6 Responses to ΤΑ ‘ΔΑΤΕ ΤΑ ΜΑΘΑΤΕ

  1. Decimo il 5 gennaio 2015 alle 18:18

    Grazie sempre, Daniele. Solo, va corretta la traslitterazione di «μπουζούκι» in «bouzouki» o «buzuchi». Io suggerirei quest’ultima, e non per smania traduttoria, ma perché godrebbe d’un precedente d’eccellenza in Ennio Flaiano: «Vede, nel buzuchi il ballerino guarda a terra, ciò dipende da un rito antico, si può azzardare l’ipotesi che il buzuchi sia un rito apollineo e le danze africane siano riti dionisiaci» (Il gioco e il massacro, Adelphi).

  2. davide vargas il 7 gennaio 2015 alle 08:50

    un grande poeta, riscoperto dopo un recente viaggio a creta e amato come la sua isola

  3. davide vargas il 7 gennaio 2015 alle 08:51

    un grande poeta…riscoperto dopo un recente viaggio a creta e amato come la sua isola ispiratrice

  4. Decimo il 7 gennaio 2015 alle 19:17

    Perdonami, Daniele, umilmente… andrebbe pure corretta la svista —per iotacismo— Elitis in Elytis (Ελύτης).

  5. a.l. il 8 gennaio 2015 alle 22:53

    Sig. Ventre,
    ma perché scrive sempre ISOMETRA? Ha paura che i lettori non se ne accorgano?

    • daniele ventre il 17 gennaio 2015 alle 11:44

      No, voglio sottolineare come si fa, a mio modo di vedere, una traduzione di un testo in versi.



indiani