incisioni

testi redatti per Nazione Indiana e di particolare rilevanza

Poesia civilizzata sul popolo egiziano

Pubblicato da
12 febbraio 2011
Poesia civilizzata sul popolo egiziano

di Andrea Inglese

Cari amici indiani,

visto che sono stato ormai sufficientemente edotto
sui tabulati di Ruby
vorrei spendere qualche parola almeno
sulla cacciata dello zio

questa volta scrivendo una poesia civilizzata
in lingua umana, tutta scaturita da dentro,
per spiegare che io, anche se sono un tipo qualunque,
e non me ne intendo molto di...
Leggi »

Parole e musica all’Arci Bellezza

Pubblicato da
10 febbraio 2011


CONCERTO presentazione del cd libertAria e INCONTRO su Servi

Sabato 12 febbraio 2011 – Arci Bellezza Milano, via Bellezza 16A

SERVI – il paese sommerso dei clandestini al lavoro

Discussione con l’autore MARCO ROVELLI. Interverranno gli scrittori GIANNI BIONDILLO e ALESSANDRO BERTANTE, il critico letterario DANIELE GIGLIOLI e l’attore MOHAMED BA

CONCERTO

MARCO ROVELLI ...
Leggi »

KEATS E LEOPARDI – I parte

Pubblicato da
6 febbraio 2011

di FRANCO BUFFONI

Per Friedrich Schiller, nel saggio Sulla poesia ingenua e sentimentale (composto nel 1795-6), il poeta “moderno” soffre di una lacerazione tra lo “spirito” e i “sensi”: “Il poeta sentimentale deve sempre lottare tra due sentimenti contrapposti: la realtà come vincolo e l’idea come infinito”.…


Leggi »

Disordine capitalistico e popolo minore. Note sull’amnesia mediatica

Pubblicato da
1 febbraio 2011

di Andrea Inglese

“Il 15 settembre 2008, data del tracollo di Lehman Brothers, sta al fondamentalismo di mercato (ovvero il concetto che i mercati, da soli e liberi da ogni vincolo, possano garantire la crescita e la prosperità economica) come l’abbattimento del muro di Berlino sta...
Leggi »

Il vescovo rosso e il comandante

Pubblicato da
31 gennaio 2011
Il vescovo rosso e il comandante

Christ guerrilla Alfredo Rostgaard, 1969


di
Roberto Bugliani
“Nell’Ezln militano persone di differenti credo religiosi e non credenti, ma la statura umana di quest’uomo (e quella di coloro che, come lui, camminano a fianco degli oppressi, degli sfruttati, dei disprezzati) ci impone di prendere la parola.…
Leggi »

Dover essere riconosciuti ancor prima di nascere

Pubblicato da
25 gennaio 2011

di Roberta Salardi

Nell’articolo La lobby vaticana di Franco Buffoni, apparso su Alfabeta2 (n° 3, novembre 2010), e ripreso qui su NI, si trova una considerazione che non si può che condividere: “Esistono società meritocratiche (in genere quelle anglosassoni), società socialdemocratiche (con lo stato in funzione di nume tutelare dalla culla alla tomba: in...
Leggi »

Biagio Cepollaro, la materia delle parole (opere 2008-2010)

Pubblicato da
18 gennaio 2011
Biagio Cepollaro, la materia delle parole (opere 2008-2010)

Inaugurazione giovedì 20 Gennaio ore 18.30
Via Pastrengo 15, Milano (MI)

fino al 5 febbraio 2011

GALLERIA OSTRAKON, Via Pastrengo 15 – 22100 Milano, tel. 3312565640, mail: dorino.iemmi@fastwebnet.it
Orari: da Martedì a Sabato ore 15.30 – 19.30

Dal Catalogo: La ritmica di Biagio Cepollaro, di Elisabetta Longari

Leggi »

Barbara Spinelli, Bernard-Henri Lévy, le proiezioni della stampa italiana

Pubblicato da
17 gennaio 2011

di Giacomo Sartori

Se ho imparato qualcosa dalla vita, è che ogni critica che ci viene rivolta, prima ancora di dire qualcosa su noi stessi, è altamente rivelatrice su chi la formula. Se una persona ti accusa di essere un terribile avaro, è quasi matematico che sia lui il gran tirchione, o comunque qualche serio...
Leggi »

Cartolina da Parigi sul popolo tunisino

Pubblicato da
15 gennaio 2011
Cartolina da Parigi sul popolo tunisino

di Andrea Inglese

Cari indiani,

vi scrivo una cartolina da Parigi, perché da qui la visuale sulla Tunisia è un pochino più comica.

