Bacheca di aprile 2008

1 aprile 2008
Pubblicato da

Spazio aperto alle discussioni e alle segnalazioni.

62 Responses to Bacheca di aprile 2008

  1. db il 1 aprile 2008 alle 22:17

    Reister, in veste di gestore del lit-blog NI ha scritto nella bacheca di marzo:

    *i commentatori di NI sono 100, ci sono altri 200 lettori che leggono i commenti, e i restanti 5.000 lettori regolari ignorano semplicemente i commenti.*

    Ciò significa che i frequentatori dei commenti sono il 3% dei frequentatori di NI. Se poi si considera che la maggioranza dei commenti è del tenore di questo sopra al mio, la domanda sorge spontanea: perché NI non si trasforma in sito (tipo Il Primo Amore), con uno scambio coi lettori più sano, i.e. via e-mail?

  2. Blog Reader il 1 aprile 2008 alle 23:00

    Mi spiace davvero tanto per la scomparsa di Lucio Angelini, anche se dal suo blog non si capisce bene cosa sia successo.

  3. Giuseppe Iannozzi il 2 aprile 2008 alle 07:31

    Una tragedia. Una tragedia. Una tragedia.
    Ho appena deposto una corona di fiori sul blog di Angelini.
    Non riesco a darmi pace. Pare che sia scivolato in un burrone…
    Gaja piange come una fontanella. Io pure.
    Siamo disperati.
    Povero povero Lucio.

  4. simone il 2 aprile 2008 alle 08:37

    SABATO 12 APRILE
    Art Studio Caffè
    Via dei Gracchi 187a, ROMA – ore 18:30

    Sabato 12 Aprile saremo ospiti, con presentazione dell’antologia “25 Racconti Emersi” e reading, all’ Art Studio Caffè (Via dei Gracchi 187a). Vi aspettiamo! Durante la serata sarà inoltre possibile acquistare “25 Racconti Emersi“.

    SABATO 19 APRILE
    Circolo Zuni
    Via Ragno 15, FERRARA – ore 21

    Al circolo Zuni di Ferrara (Via Ragno 15), in collaborazione con THC Polimedia si terrà una nuova presentazione del nostro progetto e dell’antologia “25 Racconti Emersi”, il nostro primo passo. Durante la serata sarà inoltre possibile acquistare “25 Racconti Emersi“.

  5. Giuseppe Iannozzi il 2 aprile 2008 alle 10:12

    Si parla di Dio, di Ebraismo, di vita, di vita dopo la morte con Fabio Della Seta qui. FABIO DELLA SETA – I SILENZI DI JOE – INTERVISTA ALL’AUTORE

    Fabio Della Seta (Roma, 1924), ha esordito come giornalista nella stampa ebraica ricoprendo per circa dieci anni l’incarico di caporedattore del settimanale Israel. Ha iniziato la sua carriera in Rai con il radiodramma Josef impara a cantare, al quale sono seguiti numerosi altri radiodrammi e programmi di attualità culturale, fra cui Il ridotto, teatro di oggi e di domani (in coppia dapprima con R. La Capria e poi con W.Weaver); come dirigente ha ricoperto incarichi di responsabilità nella produzione e nella realizzazione di programmi culturali radiofonici e televisivi. Per molti anni ha diretto gli uffici Rai per l’America Latina. Ha pubblicato numerosi libri tra cui: Antico Nuovo Israele, saggio sulle origini dello Stato ebraico; Agnusdei, romanzo; Rivedere Petra, racconti; L’incendio del Tevere, storia della scuola ebraica di Roma; Roma in valigia, raccolta di sonetti romaneschi con cui è stato consacrato come il degno discendente di Giuseppe Gioacchino Belli). Come giornalista ha collaborato e collabora con riviste e quotidiani su argomenti di cultura.

    g.i.

