Photomaton & Vox/1

19 settembre 2016
Pubblicato da

22032620Herberto Helder, Photomaton & Vox, Assírio & Alvim, 1979 – 2006
traduzione inedita di Giacomo Sandron
[prima parte]

 

(l’umorismo nero quotidiano)

LLANFAIRPWLLGWYNGYLLGOGERYCHWYRNDROBWLLLLANTYSILIOGOGOGOCH, Paese del Galles.

– Cos’è che sta cercando, signora? – chiese il giovane alla donna indaffarata nella veranda. – Sto cercando un ago che mi è caduto in cucina. – E perché allora lo sta cercando in veranda? – Perché la cucina è molto buia – rispose la donna.

È stato messo in vendita il primo numero di una rivista di cultura e intervento le cui pagine, trattate con una sostanza chimica speciale, si infiammano e si consumano al contatto con l’aria.

In una cartiera si è verificato un insolito incidente sul lavoro: un operaio è caduto in un miscelatore ed è stato letteralmente trasformato in pasta di cellulosa. Ci si è accorti dell’incidente solo quando i filtri della carta si sono ostruiti. Nel miscelatore restavano soltanto una delle mani della vittima, una rotula, ciocche di capelli e strisce di pelle. Il corpo era perfettamente integrato nei fogli di carta che nel frattempo continuavano a uscire dalle presse.

Il polipo di un acquario pubblico si sta mangiando da solo. Si divora a una velocità di mezzo pollice al giorno.
Il polipo ha cominciato a comportarsi in maniera bizzarra da circa una settimana e due dei suoi tentacoli si trovano già divorati a metà. Finirà per morire mezzo mangiato da sé stesso.
La ragione del comportamento del polipo è sconosciuta.

Uno scultore ha annunciato che a breve presenterà le sue nuove creazioni – le sue ultime orecchie, orecchie sinistre in alluminio e gesso.
Lo scultore si rifiuta di spiegare questo fascino per le orecchie sinistre o di commentare e interpretare le sue opere. I critici affermano che esprimono un “concetto di solitudine”.

Nove persone hanno riportato gravi bruciature mentre uno scultore lavorava seguendo un processo di sua invenzione, che consiste nell’incendiare polvere di magnesio in un barile metallico. Il calore scioglie il metallo che, raffreddandosi, crea la scultura.
Si era cominciato con la declamazione di un poema improvvisato, dal titolo Il Calorifero, mentre tre artisti, così ispirati, dipingevano quadri bombardando le tele con le vernici.
Oltre alle bruciature, ventinove vetrate sono rimaste scheggiate e c’è stato un principio d’incendio.

Un attore si è trasformato in una torcia umana in pubblico, dopo aver ripetutamente offeso la civiltà occidentale. Dopo aver detto che si sarebbe cosparso di profumi del Libano, l’attore si è rovesciato il contenuto infiammabile di una bottiglia e ha acceso un fiammifero. La sua voce, proveniente dalle fiamme, proclamava la superiorità dell’Oriente sull’Occidente, mentre chi assisteva alla scena applaudiva con entusiasmo.

Cinque ragazzi hanno cosparso di benzina un uomo che dormiva nella stazione degli autobus e gli hanno dato fuoco. Sono rimasti poi a contemplare le fiamme. Più tardi hanno dichiarato che era “bello”, la cosa più bella che avessero mai visto in tutta la loro vita.

Una nuova legge, redatta in termini troppo espliciti e destinata a contrastare la vendita di letteratura erotica, sta diventando un best-seller.
Alcuni critici dicono che sia talmente specifica nel definire il concetto di oscenità che dovrebbe essere proibita in conformità alle proprie stesse direttive.
Avidi lettori hanno già esaurito la prima edizione.

Più di cento prostitute sono state messe in libertà da un “centro di riabilitazione”, dopo aver provocato tumulti, essersi denudate come forma di protesta, aver incendiato la struttura e aver affrontato la polizia con pietre e coltelli.
Le donne hanno dichiarato al ministro degli Affari Sociali di essere stufe della “riabilitazione” e che pretendevano di fare tranquillamente la propria vita.

La famosa spiaggia di Brighton, nel sud dell’Inghilterra, è stata di nuovo presa d’assalto da bande di giovani che hanno invaso le strade al grido di “vogliamo sangue”.

Il settimanale anarchico Freedom (Libertà), raccontando i disordini in cui la polizia è dovuta intervenire, titola la notizia come segue:
“Caos, fino all’instaurazione dell’anarchia.”

Una squadra di periti è stata convocata per disinnescare una granata conficcatasi senza esplodere nella coscia di un uomo.
L’uomo è morto in ospedale vittima della difterite.

La città è minacciata da un’invasione di gatti. L’Associazione Amici degli Animali stima in 40 mila il numero di gatti che hanno occupato i tetti e i cortili dei palazzi. Si dice che si moltiplichino rapidamente.
L’Associazione Amici degli Animali ha promosso la somministrazione annuale di iniezioni mortali per circa 5 mila gatti.
I cittadini confidano che l’Associazione Amici degli Animali riesca a farla finita con tutti i gatti.

