Trittico della letteratura italiana, #2

di Mariasole Ariot

D1

 

D2

 

 

D3

 

Qui il primo trittico.

 

Bonus track!

 

 

D4

 

 

Andrea Raos

andrea raos ha pubblicato discendere il fiume calmo, nel quinto quaderno italiano (milano, crocetti, 1996, a c. di franco buffoni), aspettami, dice. poesie 1992-2002 (roma, pieraldo, 2003), luna velata (marsiglia, cipM – les comptoirs de la nouvelle b.s., 2003), le api migratori (salerno, oèdipus – collana liquid, 2007), AAVV, prosa in prosa (firenze, le lettere, 2009), AAVV, la fisica delle cose. dieci riscritture da lucrezio (roma, giulio perrone editore, 2010) e i cani dello chott el-jerid (milano, arcipelago, 2010). è presente nel volume àkusma. forme della poesia contemporanea (metauro, 2000). ha curato l’antologia chijô no utagoe – il coro temporaneo (tokyo, shichôsha, 2001). con andrea inglese ha curato le antologie azioni poetiche. nouveaux poètes italiens, in «action poétique», (sett. 2004) e le macchine liriche. sei poeti francesi della contemporaneità, in «nuovi argomenti» (ott.-dic. 2005). sue poesie sono apparse in traduzione francese sulle riviste «le cahier du réfuge» (2002), «if» (2003), «action poétique» (2005) e «exit» (2005); altre, in traduzioni inglese, sono apparse in "The New Review of Literature" (vol. 5 no. 2 / Spring 2008), "Aufgabe" (no. 7, 2008), poetry international e free verse. 

Tags:

  12 comments for “Trittico della letteratura italiana, #2

  1. f.t.
    4 novembre 2013 at 18:46

    <3

  2. véronique vergé
    4 novembre 2013 at 19:21

    Scrivere sull’impossibilità di scrivere è già il principio della scrittura :-)

  3. 4 novembre 2013 at 19:38

    ne voglio ancora, di questi disegnini così dolcemente strazianti!

    • mariasole
      5 novembre 2013 at 04:52

      al dolce straziante non c’è mai fine, davide!

  4. 4 novembre 2013 at 20:21

    Frammenti teneri e comici, ma anche reali; sentiti.
    brava mariasole!
    un saluto,
    mario s.

    • mariasole
      5 novembre 2013 at 04:54

      caro mario, è tutta colpa di andrea raos. Lui è il vero colpevole

      • 7 novembre 2013 at 08:44

        sicuramente Raos ha colpa, ma se la sua colpa è fonte di ispirazione per te …va benissimo così!

  5. 4 novembre 2013 at 20:55
    IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
                            \\\\|////        \\\\|////
                           \\  - -  //      \\  - -  //
                            (  @ @  )        (  @ @  )
                          oOOo-(_)-oOOo    oOOo-(_)-oOOo
    IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
  6. n.a.
    5 novembre 2013 at 09:01

    molto chiari. ciao.

  7. inadeguata
    5 novembre 2013 at 22:14

    commento alla seconda immagine: belli gli ovali, ma la definizione di “I” come “persona inadeguata” è parte stessa del panorama letterario, e da sola basterebbe a spiegare l’assenza di pubblico

    • mariasole
      8 novembre 2013 at 12:28

      Vero. Ma il disegnino è dal punto di vista della (I), e l’inadeguato ha bisogno di apparenti adeguati per sentirsi ancor più inadeguato.

  8. andrea inglese
    7 novembre 2013 at 10:38

    dei kafka-disegnini-digitali… come dice davide, ancora ancora!!!

Comments are closed.