carte

scritti già pubblicati altrove o interventi letti a convegni

Da “Per l’odio che vi porto”

Pubblicato da
0
28 aprile 2017

di Emanuele Canzaniello

.

Carlos Monzón

Mi sono piaciuti il bianco e quel nero,
Lucido mantello di smalto sulla tua carne,
Foto splendida di Helmut.
Mi è piaciuto volar giù dall’albergo di Mar del Plata
Insieme alla mia donna, dopo averla strangolata
E ancora una volta non morire.…


Leggi »

Le macchine inadempienti di Lawrence Fane

Pubblicato da
0
17 aprile 2017
Le macchine inadempienti di Lawrence Fane

di Luigi Ballerini

II.…


Leggi »

Quando mi apparve amore – Domenico Conoscenti

Pubblicato da
0
16 aprile 2017
Quando mi apparve amore – Domenico Conoscenti

Anteprima della raccolta di racconti di Domenico Conoscenti

 

da Sotto(p)pressione

 

Quando lui finalmente mi dà un appuntamento a casa sua, io, cioè il mio personaggio dice fra sé “è fatta, per stasera sono a posto”.

 

In che modo vi siete, anzi, si sono conosciuti?…


Leggi »

La cultura europea s’interroga dopo la guerra: Gianfranco Contini tra cultura e politica

Pubblicato da
1
14 aprile 2017

di Giovanni Palmieri

Interrogarsi sul rapporto tra cultura e politica in un momento storico in cui i valori della cultura non meno di quelli della politica sono scivolati nell’effimero più vaniloquente o si sono ridotti al grado zero della corruzione morale e penale, non è, credo, senza significato.…


Leggi »

Alla ricerca di una possibile concretezza # 2

Pubblicato da
0
12 aprile 2017

[Pubblico la seconda parte di un testo apparso come postfazione a Lavoro da fare di Biagio Cepollaro, uscito nel 2006 in e-book e in formato cartaceo nel 2017 presso la Dot.com Press di Milano. La prima parte qui.]

di Andrea Inglese

 

2.

Vorrei tornare ora a una lettura ravvicinata del lavoro di Cepollaro, ma seguendo l’itinerario cronologico che porta da Fabrica a Versi nuovi e da Versi nuovi a Lavoro da fare. Ciò che in Fabrica veniva vistosamente abbandonato era l’originale ed efficacissimo innesto del volgare di Jacopone da Todi e del dialetto napoletano nell’italiano medio attuale. Continua a leggere »

“Uè Africa”. Diario di un marocchino” di Youssef al-Hirnou

Pubblicato da
0
8 aprile 2017
“Uè Africa”. Diario di un marocchino” di Youssef al-Hirnou

di Mariangela Laviano

Nel leggere il titolo di questo libro, “Uè Africa”. Diario di un marocchino” di Youssef al-Hirnou, edito da Book Sprint, mi è venuta in mente un’altra espressione, “Uè Napuli”, utilizzata negli anni ‘50 e ‘60 dai piemontesi per indicare tutti i meridionali che emigravano nel Nord Italia, con le loro valigie...
Leggi »

La stanza profonda

Pubblicato da
2
7 aprile 2017

di Vanni Santoni

Ultimo anno. Smolla il master, smollano tutti. Gli smartphone, fino a lì banditi dagli stessi giocatori, cominciano a esser consultati da sotto il tavolo; a inizio giocata, mentre interpreti un comprimario importante, il Paride e il Bollo, di solito i più attenti,...
Leggi »

Alla ricerca di una possibile concretezza # 1

Pubblicato da
2
5 aprile 2017

[L’intero testo è apparso come postfazione a Lavoro da fare, uscito nel 2006 in e-book e in formato cartaceo nel 2017 presso la Dot.com Press di Milano. E’ d’uso, in NI, non postare recensioni che si riferiscono a libri pubblicati dagli indiani.…


Leggi »

Inerzia, quale delizia!