  6. Cristò il 2 aprile 2008 alle 12:17

    A quanto pare la dipartita di Lucio Angelini era un pesce d’aprile.

  7. Giuseppe Iannozzi il 2 aprile 2008 alle 13:40

    Con la finta dipartita di Lucio è ormai provato che Dio non esiste. :-D

  8. Giuseppe Iannozzi il 3 aprile 2008 alle 07:54

    CENTRO COMMERCIALE di MARIO FAVINI

    Un giovane autore al suo esordio che con spirito avantpop ballardiano introduce il lettore nel mondo disumanizzato e disumanizzante dei centri commerciali.

  9. Cappuccetto rosso il 3 aprile 2008 alle 16:41

    sabato 5 aprile, ore 17, Villa Bertarelli, Giampiero Neri.

  10. Plessus il 5 aprile 2008 alle 09:49

    Ai curatori del sito, e p/c, ai cazzeggiatori del sito:
    si può aprire una sezione ludica, una bacheca dedicata al cazzeggio?
    Questo è uno spazio, come dice il titolo, aperto alle discussioni e alle segnalazioni, non agli scherzi e agli sfottò.
    D’altra parte gli indiani, come tutta l’umanità, ha bisogno di scherzare e rincorrere le squaw fin dentro i tepee.
    Perchè non riservare allora uno spazio apposito in questo sito?
    In contemporanea, da parte di chi inserisce un post, sarebbe opportuno un maggior impegno a favore della cancellazione dei commenti non pertinenti all’argomento trattato.
    Che dite? Non è fattibile?

  11. marco rovelli il 5 aprile 2008 alle 10:38

    L’idea del kindergarten mi pare interessante. Quel rumore che striscia nei post, spesso degradandone il senso, in uno spazio apposito potrebbe perfino trasformarsi in qualcosa di sensato…
    Quanto alla cancellazione dei commenti non pertinenti (e non – come sarebbe invece più sano – impertinenti), vige la norma che ogni redattore si regola a proprio insindacabile giudizio. Per quanto mi riguarda lo faccio, e non mi stanco di dire agli altri indiani che sarebbe opportuno farlo sempre.

  12. Cappuccetto rosso il 5 aprile 2008 alle 17:02

    sabato 10 maggio 2008, ore 17.00, Villa Bertarelli, Franco Buffoni.

    Non sa neppure d’essere
    nato in Equador,
    di avere un rene pronto
    e poi anche il cuore

  13. aditus il 8 aprile 2008 alle 10:19

    @Reister. Come sono state elaborate le statistiche?

  14. s|a il 9 aprile 2008 alle 00:06

    Magari lo sapete già. In caso contrario, pubblicizzandolo, NI potrebbe dare un gran aiuto alle “Mondine” e alla loro iniziativa “Radici Resistenti”.

    http://www.mondine.it/2008/03/11/25-aprile-radici-resistenti/

  15. aditus il 9 aprile 2008 alle 17:44

    Cosa è accaduto alla grafica di Nazione Indiana? Solo io la vedo tutta “sbrigliata”?

  16. jan reister il 9 aprile 2008 alle 18:01

    “sbrigliata” è una bella espressione. Comunque, leggi qui:

    https://www.nazioneindiana.com/2008/04/09/un-giorno-senza-fogli-di-stile-css-naked-day/

  17. Chapucer il 10 aprile 2008 alle 21:06

    bene, la corsa è finita!
    non si può sempre essere “sbrigliati”!;-)
    Ciao :-)

  18. fem il 11 aprile 2008 alle 19:45

    che fine ha fatto Sergio Garufi? Noto che nel “chi siamo” è passato dalla parte degli ex. Il suo ultimo post del 3 marzo poi non si fa neppure salvare…
    è pur vero che io stessa mi sono assentata da NI per un po’. Forse che lui ha salutato e non me ne sono accorta?

    fem

    (ciao Chapucer!)

