembre 2007 alle 10:04

    http://it.youtube.com/watch?v=Po4WJfrmUrg

    di fossati questa è davvero bellissima

    buona giornata

  5. Francesca E. Magni il 3 settembre 2007 alle 10:31

    Tutto inteso come “il tutto”, l’intero, non può che essere uguale a se stesso. Le parti del tutto però si differenziano, esempio: il mio stipendio mensile non è per nulla uguale allo stipendio mensile di un deputato premier (18 000 euro, mi sembra).

    Segnalo il VaffanculoDay (8 settembre 2007): http://www.beppegrillo.it/vaffanculoday/index.php?id=vday

    fem

  6. beccalossi il 3 settembre 2007 alle 10:33

    ma il partito democratico che sigla avrà? ops, inno?
    1) questa, di fossati;
    2) oppure qualcosa di de gregori, visto che è tanto amico di veltroni;
    3) io propongo qualcosa dei dead kennedys, visto veltroni.

  7. beccalossi il 3 settembre 2007 alle 10:37

    I Dead Kennedys Subbuteo

    “I Dead Kennedys sono un gruppo hardcore punk proveniente da San Francisco, California. Da sempre schierati nell’estrema sinistra, la formazione ha attaccato, con la sua graffiante ironia, l’intero sistema statunitense. Musicalmente, i Dead Kennedys miscelano la sperimentazione della scena punk britannica con l’energia di quella statunitense. Il cantante storico Jello Biafra è anche responsabile di molti gruppi punk sotto contratto nella sua etichetta, la Alternative Tentacles. Il gruppo si sciolse nel 1986, ma si riformò, senza Biafra, nel 2001 per continuare a esibirsi dal vivo” (wiki-wiki)

    “Il Subbuteo è un gioco da tavolo nel quale viene riprodotto, in miniatura, il gioco del calcio. Esistono inoltre edizioni “storiche” del gioco (prodotte in Gran Bretagna negli anni cinquanta del XX secolo) anche per il rugby, il cricket ed il calcetto. Il gioco nacque in Gran Bretagna nel 1947 da un’idea dell’ornitologo Peter Adolph, che riprendeva, però, quella di un gioco già esistente dagli anni trenta, il New Footy, creato da W.L. Keelings. Originariamente Adolph avrebbe voluto chiamare il gioco The Hobby; il termine in inglese significa “passatempo”, ma designa anche una specie di falco diffuso – tra l’altro – in Toscana, l’Hobby appunto. Dal momento che però tale nome, secondo l’Ufficio Brevetti inglese, non era registrabile, l’inventore del gioco prese in prestito parte del nome scientifico, in latino: quello di Falco subbuteo.” (wiki-wiki)

  8. diamonds il 3 settembre 2007 alle 11:02

    “tutto è sospeso nel nulla”(cfr 0z,lo stesso mare).J’adore venise(in un doppio live è per Denise,giuro.O forse eravamo davvero al terzo doppio whiskey).E comunque Fossati è rivelazione,come il surf secondo Lory Petty.La politica un po meno.Bye Bye Baby

  9. gina il 3 settembre 2007 alle 11:11

    Tutto questo va verso l’alto
    come un fiume verticale
    a fulmine di spada
    io brindo al vostro passaggio
    al piacere del ladro
    alla pubblica colpa
    bevo acqua gelida a larghe mani
    bevo agli orizzonti gobbi
    alle femmine barbute
    alle scimmie e ai cani
    mi guardo ancora nello specchio
    e vi saluto,
    brava gente.
    (iubilaeum bolero)

  10. The O.C. il 3 settembre 2007 alle 12:27

    beccalossi ironizza, ma non pensa a mussi, fausti e carusi. Alzati che si sta alzando, la cosetta rossa.

  11. beccalossi il 3 settembre 2007 alle 13:22

    se penso a mussi, fausti e carusi la cosetta rossa non si alza mica: cala.

  12. gianni biondillo il 3 settembre 2007 alle 14:53

    Però il Barbareschi l’è propi un bell’omm, non trova signora mia?

  13. cappuccetto rosso il 3 settembre 2007 alle 20:48

    Grande Ivano!!!

  14. magda il 3 settembre 2007 alle 21:18

    ma dai, c’ha il mentone, la facciona, sembra Rutelli!
    molto meglio Ivano Fossati, solo che io, con le sue donne, tipo la Nancy Brilli, non posso competere.
    la butto sulla simpatia?

  15. Carla il 3 settembre 2007 alle 21:33

    c’è lo sguardo intenso delle parole
    in questa canzone….

  16. Molesini il 4 settembre 2007 alle 01:29

    Nancy Brilli sta con Fossati? E io che mi sono portata per anni nel cuore l’immagine di una Martini dilaniata…

  17. gina il 4 settembre 2007 alle 09:43

    sono rimasta alla voce (non so se vera) che fossati avesse scritto e musicato (splendidamente) macramé per riconquistarla, la brilli. Alla faccia, per citarne un altro, dello “spettacolo d’arte varia di uno innamorato di te”:)

  18. magda il 4 settembre 2007 alle 14:29

    stava, stava, pare sia stato un amore molto tormentato.
    aaaahhhhh, che invidia……

  19. ruggero solmi il 4 settembre 2007 alle 15:49

    barbareschi è.



indiani