Extraterrestrial activity #4: Sci-Fi

4 agosto 2016
Pubblicato da

earth with debris

di Tracy K. Morris

Non ci saranno margini, ma curvature.
Linee nitide rivolte solo avanti.

Alla storia, dorsale coriacea e angoli
vivi, subentrerà la sfumatura,

Come quando i dinosauri lasciarono il posto
A masse su masse di ghiaccio.

Le donne saranno donne, sebbene
La differenza irrilevante. Il sesso

Sopravvissuto a ogni minaccia, appagherà
Solo la mente, che sarà poi il luogo preposto.

Come sballo, balleremo per noi stessi
Davanti a specchi tempestati di faretti d’oro.

I più vecchi riconosceranno quel brillare
Ma la parola sole sarà stata riassegnata

Al Dispositivo Standard Neutra-Uranio
Disponibile nelle abitazioni e case di riposo.

E sì, vivremo tutti più a lungo, grazie
Al consenso popolare. Senza peso, scardinati,

A eoni dalla nostra stessa luna, alla deriva
Nello spazio tenebroso, che sarà, una volta

Per tutte, scrutabile e quieto.

 

*

 

“Sci-Fi” è un testo di Tracy K. Harris (1972) tratto da Life on Mars, che nel 2012 ha ricevuto il premio Pulitzer per la poesia. Con The Body Question (2003) Harris aveva vinto il premio Cave Canem per il miglior libro d’esordio firmato da un poeta afro-americano. Insegna all’università di Princeton. (traduzione rm)

 

*

 

Nell’immagine: sunglint sull’Atlantico, con detrito.

 

Tag: , ,

One Response to Extraterrestrial activity #4: Sci-Fi

  1. dm il 21 agosto 2016 alle 00:49

    Che bella questa rubrica. (Scoperta ora).
    ((Scusate per questo commento buzzurro)).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




indiani