  19. v il 12 aprile 2008 alle 17:44

    Caffè letterario intra moenia
    piazza Bellini, 70 NAPOLI

    Mercoledi 16 aprile / ore 19, 00

    Giancarlo Alfano
    Gabriele Frasca
    Andrea Inglese

    presentano: LE API MIGRATORI di Andrea Raos

    OEDIPUS 2007

    PS Oedipus è una casa editrice che presenta una poesia moderna, creativa.

  20. Cappuccetto rosso il 13 aprile 2008 alle 15:48

    Buongiorno!
    non so linkare e quindi metto l’indirizzo per esteso, se qualcuno fosse interessato, per il concorso di poesia e narrativa Giovanni da Legnano:
    http://www.famiglialegnanese.com

    @Jan, per la sala giochi non si può proprio fare niente!:-(
    ciao

  21. Cappuccetto rosso il 13 aprile 2008 alle 15:49

    accidenti, l’esclamativo voleva essere un punto di domanda…

  22. Paolino il 14 aprile 2008 alle 01:16

    NAPOLI, finalmente qualche proposta incoraggiante!

    Sono stato il 7 aprile alla presentazione del libro PIN Napoli e ho apprezzato l’entusiasmo e lo sforzo di alcuni giovani per cambiare questa città o almeno per cercare di farlo. Non so se ogni proposta può venire realizzata, ma penso che sia un esempio da imitare, aggiungo che non ho sentito parlare di sponsor e nessuno mi ha chiesto soldi o voti per qualche politico. Forse è un progetto interessante per noi giovani.

    http://www.egodinapoli.it/index.php?p=main

    http://www.egodinapoli.it/attach.php?value=80 .

  23. Cappuccetto rosso il 15 aprile 2008 alle 18:21

    Concorso
    Premio letterario nazionale Galbiate

    dal 1 aprile al 26 ottobre 2008

    Biblioteca civica
    Via Alessandrini – GALBIATE (LC)

    Il premio ha lo scopo di promuovere e di valorizzare il linguaggio poetico nella sua più ampia ricchezza espressiva. E’ suddiviso in due sezioni, poesia e racconto breve. I partecipanti possono inviare fino a tre componimenti per la sezione poesia e un solo racconto per la sezione racconto breve.

    (ciao Jan)

  24. mendacio il 15 aprile 2008 alle 23:32

    e vabè …andiamo avanti a concorsi letterari…circoli di poesia e vino..non so..
    i boyscout?

  25. Irene il 16 aprile 2008 alle 09:28

    Volevo segnalare che Venerdì 25 aprile alle ore 23.45 su RAI 2 andrà in onda la versione teatrale di Gomorra diretta da Mario Gelardi. Inaugurerà il nuovo ciclo di “Palcoscenico” la rassegna teatrale del palisensto di RAI 2. Conoscendo la mutevolezza dei palinsesti televisivi sarà bene chiedere conferma a ridosso della data e magari far notare che se lo trasmettessero ad un orario meno”notturno” sarebbe meglio per la visibilità e per l’importanza dell’argomento
    Irene

  26. Cappuccetto rosso il 16 aprile 2008 alle 20:47

    a cosa serve lo Share this?
    possibile che non si riesce ad entrare da nessuna parte Jan?
    si prega di rispondere…

  27. jan reister il 17 aprile 2008 alle 08:52

    Cappuccetto rosso » Se fai clic su “Share this” ti si apre una finestrella che permette di inviare l’articolo per email a un’altra persona.

  28. Cappuccetto rosso il 17 aprile 2008 alle 09:04

    :-)
    Grazie!

  29. Cappuccetto rosso il 17 aprile 2008 alle 12:16

    p.s., Jan, ma l’articolo si può copiare dentro o bisogna allegarlo?
    scusa l’ignoranza in questo campo….

    :-)

  30. jan reister il 17 aprile 2008 alle 12:27

    Cappuccetto rosso » perché non fai da te una prova?