Non che una rivoluzione sia comica. In genere le rivoluzioni sono sanguinose, spesso tragiche, quella dei tunisini non so neppure se sia una rivoluzione, ma se i prudentissimi giornalisti francesi hanno deciso di...
Leggi »

BATTISTI, LE VITTIME, LO STATO

Pubblicato da
10 gennaio 2011

di Giacomo Sartori

Ho conosciuto personalmente Cesare Battisti, intendo il Battisti di cui si parla tanto in questi giorni, non il mio eroico concittadino, quando ci hanno invitato entrambi a una fiera libraria di una cittadina dell’hinterland parigino. A quella manifestazione non c’era molta gente, e nessuno sembrava interessarsi ai due autori italiani non troppo...
Leggi »

Fabio Franzin. Co’e man monche [Con le mani mozzate]

Pubblicato da
10 gennaio 2011
Fabio Franzin. Co’e man monche [Con le mani mozzate]

di Nadia Agustoni In un testo apparso a suo tempo in Nazione Indiana parlando della fabbrica scrivevo: “C’è una calma barbarica negli stabilimenti ed è dovuta al loro essere luoghi che non cambiano. Luoghi senza mutazione. La loro geografia è stabile.…
Leggi »

ENZO MARI [ I fermacarte, solidi e stanziali, impediscono alle idee di volarsene via. ]

Pubblicato da
6 gennaio 2011


    di Orsola Puecher
 
    I fermacarte sono per chi ha carte da fermare. E cose scritte o disegnate fermate sulle carte. Idee da fermare su carte. Ci possono essere anche idee senza carte, per carità. Idee volanti. Carte senza idee, invece, ne svolazzano molte.
    I 60 fermacarte eclettici di Enzo Mari trattengono e tratteggiano una percorso esistenziale di progetti. Nelle loro diverse estetiche apparentemente casuali, in materiali nobili e meno nobili, riciclati e rivisitati, raccontano una metodologia di lavoro e una filosofia di vita. Non sarebbero fermacarte senza carte, ma potrebbero essere nella loro concretezza di forme anche fermaporte, in caso, per dimore ventose con molte correnti d’aria. Oppure fermalenzuola stese ad asciugare sui prati, come si faceva ancora non molti anni fa in campagna.
Continua a leggere »

CREDENZE E AGGRESSIONI

Pubblicato da
1 gennaio 2011

di Franco Buffoni

Una grande città europea: uno studente ventiduenne molto carino e piuttosto effeminato conversa al tavolo di un bar con due ragazze. Il gruppetto non si avvede di essere diventato oggetto di attenzione da parte di tre coetanei “machi”.…


Leggi »

la guerra sottile

Pubblicato da
27 dicembre 2010
la guerra sottile

di Antonio Sparzani

«Quis fuit, horrendos primus qui protulit enses?
Quam ferus et vere ferreus ille fuit!»
(Albio Tibullo , Elegie, I, X, 1-2)

Forse lo fanno anche gli scienziati, che da nessun peccato sono, né mai furono, immuni, quello di piegare una teoria ‒ ancorché resistente...
Leggi »

FILOLOGIA, FILOLOGIA…

Pubblicato da
23 dicembre 2010

di Franco Buffoni

Il dio Mitra nasce da una vergine in una grotta in concomitanza con il solstizio di inverno e viene adorato dai pastori. Al dio Mitra viene affidato dal Padre Sole il compito di contrastare Arimane, lo spirito del male, che vuole distruggere il mondo.…


Leggi »

MARIO VARGAS LLOSA [ … e per trasformare in possibile l’impossibile. ]

Pubblicato da
17 dicembre 2010

   


 
Dalla caverna ai grattacieli, dalla garrota alle armi di distruzione di massa, dalla vita tautologica della tribù all’era della globalizzazione, le finzioni della letteratura hanno moltiplicato le esperienze umane, impedendo che noi uomini e donne soccombessimo al letargo, all’indifferenza, alla rassegnazione.


Leggi »

Siamo qui, siamo qui!

