indiani

comunicazioni di servizio, vita di Nazione Indiana

(Le nostre) Nuvole di fango

Pubblicato da
0
24 luglio 2017

di Francesca Fiorletta

Nabokov ci aveva già avvertiti, con la sua incredibile Lolita: leggere e soprattuto descrivere l’attrazione erotica irrefrenabile nei confronti di un giovanissimo essere umano, non è certo cosa semplice.

Non è cosa semplice, a maggior ragione, se l’età dell’oggetto (soggetto) d’amore – o, diremmo, d’ossessione – diminuisce ancora, fino a sfiorare solo in...
Leggi »

Per Mario Lunetta

Pubblicato da
0
23 luglio 2017

di Francesco Muzzioli

Mario Lunetta ci ha lasciati il 6 luglio. Amico generoso, intellettuale lucido e impegnato, scrittore inventivo e prolificissimo in tutti i generi letterari, oltre che organizzatore infaticabile sul territorio romano, ora sta a noi rileggerlo e commentarlo come figura centrale nella letteratura di questi anni.…


Leggi »

Il racconto dell’ancella

Pubblicato da
0
20 luglio 2017

di Francesca Fiorletta

Recentemente ripubblicato dall’ottima casa editrice Ponte alle Grazie, Il racconto dell’ancella di Margaret Atwood è un libro straniante, enigmatico e suggestivo, che analizza la condizione della donna in ogni tempo e luogo, e sotto vari punti di vista: reale e immaginario, antico e futuribile, politicizzato e tuttavia estremamente intimista.…


Leggi »

IO SONO QUI – Evento pubblico conclusivo

Pubblicato da
0
19 luglio 2017
IO SONO QUI – Evento pubblico conclusivo

Si conclude il 22 luglio l’esperienza di “IO SONO QUI. Geo-grafie del sé e dell’ambiente intorno a sé” progetto laboratoriale diretto ai bambini di Camerino di cui si può leggere QUI la descrizione. Per chi volesse seguirci su facebook, questa è la nostra pagina, con le foto, i video e i racconti settimanali: https://www.facebook.com/iosonoqui.lab/Leggi »

Il soffio, la vita, racconti – di Claudio Masetta Milone

Pubblicato da
0
17 luglio 2017
Il soffio, la vita, racconti – di Claudio Masetta Milone

Su “Il signor F. è morto in treno e altri racconti”

(Robin, 2017).

 

Breve premessa epistolare

 

Cara M.G.,

mi diverto anche io adesso,

ho letto e frugato fra le tue pagine o meglio righe,

frasi, parole;

Signor F. – signor M.…


Leggi »

Glossopetrae / Tonguestones, di Simona Menicocci

Pubblicato da
2
14 luglio 2017

di Gianluca Garrapa

Azioni, eventi, la pragmatica della parola: in Glossopetrae, il nuovo lavoro di Simona Menicocci, la giuntura è fra linguaggio, materia inorganica, economia e relativa condizione umana: ogni azione umana (quasi) // o ogni evento naturale (quasi). Di cosa parliamo e come?…


Leggi »

Valentino Zeichen, Le poesie più belle

Pubblicato da
0
10 luglio 2017
Valentino Zeichen, Le poesie più belle

di Francesca Fiorletta

Fazi Editore pubblica Le poesie più belle di Valentino Zeichen, a un anno dalla sua scomparsa.
Di seguito, alcuni estratti.

*

Come dirti ancora amore mio,
mia, mio, adesso
che gli aggettivi possessivi
sono istruiti di dubbi, svogliati
e disaffezionati alla proprietà
abbandonano la guardia e disertano
lasciando sguarniti i beni privati,
concedendosi solo...
Leggi »

Il bacio di Puig

Pubblicato da
1
8 luglio 2017

di Francesca Fiorletta

Recentemente le Edizioni SUR hanno ripubblicato “Il bacio della donna ragno”, un brillante e commuovente romanzo-dialogo dello scrittore argentino Manuel Puig, già tradotto da Angelo Morino, con la prefazione di Alan Pauls, tradotta da Martina Testa.
I due protagonisti, Valentín e Molina, sono due detenuti, alle prese coi piccoli grandi demoni della loro vita.…


Leggi »

Chi come cosa Queer?