  31. Cappuccetto rosso il 17 aprile 2008 alle 12:41

    appena ho pronto l’articolo!;-)
    comunque un breve corso via web è bene accetto…
    Buon pranzo

  32. jan reister il 17 aprile 2008 alle 13:44

    ma ROTFL.

  33. Cappuccetto rosso il 17 aprile 2008 alle 15:29

    meno male c’è google!
    :-)

  34. Cappuccetto rosso il 17 aprile 2008 alle 21:29

    ps, ma forse prima bisogna fare la registrazione?
    Mah!
    Buona notte…

  35. Annalisa il 18 aprile 2008 alle 09:42

    Appuntamenti della settimana alla Libreria Archivi del ‘900

    Martedì 15 ore 18,00
    L’Associazione Alboversorio è lieta di invitare ad una conferenza di Massimo Donà

    In occasione dell’uscita presso le Edizioni
    AlboVersorio dei libri L’ESSERE DI DIO e
    NON UCCIDERE (il nuovo volume della serie dedicata al Decalogo, che lo vede protagonista insieme ad Enrico Ghezzi), il filosofo, scrittore e musicista Massimo Donà tiene una conferenza aperta a tutti sui grandi temi di attualità della filosofia.

    Al termine della conferenza la casa editrice AlboVersorio, presenterà al pubblico la prima edizione del Corso di editoria saggistica.

    Giovedì 17 ore 18,30
    Prospettiva editrice presenta il libro
    SOLITUDINI di Annamaria Trevale

    Dodici storie diverse per raccontare come, in un mondo che ci appare sempre più spesso sovraffollato, sia fin troppo facile ritrovarsi completamente soli, senza alcuna distinzione fra giovani e anziani, fra poveri e ricchi.
    Solitudini materiali, ma anche morali, di persone
    all’apparenza ben collocate nella società che li circonda.
    Solitudini a volte cercate, a volte anche subite e non sempre sconfitte, come malattie sottili, alle quali è assai
    difficile trovare una terapia, il cui esito del resto rimane spesso incerto.

    Sabato 19 ore 17,30
    La casa editrice Il Filo è lieta di presentare
    EMMA di Marzia Astorino

    Emma Ventura: ventisei anni, un’importante carriera presso la “Casa della moda” e un fidanzato, Giancarlo, un uomo maturo, di potere, sicuro di sé, dirigente della stessa
    società. Tutto sembra, in apparenza, perfetto nella sua vita fino a quando, un mattino piovoso, in uno degli usuali spostamenti in taxi fino all’aeroporto per l’ennesimo viaggio di lavoro il suo sguardo incontra quello di Davide, un coetaneo gentile e dai modi cortesi. Da lì il suo mondo fatalmente si sgretola.

    Sabato 19 ore 18,00
    L’ Associazione Culturale Archivi del ‘900 presenta per il ciclo VOCI DAL MONDO

    LA COMUNITA’ INUIT.
    LETTURE TRATTE DALL’IMMAGINARIO

    Introduzione al mondo e alla cultura dei Popoli del Nord, letture di testi poetici, esposizione di manufatti, musica

    Un tempo chiamati Esquimesi, “mangiatori di carne cruda” – termine attribuito loro con intento dispregiativo, attualmente in disuso e sostituito dalla parola “Inuit”, ad indicare la genuina natura de “gli uomini” – dopo anni di strenuo impegno essi vedono oggi riconosciuti dal governo canadese il sacrosanto diritto (che è di ogni popolo) all’autodeterminazione; oltre alla propria dignità, calpestata per decenni, di minoranza che da circa quattromila anni popola gli eburnei, algidi Territori di Nord-Ovest. Claudio Buttura

    Con
    Andrea Rognoni, presidente del Centro
    Grammatica dei dialetti della Lombardia
    Franca Fabbri, soprano e già divulgatrice dell’arte Inuit in Italia
    Paolo Cherici al liuto

