Un Post a tavola : festa di Nazione Indiana e Primo Amore

24 marzo 2013
Pubblicato da

httpv://www.youtube.com/watch?v=4chCgD3Dw9g&feature=share&list=UUpV_XiM7fPwQnC5_HMbH1qg

12 Responses to Un Post a tavola : festa di Nazione Indiana e Primo Amore

  1. véronique vergé il 24 marzo 2013 alle 17:04

    Grazie Francesco e Davide per avere condiviso qualche brano della festa. Una parola mi fa fatto commozione. L’idea che tanti scrittori sono hanno scritto per Nazione Indiana qualche anno, poi sono partiti verso altre avventure, forse più solitaria nella scrittura. Succede come per la casa natale. È sempre li in un tempo nimbato.
    Mi fa commozione di sapere che tanti talenti so sono incontrati nel blog, si sono sfiorati, confrontati. Nazione Indiana rimane per me il blog di elezione, la mia lingua letteraria, la mia lingua e il mio amore.
    Non si puo paragonare con facebook o twitter, anche se consulto un facebook particolare per cogliere una presenza, un’anima.
    Credo che Nazione Indiana occupa uno spazio nella rete, unico, perché non è animato dal narcissismo, ma dall’incontro per fare emergere la litteratura italiana.

  2. Francesca Canobbio il 24 marzo 2013 alle 17:49

    train SPOT the vie…

    The melting POTS
    are the TOPS
    of the POST

    STOP

    f*

    • sparz il 24 marzo 2013 alle 23:25

      bello! Ma guarda “SOTP” quante possibilità offre!
      http://acronyms.thefreedictionary.com/SOTP

      • Francesca Canobbio il 25 marzo 2013 alle 01:03

        Spartz
        Ora
        Ti
        Parla

        un SOTP per tutti :)

        • Francesca Canobbio il 25 marzo 2013 alle 01:06

          pardon, Sparz, il refuso incidentale !! :-)

      • Francesca Canobbio il 25 marzo 2013 alle 01:09

        Sparz
        Ora
        Ti
        Parla

        un SOTP per tutti :)

        • sparz il 25 marzo 2013 alle 13:32

          peccato! Già mi lambiccavo che spartz nascondesse qualche ulteriore straordinaria possibilità anagrammatica . . ., certo che con una sola vocale e cinque consonanti, non è facile; forse in ceco . . .

          • nc il 25 marzo 2013 alle 14:47

            uno spraz de lux

  3. véronique vergé il 25 marzo 2013 alle 13:11

    Effeffe non hai dimenticato Les Voyelles du coeur, françaises. Ho avuto il privileggio qualche anno fa di entrare nella libreria e di sentire l’ambiente misterioso, l’ombra, la poesia dei libri.

  4. francesco forlani il 25 marzo 2013 alle 14:03

    eggià Verò luce ed ombra per un chiaroscuro dell’anima http://www.youtube.com/watch?v=nc049lNkS6c&feature=youtu.be

  5. véronique vergé il 25 marzo 2013 alle 20:22

    Effeffe: Complimenti !!!



indiani