Un giovane ha malmenato uno squalo a forza di calci in bocca.
Nonostante il maltrattamento lo squalo è riuscito a dileguarsi

a) Tre ragazzi hanno incontrato un macaco e si sono messi a imitarlo. Il macaco, irritato, ha morso i tre.
b) Un macaco ha voluto imitare un venditore ambulante che, non gradendo lo scherzo, lo ha picchiato selvaggiamente.

Un cane ha abbaiato ad un uomo e questi si è talmente infuriato che ha morso il cane in testa.

a) La Polizia sta indagando sulla denuncia presentata da un ingegnere contro il proprio cognato, il quale è accusato di avergli strappato l’orecchio sinistro con una dentata.
A sua volta l’ingegnere ha denunciato la polizia in quanto, uscito dall’ospedale e recatosi a recuperare l’orecchio che si trovava in commissariato, ha scoperto come questo fosse stato mangiato da un cane poliziotto.
b) Un sergente è stato accusato di aver morso selvaggiamente la futura suocera.
L’incidente è occorso quando la madre non ha permesso alla figlia di uscire con il sergente.
C’è da aggiungere che, essendo la figlia accorsa in difesa della madre, il sergente ha morso anche lei, ponendo così fine al fidanzamento.
c) Un individuo è ricoverato in ospedale perché la moglie, secondo testimoni oculari, gli ha “divorato avidamente” una delle orecchie.
d) La polizia ricerca cinque giovani che hanno quasi divorato a morsi un vecchio di 65 anni.
e) Un giovane peruviano è stato colpito da rabbia e ha morso dodici persone.
Si è reso necessario abbatterlo a fucilate.

Una tendenza irresistibile a ingoiare spilli e altri oggetti appuntiti ha causato la morte di un uomo.
Il gentiluomo in questione si dedicava a questa pratica da dieci anni, abbastanza assiduamente.
Dopo l’autopsia, si è accertato che il suo stomaco conteneva una consistente quantità di oggetti di metallo di diversa qualità, dall’acciaio al rame, passando addirittura per l’argento.

Un uomo di 30 anni si trova in stato di coma dopo aver tentato il suicidio mangiando un sandwich farcito con lamette da barba.

Una signora è entrata in un’armeria, ha tirato fuori un revolver e ha dichiarato al commesso: “I proiettili che mi ha venduto ieri non funzionano.”
Desiderando dimostrarlo, si è puntata la canna dell’arma alla testa e ha premuto il grilletto. Si è sentito lo sparo e la donna è caduta a terra morta.

Prima di suicidarsi col gas, un pacato cittadino di una città di provincia ha lasciato sul comodino i soldi per il panettiere e il lattaio. E ha messo sulla porta di casa un grande foglio con su scritto: “Attenti al gas.”

Un individuo aveva una piccola ferita al pollice della mano sinistra. Diceva che gli dava fastidio. Oggi è entrato in un’osteria, ha chiesto un coltello ben affilato e, con due colpi decisi, si è tagliato il dito. Poi, con la più grande naturalezza, ha preso il pollice sanguinante, si è avvicinato alla porta e l’ha gettato fuori.

a) Un uomo si è collocato una carica di dinamite in cima alla testa, ha indossato il cappello, ha acceso la miccia e ha cominciato a camminare tranquillamente.
b) Una donna incinta aveva una voglia così forte di mangiare razioni per cavalli che si è suicidata a pugnalate, perché il marito non le aveva soddisfatto questo capriccio.
c) Un individuo è saltato in aria con un’esplosione di dinamite, di fronte alla madre, a causa del rifiuto di lei di lasciargli bere del vino.
d) Un altro ha confessato che, avendo chiesto del denaro alla madre per andare a bere del vino e poiché lei non glielo dava, si è infuriato e dopo aver tentato di strangolarla con uno spago l’ha assassinata a colpi di scure, dando in seguito fuoco alla casa. Ha affermato di non essere pentito, “Avevo ben ragione io”.

Uno studente ha nascosto tutti i risparmi nella fodera di uno dei suoi abiti.
In seguito alla morte del nonno qualcuno, in mancanza di meglio, ha vestito il cadavere con il suddetto abito del nipote.
Interrato il nonno, il ragazzo si è reso conto dell’impiccio e ha messo la famiglia al corrente. La famiglia si è turbata. Era molto denaro, soprattutto per un cadavere, e si è deciso di riesumare il corpo. Espletate le formalità legali, si è proceduto all’apertura della tomba. La cassa era vuota.
Una rapida indagine ha condotto la polizia al guardaroba di uno dei becchini. Il guardaroba conteneva tutti gli abiti di tutti i morti che erano passati per le mani del becchino. Nella fodera dell’abito del nonno, il giovane ha trovato il denaro che aveva nascosto.
Ma rimane un mistero: che fine ha fatto il cadavere?

**
alcune prose da Photomaton & Vox sono state pubblicate nei numeri 5 e 7 della rivista Atti Impuri

Tag: , , , , , ,

2 Responses to Photomaton & Vox/1

  1. diamonds il 19 settembre 2016 alle 08:41

    Un figlio del Messico ha scritto un racconto in cui un leggendario stilista francese si dedicava alla necrofilia per evitare di correre il rischio di ferire i sentimenti dell`amato come spiegava a un fantasma. Il suo nome era Roberto Bolano, ed era sublime

    • giacomo.sandron il 19 settembre 2016 alle 13:33

      gran bel racconto, concordo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




indiani