    Sabato 19 ore 18,00
    Edizioni ProgettoCultura presenta il libro
    di Simone Dominici

    I NUOVI SCHIAVI
    Diario di un viaggiatore “schiavizzato

  36. Arianna il 18 aprile 2008 alle 09:57

    Salve,

    Per chi scrive:

    Continua l’iniziativa “i grandi temi della poesia” con una serie di antologie poetiche introdotte da un testo inedito di un grande poeta contemporaneo. Seconda tematica “Il sogno”. Per partecipare è sufficiente inviare entro il 30 aprile da una a tre poesie in unico file word completo di dati (nome, indirizzo, email, telefono) Per maggiori info clicca qui.

    Terzo appuntamento anche con le “Istant-anthology”. Tema del mese “La città”. Un tema naturalmente affrontabile da qualsiasi punto di vista ironico o drammatico, noir o underground.. Per partecipare è sufficiente inviare entro il 30 aprile da uno a tre testi di massimo 3 cartelle (ogni cartella 1800 caratteri) in unico file word completo di dati (nome, indirizzo, email, telefono) Per maggiori info clicca qui.

    Per chi legge:

    Avanti anche le nostre promozioni. Continua la promozione per il bellissimo “Miles e Juliette” di Walter Mauro già piccolo caso letterario di queste settimane. Per chi acquisterà il volume in regalo “Marilyn Monroe non è morta” di Patrick Besson, uscito nella stessa collana Biotòn. Ma arriva anche un nuovo, divertentissimo, libro della collana Racconti d’autore, “Cani e gatti. Storia di un matrimonio” di Sandra Petrignani che regala a scelta un altro racconto d’autore.

    Per maggiori info clicca qui.

    Tieni sempre sott’occhio la sezione eventi del sito, anche questo mese reading, aperitivi, cene, presentazioni…

    La Redazione

    http://www.giulioperroneditore.it

  37. Cappuccetto rosso il 18 aprile 2008 alle 10:03

    @Jan: in Atei? Altrochè! non si riesce ad entrare a commentare, come mai?

  38. orsola puecher il 18 aprile 2008 alle 10:23

    ROTFL al quadrato per la potenza di 16

    @red hood

    mica ci volevi commentare uno dei tuoi ormai mitici

    “ora-non-ho-tempo-ripasso-dopo”

    ;-))))

    cia’ tetragona

  39. Cappuccetto rosso il 18 aprile 2008 alle 10:34

    …non immaginerai mai cosa!;-)

  40. orsola puecher il 18 aprile 2008 alle 10:41

    100% che era inerente alla mescita vini citata alla fine del comunicato…
    :-)

  41. Cappuccetto rosso il 18 aprile 2008 alle 10:55

    non lo saprai mai!

  42. orsola puecher il 18 aprile 2008 alle 10:58

    …eh credo che sopravviverò lo stesso.

  43. véronique il 18 aprile 2008 alle 11:02

    Aimé Césaire è morto. Non resisto a fare condividere una poesia che amo:
    SURVIE

    Je t’évoque
    bananier pathétique agitant mon coeur nu
    dans le jour psalmodiant
    je t’évoque
    vieux hougan des montagnes sourdes la nuit
    juste la nuit qui précède la dernière
    et ses roulements d’ennui frappant à la poterne folle
    des villes enfuies
    mais ce n’est que le prélude des forêts en marche au cou
    sanglant du monde
    c’est ma haine singulière
    dérivant ses icebergs dans l’haleine des vraies flammes
    donnez-moi
    ah donnez-moi l’oeil immortel de l’ambre
    et des ombres et des tombes en granit équarri
    car l’idéal barrière des plans moites et les herbes acquatiques
    écouteront aux zones vertes
    les truchements de l’oubli se nouant et se dénouant
    et les racines de la montagne
    levant la race royale des amandiers de l’espérance
    fleuriront par les sentiers de chair
    ( le mal de vivre passant comme un orage)
    cependant qu’à l’enseigne du ciel
    un feu d’or sourira
    au chant ardent des flammes de mon corps.