Pubblicato da
2
7 luglio 2017
Chi come cosa Queer?

 

Da dove viene il Queer e come nasce la Teoria Queer? Che cosa s’intende con i termini omonormatività e transnormatività? Cos’è l’omonazionalismo? Che rapporto intrattengono queste parole (o concetti  o etichette) con i movimenti LGBTQI+ contemporanei? Che ne è della sessualità queer?…


Leggi »

Spiagge, eterotopie, corpolatria

Pubblicato da
5
5 luglio 2017

di Ornella Tajani

Si on ouvrait les gens, on trouverait des paysages.
Moi, si on m’ouvrait, on trouverait des plages.
Agnès Varda

 

L’eterotopia foucaltiana è un luogo reale che accoglie la dimensione dell’immaginario. Secondo Jean Rieucau e Jérôme Lageiste, curatori del numero della rivista «Géographie...
Leggi »

L’ironia socratica

Pubblicato da
0
1 luglio 2017

di Emanuela Monti

La scala di pietra si arrampicava ripida nell’oscurità, tra le pareti del palazzo. Salii al secondo piano e suonai il campanello. La porta si aprì senza preavviso, senza che avessi avuto modo di percepire i passi del maestro di yoga.…


Leggi »

L’Atlante delle emozioni umane

Pubblicato da
0
1 luglio 2017

Brighton beach _ John Constable

È uscito per UTET l’Atlante delle emozioni umane di Tiffany Watt Smith, tradotto da Violetta Bellocchio. Ne propongo qualche voce, ringraziando l’editore. 

Ambiguofobia

Emozione inventata dallo scrittore americano David Foster Wallace per descrivere il disagio che si prova nel concedere spazio all’interpretazione altrui.…


Leggi »

La Punta della Lingua Poesia Festival

Pubblicato da
0
29 giugno 2017
La Punta della Lingua Poesia Festival

12^ edizione

Ancona e Parco del Conero

2-9 luglio 2017

 

 

> domenica 2 luglio

Bologna (e ovunque)

ore 16.00 Facebook Poetry 9^ edizione

Sfida di poesia online aperta a tutti

a cura di ZooPalco

Gioco dadaista con versi estratti a caso, happening con oltre cento poeti in collegamento da tutto il mondo e certamen elettronico, la Facebook Poetry è il primo e unico concorso...
Leggi »

Prove d’ascolto #9 – Alessandra Greco

Pubblicato da
0
29 giugno 2017

_da studi inediti (2012/2016) fondati su ragionamenti inerenti l’udito, la vista e la liquidità_2016

 

 

 

I. (25 decibel è un sussurro)
II.(scrizione che il cervello sia uno spazio geografico e architetturale)
III. (giorno#X)

 

 

 

I.

 

 

 

(25 decibel è un sussurro)

 

le stelle cadono   dell’inchiostro  lo stilo meticoloso    cadono sulla pelle  come punti vuoti  la porta si chiude come una grande...
Leggi »

Luca Ricci. È fondamentale avere dei difetti

Pubblicato da
0
28 giugno 2017

di Stefano Gallerani 

In pochi mesi, nel 1925, Horacio Quiroga, scrittore uruguiano e tragico, stilò, sulle pagine del settimanale illustrato “El Hogar”, il Decalogo del perfecto cuentista, il Manual del perfecto cuentista e, infine, Los trucos del perfecto cuentista; tre sintetiche emanazioni di un magistero che, tutt’ora, fa di Quiroga uno dei massimi scrittori di...
Leggi »

Prove d’ascolto #8 – Marco Giovenale

Pubblicato da
0
25 giugno 2017
Prove d’ascolto #8 – Marco Giovenale

da Oggettistica

 

294mc598

 

In sala d’attesa l’anziano avvocato minaccia l’anziana consorte con una cannuccia,

le ripete a bassa voce e educatamente, anodinamente, infinite volte, la parola “avanguardia”. Le dice impercettibilmente “avanguardia, avanguardia”, e la tocca con una punta di cannuccia, le tenta il braccio, delicatamente: “avanguardia, avanguardia”.…


Leggi »

