Per un nuovo spirito (del/la) Comune [nel 140° anniversario]

18 marzo 2011
Pubblicato da

Ci sono anniversari iper-celebrati, altri dimenticati. Oggi sono passati 140 anni dallo scoppio della rivolta comunarda parigina. Quando Lecomte voleva far sparare sulla folla per prendersi i cannoni di Montmartre e i soldati fraternizzarono con la folla e con la Guardia Nazionale. Pubblico il video della canzone (con i disegni di Otto Gabos a illustrarla): La Comunarda, il cui testo fu scritto da me e da Francesco Forlani, immaginandoci una storia d’amore sulle barricate – perché la rivolta ha sempre in sé una smisurata promessa d’avvenire. mr

Tag: , , ,

7 Responses to Per un nuovo spirito (del/la) Comune [nel 140° anniversario]

  1. riccardo de gennaro il 18 marzo 2011 alle 13:32

    Se passate da Parigi andate al cimitero del Père Lachiase. Sul busto in pietra di Charles Nodier, pressappoco di fronte a quello di Balzac, ci sono ancora i segni delle pallottole dell’ultimo scontro tra comunardi e versagliesi. Vive la Commune!

  2. carmine vitale il 18 marzo 2011 alle 16:49

    sempre!
    c.

  3. fabio il 18 marzo 2011 alle 18:50

    W la Comune il più grande esperimento insieme alla Catalogna del ’36 per ridare dignità agli sfruttati.

  4. riccardo de gennaro il 18 marzo 2011 alle 18:58

    sono perfettamente d’accordo, fabio.

  5. véronique vergé il 19 marzo 2011 alle 17:16

    BELLA

    ARTHUR RIMBAUD

    ANCHE LA RIVOLUZIONE FU CANTATA IN POESIA

    FRANCESCO FORLANI

    MARCO ROVELLI

    OTTO GABOS

    G
    R
    A
    Z
    I
    E

  6. fedor il 21 marzo 2011 alle 10:34
  7. marco rovelli il 21 marzo 2011 alle 13:07

    Non temere, Fedor, a luglio avremo modo di parlarne a lungo (tra l’altro io e Alessio Lega, che ci incontriamo da dieci anni ogni luglio in piazza Alimonda, stiamo mettendo in piedi uno spettacolo da cantastorie sul decennale, che attraversa una serie di rivolte, e scegli come “madre di tutte le rivolte” proprio la Comune)



indiani