John Ashbery on MTV

parmigianino4.jpg MtvU, il canale sussidiario del network MTV, trasmesso solo nei campus universitari, ha annunciato di aver selezionato il suo primo “poeta laureato”. E’ John Ashbery, il poeta ottantenne di New York, di cui verranno pubblicizzate in brevi spot giornalieri diverse sue liriche. Trascrivo alcuni versi estratti dal poemetto intitolato Self Portrait in a Convex Mirror (ispirato al celebre autoritratto di Francesco Mazzola detto il Parmigianino, in Italia edito da Garzanti nel 1983 e tradotto da Aldo Busi), vincitore del Pulitzer Prize, il National Book Award e il National Book Critics Circle Award.

Whose curved hand controls,
Francesco, the turning seasons and the thoughts
That peel off and fly away at breathless speeds
Like the last stubborn leaves ripped
From wet branches? I see in this only the chaos
Of your round mirror which organizes everything
Around the polestar of your eyes which are empty,
Know nothing, dream but reveal nothing.

Di chi è, Francesco,
la mano ricurva che controlla l’alternarsi delle stagioni
e i pensieri che si spellano e volano via a perdifiato
come le ultime ostinate foglie strappate
dai rami umidi? In ciò che io leggo soltanto il caos
del tuo specchio rotondo che organizza ogni cosa
attorno alla stella polare dei tuoi occhi che sono vuoti,
non sanno nulla, sognano ma non rivelano nulla.

sergio garufi

Sono nato nel 1963 a Milano e vivo a Monza. Mi interesso principalmente di arte e letteratura. Pezzi miei sono usciti sulla rivista accademica Rassegna Iberistica, il quindicinale Stilos, il quotidiano Liberazione, il settimanale Il Domenicale e il mensile ilmaleppeggio. 

Tags:

  8 comments for “John Ashbery on MTV

  1. blossom
    11 settembre 2007 at 09:05

    in originale è molto musicale, bella. eppure quell’autoritratto in specchio convesso a me pare un percorso di interiorizzazione più che di caos e vuoto, gli occhi il volto al centro dello specchio in dimensioni naturali oserei dire reali sembrano dire ciò che resta invariato , invariabile, il perno, il centro intorno a cui ruota l’energia creativa, mentre intorno tutto è straniato persino la bellissima mano così sapientemente deformata, come se fra l’intenzione e il fare dell’artista di ogni artista passasse inevitabile la deformazione dall’idea alla sua realizzazione.

    solo impressioni mattutine

    buona giornata

  2. Chapuce
    11 settembre 2007 at 10:02

    ‘Di chi è,
    la mano ricurva che controlla l’alternarsi delle stagioni
    e i pensieri che si spellano e volano via a perdifiato
    come le ultime ostinate foglie strappate
    dai rami umidi?

    mi piace questa sospensione….

    ciao

  3. ombracorta
    11 settembre 2007 at 10:14

    As Parmigianino did it, the right hand
    Bigger than the head, thrust at the viewer
    And swerving easily away, as though to protect
    What it advertises. A few leaded panes, old beams,
    Fur, pleated muslin, a coral ring run together
    In a movement supporting the face, which swims
    Toward and away like the hand
    Except that it is in repose. Is it what is
    Sequestered. Vasari says, «Francesco one day set himself
    To take his own portrait, looking at himself for that purpose
    In a convex mirror, such as is used by barbers…

  4. Ana
    11 settembre 2007 at 10:38

    molto bella!

  5. 11 settembre 2007 at 11:58

    Sì, molto bella

  6. Ted
    11 settembre 2007 at 12:08

    Oddio, rimpicciolite quell’immagine! In home occupa metà sidebar!

  7. Ginevra
    11 settembre 2007 at 12:55

    molto fine l’icòna!

  8. cane di popoè con giambo
    12 settembre 2007 at 00:15

    ma garufi il parmigianino lo spalmi sul panino?*
    melanzanino
    diritto divino
    pino
    di
    no
    filippino lippino
    buco a uncino
    rutto mastino
    porco dino
    ciccio bagnino

Comments are closed.