Donne e uomini lontani, come corpi estranei

Pubblicato da
2
22 giugno 2017
Donne e uomini lontani, come corpi estranei

di Domenico Talia

Sulla superficie di questo romanzo c’è la storia di una donna che cresce nell’estremo Sud, studia alla Cattolica a Milano e diventa giornalista perché le piace raccontare le vite della gente. Il racconto della vita di questa donna è però quasi un pretesto per incidere con un coltello affilato un solco profondo...
Leggi »

Prove d’ascolto #7 – Niccolò Furri

Pubblicato da
0
22 giugno 2017

da: le colonnine infami (2012-2013)

 

gentile cliente ovvero da dove è partita la crisi nel 2007
Leggi »

Piero Melati – Giorni di mafia. Dal 1950 a oggi: quando, chi, come.

Pubblicato da
0
20 giugno 2017
Piero Melati – Giorni di mafia. Dal 1950 a oggi: quando, chi, come.

Estratto dal nuovo libro di Piero Melati

 

 

5 luglio 1950

La morte del bandito Giuliano

 

La notte tra il 4 e il 5 luglio del 1950 il cadavere di Salvatore Giuliano, il bandito di Montelepre, fu esibito alla stampa «giacente per terra e crivellato di colpi» nel cortile di una casa di Castelvetrano, in provincia...
Leggi »

Non credo di esagerare…

Pubblicato da
2
19 giugno 2017

di Monia Gaita

Non credo di esagerare se affermo che siamo diventati un popolo di arresi, di stanchi, di vinti e desistenti. La frattura tra volontà e realizzazione è sotto gli occhi di tutti. Ognuno la possiede in dotazione variabile. La gente è riluttante a unirsi per dare uno sbocco congiunto alle proprie istanze.…


Leggi »

Vasio di mezzanotte

Pubblicato da
3
19 giugno 2017
Vasio di mezzanotte

di Francesca Fiorletta

Recentemente pubblicato da nottetempo edizioni, “Tuono di mezzanotte” è una brillante raccolta di racconti di Carla Vasio, in cui grandeggia tutta la sua affilata prosa onirica.

Di seguito, uno dei quattordici spaccati di vita (e magia) che compongono il libro.…


Leggi »

Prove d’ascolto #6 – Alessandro De Francesco

Pubblicato da
0
15 giugno 2017

9 testi da (((

posa la mano su una superficie traslucida che respira

dentro al palmo della mano la curva della superficie si alza e si abbassa a temperatura tiepida       talvolta freme     si arresta      ricomincia a pulsare      il tessuto è schiarito da un punto luce senza provenienza

nonostante la semi-trasparenza del tessuto non è dato capire se...
Leggi »

Prove d’ascolto #5 – Mario Corticelli

Pubblicato da
2
11 giugno 2017
Prove d’ascolto #5 – Mario Corticelli

da pioggia. rovine

 

/

 

la conservazione della pioggia avviene tramite il crollo della pioggia

consecutivo. la ricostruzione della pioggia

consecutiva è tramite il crollo della pioggia

la ricostruzione disinvolta della pioggia

il consolidamento e il ripristino del crollo è tramite la pioggia.…


Leggi »

Transessualità e letteratura

Pubblicato da
0
9 giugno 2017

di Yasmin Incretolli

A differenza degli scritti autobiografici, la narrativa d’autore per opera di persone transessuali è praticamente irreperibile.

Apparentemente sembra che la legittimità editoriale della loro creatività debba sottostare alla richiesta d’intimità ed esibizionismo.

Il lettore prevede dalla narrazione alcuni paradigmi che costituiscono convenzionalmente un iter di...
Leggi »

Prove d’ascolto #4 – Elisa Davoglio

Pubblicato da
1
8 giugno 2017

Tormenta

 

Le prime, efficienti e strutturate macchine da guerra si chiamano Tormenta.

Quelle più pesanti funzionano per lanciare oggetti a caduta libera, pesanti, capaci di forare spesse mura e creare fuochi.

In forma più leggera, ma sempre efficace, denominate scorpioni, possono essere trasportate su navi, affondare insieme ai marinai, fare luci con le esplosioni per avvertire dei...
Leggi »



indiani