    LES ARMES MIRACULEUSES

    Con siglio anche la lettura de Cahier d’un retour au pays natal

  44. Lucio Angelini il 18 aprile 2008 alle 11:45

    Segnalo il post:

    “LA SINISTRA COME PIPPA BACCA” qui:

    http://lucioangelini.splinder.com/post/16784953

  45. c.r. il 18 aprile 2008 alle 20:08

    ma dove sei, ma dove sei…:-(

  46. véronique v il 20 aprile 2008 alle 17:22

    Propongo una traduzione del poema di Aimé Césaire (uomo generoso che ha marcato la francofonia e soprattutto la vista della negritudine.
    E’ lo stesso poema in italiano questa volta e ho molto paura di avere fatto errori terribili

    Sopravvivenza

    Evoco tu
    Banano patetico agitando il mio cuore nudo
    nella luce salmodiando
    evoco tu
    antico (vecchio?) “hougan” delle montagne sorde
    Solo la notte che precede l’ultima
    e i suoi rombi di noia bussando alla postierla delle città sepolte
    ma è solo il preludio delle foreste in marcia al collo sanguinante del mondo
    E’ il mio odio singolare
    derivando iceberg nel fiato delle fiamme vere
    Dammi
    Dammi l’occhio immortale dell’ambra
    e delle ombre e delle tombe con il granit squadrato:
    l’ideale barriera dei superficie madide e l’erba acquatica
    ascolteranno al punto delle zone verdi
    per il tramite dell’oblio si allacciando e si sciogliendo
    e i radici della montagna
    alzando la razza reale dei mandorli dell’esperanza
    fioriranno per i sentieri della carne
    (Le male di vivere passando come il temporale)

  47. véronique v il 20 aprile 2008 alle 17:25

    E anche una manera di fare un cenno nell’aria invisibile a un amico Nimrod che si occupa della poesia africana, poeta e romanziere.

  48. Cappuccetto rosso il 21 aprile 2008 alle 08:48

    evoco tu…?:-)
    ciao Vèro!

  49. véronique vergé il 21 aprile 2008 alle 12:03

    Cucù Cappuccetto rosso,
    volevo dire “ti evoco”, ma è troppo difficile tradurre con i miei poveretti mezzi. In realtà è una manera di condivire un impressione di bellezza che ho provato, leggendo questo poema.
    Ma devo dire che ho fatto una confusione bizzarra tra il io e il tu, e certo erroro mostruosi, ma non è grave.
    Buona giornata a te.

  50. Cappuccetto rosso il 21 aprile 2008 alle 17:18

    bau…scetti!:-)))
    condivido la manera…
    buona serata a te, Vèronique :-)

  51. véronique vergé il 22 aprile 2008 alle 08:14

    info Contro violenza donna
    ROMA assemblea pubblica 22 APRILE 2008 ORE: 18: 30

    Per ogni donna stuprata e offesa siamo tutte parte lesa

    Sala Simonetta Tosi, pianno terra

    Casa internazionale delle donne, via della Lungara, 19 (Roma)

  52. Cappuccetto il 22 aprile 2008 alle 12:42

    Grande rassegna di dipinti, Ginacarlo Vitali

    Ritratti di pollame, carne, rose e girasoli
    A cura di Carlo Bertelli
    Allestimento di Mario Botta
    15 marzo – 21 giugno 2008
    Ingresso libero
    Da lunedì a venerdì: ore 10-18;
    sabato e domenica: ore 11-18.
    NUOVA SEDE ANCE LECCO (come raggiungerci)
    Via Grandi 9 – Lecco

  53. Cappuccetto il 22 aprile 2008 alle 13:30

    oops, volevo scrivere Giancarlo!:-)

  54. Monia il 22 aprile 2008 alle 16:05

    NI non potrebbe fare da megafono per la battaglia che Franco Arminio e i suoi Irpini stanno combattendo sul Formicoso? Non si può leggere questo e non far nulla!
    Saluti.

