Una carezza per Mario

28 settembre 2014
Pubblicato da

mario  [Nazioneindiana condivide queste parole, che ci ha mandato Pino Tripodi, amico e collega di Mario Benedetti]

Caro Mario,
in questo momento difficile ascolta la nostra carezza scritta con le tue parole.


En finir avec le monde

Pierre Jean Jouve, Matière céleste

Io non ho più niente di me.
Respiro la fatica della stanza a stare
dove gli uomini non sono più.
Io che sono qualcos’altro: distanza dalla vita

(Da: Mario Benedetti, Umana Gloria, Mondadori, 2004)

Tag:

6 Responses to Una carezza per Mario

  1. Antonio il 28 settembre 2014 alle 18:26

    sono molto triste. un poeta vero

    • matteo il 1 ottobre 2014 alle 17:45

      ma cosa è successo a Mario Benedetti?

      • redazione il 2 ottobre 2014 alle 15:46

        Ha avuto seri problemi di salute. Ora sta meglio.

        • daniele ventre il 4 ottobre 2014 alle 13:01

          Meno male :)

          • matteo il 6 ottobre 2014 alle 15:02

            dateci notizie, se e quando potrete

  2. véronique vergé il 28 settembre 2014 alle 19:06

    Una carezza scritta ha la dolcezza
    del vento, della magia dell’amicizia.
    L’implicito è come l’universo, il dolore universale che sembra solitudine, ma piena di piccole luci.



indiani