Satisfaction

(Ricevo da Gian Paolo Serino e pubblico. F.K.)

Dopo le polemiche di Baricco sul ruolo della critica italiana nasce SATIFICTION, un nuovo gioco letterario:periodicamente Vi consiglierò un libro. Se vi fidate della mia recensione, decidete di acquistare il volume e ritenete che il mio entusiasmo non corrisponda al Vostro gli utenti di Satisfiction possono motivare i propri dubbi e il prezzo di copertina sarà rimborsato. Chiaramente, se mi trovo a consigliare le ultime poesie di Bukowki, e rispondete che siete rimasti scandalizzati perchè siete dei lettori di Liala e avete trovato l’ultimo BUK troppo spinto, il gioco decade.

Pronti a giocare?

IL PRIMO LIBRO CONSIGLIATO E’ IL PAESE DELLE COSE SENZA NOME di Daniela Rossi, appena proposto nei tascabili FAZI.

Buona lettura

Gian Paolo Serino

SATISFICTION

http://satisfiction.blog.kataweb.it/

3 Commenti

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

LETTERA AL PRESIDENTE DELLE FERROVIE

di Paolo Codazzi
Caro Presidente, mi conceda il tono affettuoso e confidenziale apprendendo di recente che pure lei è originario della mia terra nella quale ancora serenamente vivo

Etty Hillesum: rose malgrado tutto

di Lorenzo Orazi I Una fede totale nei maestri Amsterdam, 1942: ottenere un impiego presso il Consiglio Ebraico rappresenta, per molti, la...

Il revival del teatro dell’assurdo nell’Italia contemporanea

di Giorgio Mascitelli Attualmente il dibattito pubblico del paese è saldamente incistato in una situazione nella quale una minoranza definisce...

Inavvertita luce

di Annachiara Atzei Dopo aver tentato tutto simulare la neve – essere neve. L’unico tuo segreto è fare a pezzi, asportare fegato rene cuore: qualcuno verrà a riconoscerti.

Luigi Ballerini, teorico e critico della poesia

di Giorgio Patrizi
Questo saggio è tratto da Il remo di Ulisse. Saggi sulla poesia e la poetica di Luigi Ballerini, a cura di Ugo Perolino, Marsilio, 2021.

Dioniso e Adorno. La musica e il dominio

Di Daniele Barbieri. Ho comperato La vendetta di Dioniso. La musica contemporanea da Schönberg ai Nirvana, di Marco Maurizi (Jaca Book 2018), non tanto un libro di musicologia, quanto un libro di filosofia nella tradizione di Adorno: perché mi ha dilettato, perché mi ha irritato.