  55. Monia il 22 aprile 2008 alle 16:06
  56. Cappuccetto il 23 aprile 2008 alle 13:55

    A Villa Olmo ottanta opere, provenienti dal museo viennese, ripercorreranno la genesi dell’arte del Novecento, partendo dal Barocco, passando per la Belle Époque, per il Biedermeier, fino a giungere alla Secessione e al primo Espressionismo.
    Un successo che si protrae nel tempo e che in quattro anni ha portato sulle rive del Lario oltre 350.000 visitatori, grazie alle iniziative espositive, organizzate dal Comune di Como, dedicate ai capolavori di Miró, Picasso, Magritte e degli Impressionisti. La settecentesca Villa Olmo e’ ora pronta a ospitare la nuova grande iniziativa. Dal 15 marzo al 20 luglio 2008 si terrà un raffinato evento dedicato ai capolavori provenienti dal Museo Belvedere di Vienna.

  57. Chapucer il 25 aprile 2008 alle 16:46

    Buon 25 aprile! :-)

  58. Lucio Angelini il 26 aprile 2008 alle 06:20

    SMACHERATA LA NUOVA BEFFA DEI LUTHER BLISSET/WU MING

    Qui:

    http://www.lucioangelini.splinder.com

  59. véronique vergé il 26 aprile 2008 alle 17:53

    Caro effeffe,
    Ho il libro Bourlinguer di Blaise Cendrars. Puoi darmi il CAP (credo che si dice cosi: le code postal de Torino? Non lo conosco.

  60. Irene il 29 aprile 2008 alle 12:34

    Poichè non ho un mio blog e non sono che una lettrice di Nazione Indiana vorrei che qualcuno degli autori dei post, o forse sarebbe meglio dire, SPERO che qualcuno degli autori dei post decida di scrivere qualcosa su questa ennesima pagina nera, in tutti i sensi, che rappresenta l’elezione di alemanno a sindaco di Roma. Ho letto anche nel commento di O.C. al post “I numeri, la pancia, la ricostruzione” di Leonardo Palmisano la stessa richiesta. Credo sia utile tenere viva la discussione su cosa è possibile fare realmente in questo Paese visto che la classe politica è ormai inesistente. Dal momento che molti di noi non si sentono più rappresentati da nessuno, grazie anche al lavoro di fino fatto da entrambi gli schieramenti per far perdere a ciascuno di noi identità politica, senso di appartenenza; visto che la cosiddetta”mobilità” ha vanificato qualunque spirito di aggregazione a uso e consumo di chi vive per il proprio esclusivo profitto, che ben sa che l’unione di molti rappresenta sempre un pericolo, soprattutto quando il potere è nelle mani di chi è invischiato in affari discutibili e colluso con forze marce della società, a fronte di ciò chi ancora vuole cose diverse da quelle che ci propinano quotidianamente e pensa che ci sia ancora margine per salvare la democrazia CHE COSA DEVE FARE? CHE COSA VOGLIAMO FARE OPERATIVAMENTE; SENZA CHIACCHIERE E SEGHE MENTALI INUTILI? Grazie.

  61. véronique vergé il 30 aprile 2008 alle 08:07

    Irene ha ragione e sostengo la sua proposta.

    Messaggio a effeffe: mando il libro questo pomeriggio anche se non ho il Cap. Spero che arriverà a destinazione.

    BUON PRIMO MAGGIO A TUTTI !

  62. Irene il 30 aprile 2008 alle 10:51

    Grazie, Véronique, spero davvero che qualcuno degli autori raccolga l’esigenza di tanti di noi!



indiani