COPY SHOP di Virgil Widrich

20 febbraio 2011
Pubblicato da

 COPY SHOP 

 Virgil Widrich 

[ 2001 – 35 mm – b/n – 12 minuti – musica – senza dialoghi – è la storia di un uomo che lavora in un negozio di fotocopie e fotocopia se stesso – finché non riempie il mondo intero di se stessi – il film consiste in circa 18.000 fotogrammi digitali fotocopiati che sono stati animati e ripresi in stop motion con una camera 35 mm ]
 

Tag: , ,

3 Responses to COPY SHOP di Virgil Widrich

  1. sparz il 22 febbraio 2011 alle 10:23

    assolutamente incredibile. Ma come ha fatto?

  2. Massimo Bonifazio il 22 febbraio 2011 alle 19:00

    Geniale, e contiene anche una metafora adeguata: ché siamo tutti fotocopie, e non si sa più quale sia l’originale… che in ogni caso sarebbe grigio e ciancicato.

  3. viola il 22 febbraio 2011 alle 19:22

    più lo guardo, più mi viene in mente “L’uomo duplicato” di Saramago, un libro che ho molto amato



indiani