Pubblicato da
5 novembre 2010
Siamo qui, siamo qui!

di Maria Luisa Venuta

Da domenica scorsa mi sveglio al mattino con il suono di una vuvuzela che dalla gru nel cantiere che si trova dietro casa dà un segnale alla città. Dice che i ragazzi che sono sulla gru sono ancora lì, che hanno trascorso la notte e che stanno per iniziare una lunga...
Leggi »

Non siamo invisibili

Pubblicato da
26 ottobre 2010
Non siamo invisibili

di Gianni Biondillo

L’appuntamento è di fronte a una edicola che vende materiale pornografico a due passi dalla stazione. Non abito lontano da qui, se passa qualcuno che conosco mi sono giocato definitivamente ogni briciolo di credibilità. Tutta colpa di Cesare, un fotografo che da un po’ di tempo porta avanti un progetto semplice...
Leggi »

Michele Perriera: l’interferenza necessaria

Pubblicato da
27 settembre 2010

di Nevio Gambula

Ho conosciuto Michele Perriera per caso, quando mi venne in mano, in una bancarella di remainders, il secondo volume del suo Teatro (Flaccovio Editore, 1978-1982). Restai folgorato dalla lettura delle didascalie di Morte per vanto, una riscrittura del Faust di Marlowe: erano delle vere e proprie partiture, che non solo...
Leggi »

Pietro Mirabelli è morto

Pubblicato da
22 settembre 2010

[Stamani apro la mail, e trovo la notizia: Pietro Mirabelli è morto. Resto senza fiato. E’ una mail di Simona Baldanzi, che Pietro me lo ha fatto conoscere e  ha frequentato a lungo, per la sua tesi di laurea che poi ha dato origine al suo Figlia di una vestaglia blu.…
Leggi »

Il fascismo al Premio Strega

Pubblicato da
20 settembre 2010
Il fascismo al Premio Strega

di Giacomo Sartori

Canale Mussolini di Antonio Pennacchi, che come è noto ha vinto il Premio Strega, e che è venuto in spiaggia con noi, è la saga di una famiglia contadina originaria del Polesine. Una famiglia fascista. Proprio per i meriti acquisiti in una mortifera azione squadrista, i Peruzzi (si chiamano così) vengono...
Leggi »

Se parlassimo di autoproduzione e responsabilità dei lettori?

Pubblicato da
8 settembre 2010
Se parlassimo di autoproduzione e responsabilità dei lettori?

di Andrea Inglese

Battaglia politica e battaglia culturale: una confusione.

Il grande tema di fine estate (“Scrittori e lettori Mondadori: che fare?”), capace di suscitare massicce discussioni in rete e sulla carta stampata non è certo nuovo...
Leggi »

BRUNO MUNARI Misuratore automatico del tempo di cottura per uova sode

Pubblicato da
5 settembre 2010
BRUNO MUNARI Misuratore automatico del tempo di cottura per uova sode

 
Prendete un esperto giocatore di lippa e fategli calare lentamente l’uovo rosso (1) nella pentola (2) piena di acqua bollente. Voi intanto vi sarete alzati di buon mattino (grazie alla macchina per addomesticare le sveglie) e avrete legato...
Leggi »

I don’t believe in God. I believe in Wallace Stevens

Pubblicato da
31 agosto 2010


[The truth about me. The weather and the world. Ho trovato questa intervista commovente. Perché mi ha ricordato Orlando di Woolf a cena col poeta che sostiene di non credere in Dio ma nelle idee degli uomini. Perché Byatt parla di The Children’s Book, il suo nuovo romanzo che uscirà in italiano tra...
Leggi »

Intermezzo estivo 4: Vincenzina e la fabbrica

Pubblicato da
10 agosto 2010

di Antonio Sparzani

dall’album Quelli che… del 1975.
Qui c’è una registrazione, tecnicamente meno buona e un po’ disturbata, che può esser vista solo su youtube, nella quale Jannacci fa però un’introduzione più interessante e partecipata, in quel suo unico modo.…


Leggi »

L’orribile anniversario

Pubblicato da
6 agosto 2010

di Antonio Sparzani

credo molti sappiano che il 6 agosto del 1945, sessantacinque anni fa, presidente regnante Harry S. Truman, un aereo statunitense chiamato Enola Gay sganciò sulla città di Hiroshima,...
Leggi »

La “critica universitaria” e l’esplosione. Un invito a partire dal lavoro sulla poesia

Pubblicato da
30 luglio 2010

di Giancarlo Alfano

 Cari amici di Nazione indiana, riprendo qui in forma di lettera alcune considerazioni che ho proposto un paio di mesi fa nel corso del festoso e proficuo incontro del 29 maggio. Lo faccio adesso anche perché si discute in questi giorni in Parlamento il disegno di legge cosiddetto “Gelmini”, che, a mio...
Leggi »