Commenti per Nazione Indiana https://www.nazioneindiana.com Thu, 21 Nov 2019 21:33:15 +0000 hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.12 Commenti su Poesia e conflitto, conversazione con Fabrizio Bajec di Fabrizio Bajec https://www.nazioneindiana.com/2019/11/21/poesia-e-conflitto/#comment-294148 Thu, 21 Nov 2019 21:33:15 +0000 https://www.nazioneindiana.com/?p=81342#comment-294148 Io credo che lei non saprebbe nemmeno discutere di politica su questo preciso punto, se presume davvero che non sappiamo fare la distizione tra un regime e l’altro. Non andremmo molto lontano a discutere. La differenza è che io non credo in certe istituzioni. Per questo non volevo neanche rispondere. Solo, vede, come lei sono in tanti che dovrebbero fare un giro per strada prima di aprire bocca, ma da queste parti, un giorno di manifestazioni. Un po’ di esperienza diretta per vedere che strategie militari sono messe in atto, e come in vari paesi proprio in questo momento lo stato di diritto non valga un bel nulla. Si protesta spesso per le stesse ragioni (Iran, Irak, Libia, Ecuador, Francia) e la risposta di questi governi miete vittime. Accadeva nell’800 in Europa, si sparava sulla folla. Se poi dovessimo aspettare delle sovvenzioni prima di scrivere staremmo freschi, o se non potessimo criticare le nostre “democrazie liberali” perché ci fanno il favore di sostenere una rivista… Mi viene da ridere. Addio.

]]>
Commenti su Poesia e conflitto, conversazione con Fabrizio Bajec di Andrea Inglese https://www.nazioneindiana.com/2019/11/21/poesia-e-conflitto/#comment-294147 Thu, 21 Nov 2019 21:26:38 +0000 https://www.nazioneindiana.com/?p=81342#comment-294147 Infatti, se discussione c’era, riguardava l’analisi (condivisibile o meno) del concetto di brutalità poliziesca applicata nello specifico al caso francese, almeno dal dicembre del 2018, data di nascita del movimento gilet gialli. Questo mi sembrava il succo della risposta di Bajec (il richiamo a Pinochet, invece, occupa in tutto una frase). Per concludere sulla seconda frecciatina finale sulle “nostre” (?) ricerche poetiche o politiche sovvenzionate dalla Stato. Hai tu notizie che io non ho su sovvenzioni a me indirizzate che giacciono non ancora riscosse? L’ultima e per ora unica volta che mi trovai in una situazione del genere (soldi in cambio di poesia e attività pedagogiche) risale a dieci anni fa esatti. Fu un momento fasto, non lo nego. Grazie ovviamente alla Francia. Quanto a Bajec, a lui di rispondere se ne avrà voglia sulle “sue” sovvenzioni…

]]>
Commenti su Poesia e conflitto, conversazione con Fabrizio Bajec di Federico Gnech https://www.nazioneindiana.com/2019/11/21/poesia-e-conflitto/#comment-294146 Thu, 21 Nov 2019 19:31:23 +0000 https://www.nazioneindiana.com/?p=81342#comment-294146 Inglese, non ho intenzione di discutere di estetica o teoria delle arti, non so nemmeno se ne sarei capace. La mia frecciatina è ovviamente rivolta allo specifico politico di certa poesia, alle iperboli sceme, all’estremismo verbale, alla stupidità – un tempo mortifera, oggi solo patetica – di chi non distingue il fascismo da una democrazia così così, nella quale peraltro le vostre ricerche poetiche o politiche sono, mi pare, ben sovvenzionate dallo Stato.
Bonne soirée.

]]>
Commenti su Poesia e conflitto, conversazione con Fabrizio Bajec di Andrea Inglese https://www.nazioneindiana.com/2019/11/21/poesia-e-conflitto/#comment-294145 Thu, 21 Nov 2019 13:23:25 +0000 https://www.nazioneindiana.com/?p=81342#comment-294145 In che manuale di belle arti l’hai trovato scritto?

]]>
Commenti su Poesia e conflitto, conversazione con Fabrizio Bajec di Federico Gnech https://www.nazioneindiana.com/2019/11/21/poesia-e-conflitto/#comment-294144 Thu, 21 Nov 2019 11:36:36 +0000 https://www.nazioneindiana.com/?p=81342#comment-294144 *privi

]]>
Commenti su Poesia e conflitto, conversazione con Fabrizio Bajec di Federico Gnech https://www.nazioneindiana.com/2019/11/21/poesia-e-conflitto/#comment-294143 Thu, 21 Nov 2019 11:32:20 +0000 https://www.nazioneindiana.com/?p=81342#comment-294143 La citazione di Brecht, riferita alla brutalità dello stato totalitario nazista, accostata alla “brutalità” delle riforme scolastiche. La Francia di Macron paragonata al Cile di Pinochet.
Se si è privo di senso delle proporzioni, meglio lasciar perdere le arti. Qualsiasi arte, dalla pittura alla poesia.

]]>
Commenti su Un pensare per campi. Divinazione e Sincronicità in Marie-Louise von Franz di vincenzo maccarrone https://www.nazioneindiana.com/2019/11/17/tlon/#comment-294139 Mon, 18 Nov 2019 04:40:54 +0000 https://www.nazioneindiana.com/?p=81380#comment-294139 Babuin…appunto.

]]>
Commenti su La versione di Alessio di Una settimana di racconti #100 | ItaliansBookitBetter https://www.nazioneindiana.com/2019/11/15/la-versione-di-alessio/#comment-294138 Sun, 17 Nov 2019 16:37:20 +0000 https://www.nazioneindiana.com/?p=81338#comment-294138 […] La versione di Alessio di Stefano Zangrando su Nazione Indiana […]

]]>
Commenti su Un pensare per campi. Divinazione e Sincronicità in Marie-Louise von Franz di carlo carlucci https://www.nazioneindiana.com/2019/11/17/tlon/#comment-294137 Sun, 17 Nov 2019 09:21:06 +0000 https://www.nazioneindiana.com/?p=81380#comment-294137 Appunto……non esiste caso o il casuale e le cosiddette coincidenze sono in realtá cordinazioni mascherate…..Tutto qui.

]]>
Commenti su La versione di Alessio di Carlo Enea Mattenella https://www.nazioneindiana.com/2019/11/15/la-versione-di-alessio/#comment-294136 Fri, 15 Nov 2019 21:47:00 +0000 https://www.nazioneindiana.com/?p=81338#comment-294136 Alessio ha il cervello in pappa anche perché bisogna avere parecchie connessioni sinaptiche per poter venirne fuori, in quanto sapete dirmi come fa ha trovare in se stesso la soluzione ai propi bisogni irrisolti, se la sua fiducia nel linguaggio, ergo anche nel ragionamento, che è alla base del linguaggio verbale e analogico, non è più quella di prima?
Come farà a rendersi conto di essere in matrix o a vedere il sistema binario che ne è al di fuori?
Ci vanno anni e anni di duro allenamento e rendersi conto che la consapevolezza non finisce mai di arrestare il suo cammino.
Io vengo fuori da un matrimonio allucinante dove leggendo l’articolo ho trovato alcuni punti in comune con queste due persone. Carlo ’73

]]>