Zoria

pblake-untitled-97.jpg 

 di Esther Grotti

Zoria

Sua Signoria

permette?

emersa

da rimasugli di memoria

sporca e regale come sempre

mi inviti urlando

gentilmente

di servirti un vassoio

di carta per i tuoi sogni possenti

da disegnare tutti d’un fiato

mi inerpico nei bar

e nelle panetterie

a cercare la tela da te preferita

con due scatolette per i gatti

che albergano il cemento

insieme a te

regalmente

gattescamente

anche oggi

non sono una mignotta

ma una serva bionda alla tua follia

quanto mi manca oggi

Zoria

la tua follia

che faceva di

Viareggio un’opera d’arte

più del liberty

più del carnevale

più della lecciona del mare

cammino oggi

nel freddo che taglia la memoria

Zoria ancora fossi

Zoria

ancora amica

mia

(Immagine: Peter Blake – Untitled, 1997)

  1 comment for “Zoria

  1. 19 marzo 2008 at 14:33

    “vassoio di carta per i tuoi sogni possenti”, in colpo solo il significato ultimo (dei versi?).

Comments are closed.