Pubblicato da
2
2 aprile 2017
Inerzia, quale delizia!

di Antonio Sparzani

Dopo aver conosciuto la singolare inerzia del pigro Sole, conviene forse, per meglio comprendere l’idea d’inerzia e quanto le sta intorno, rifarsi alle origini almeno (perché altre parole appariranno lungo la strada) delle parole inerzia e accidia nelle letterature classiche.…


Leggi »

Incontenibile. Wittig e il corpo lesbico

Pubblicato da
1
26 marzo 2017
Incontenibile. Wittig e il corpo lesbico

 

di Simonetta Spinelli*

«In questa geenna dorata adorata nera dà i tuoi addii mia bellissima mia fortissima mia indomabilissima mia sapientissima mia ferocissima mia dolcissima mia amatissima, a ciò che esse chiamano l’affetto e la tenerezza o il grazioso abbandono »

Monique Wittig, Il corpo lesbico, Milano, Edizioni delle donne, 1976, p.13 **

.…


Leggi »

Le maschere dell’Impero nella poesia di Bruno di Pietro

Pubblicato da
0
23 marzo 2017
Le maschere dell’Impero nella poesia di Bruno di Pietro

di Daniele Ventre

L’immagine dell’Impero Romano come metafora politica dell’Europa, quale compare nella nuova raccolta di Bruno Di Pietro (Impero, Oedipus, Salerno/Milano 2017), è connotata da una plurivoca unità tematica. Le molte voci che la compongono rappresentano a tutti i livelli le dramatis personae della società antica, riproposte in una dimensione lirico-narrativa connotata da un...
Leggi »

Overbooking: Bosnia e Erzegovina

Pubblicato da
3
23 marzo 2017
Overbooking: Bosnia e Erzegovina

La post-fazione al libro di Cathie Carmichael Bosnia e Erzegovina
Alba e tramonto del secolo breve ( Beit casa editrice)

di Azra Nuhefendić

Ottobre 2016. Sto scrivendo sulla Bosnia Erzegovina, incerta se quello che scrivo sarà un necrologio...
Leggi »

Spinalonga o della lebbre del potere

Pubblicato da
3
21 marzo 2017
Spinalonga o della lebbre del potere

di Giorgio Mascitelli

Vincenzo Frungillo Spinalonga, Zona, 2016, euro 12

Spinalonga, piccola isola vicina alla coste cretesi, che, dopo essere stata sede di una fortezza prima veneziana e poi turca, ospitò tra il 1903 e il 1957 l’ultimo lebbrosario d’Europa, è l’ambientazione scelta dal poeta Vincenzo Frungillo per lo svolgimento del suo primo dramma.…


Leggi »

Formiamo le poesie digitali – parte prima

Pubblicato da
0
16 marzo 2017

);" >Poesie Elettroniche propone un primo articolo tecnico-divulgativo sui formati digitali per leggere poesia. Una riflessione su cosa voglia dire oggi fare e leggere un ebook di poesia elettronica dal punto di vista delle specifiche. JR]

di Fabrizio Venerandi

Nello scrivere una poesia tradizionale conosciamo il media con...
Leggi »

Ritratto critico di Edoardo Sanguineti. Terza e ultima parte.

Pubblicato da
3
15 marzo 2017
Ritratto critico di Edoardo Sanguineti. Terza e ultima parte.

di Angelo Petrella

[Pubblico qui la terza e ultima parte del saggio di Angelo Petrella. Si tratta di un ritratto critico di Edoardo Sanguineti apparso nel 2005 sulla rivista Belfagor, n.359, pagg. 543-546. La prima puntata si trova qui e la seconda qui.…


Leggi »

Ritratto critico di Edoardo Sanguineti. Seconda parte

Pubblicato da
0
8 marzo 2017
Ritratto critico di Edoardo Sanguineti. Seconda parte

di Angelo Petrella

[Pubblico qui la seconda puntata del saggio di Angelo Petrella. Si tratta di un ritratto critico di Edoardo Sanguineti apparso nel 2005 sulla rivista Belfagor, n.359, pagg. 543-546. La prima puntata è qui. La terza e ultima è programmata per il 15 marzo 2017.…


Leggi »

Il coraggio dell’ossessione

Pubblicato da
0
7 marzo 2017
Valerio Adami - Musa

Valerio Adami – Musa

 

di Walter Siti

Domando scusa se comincio questa prefazione con un extravagante e imprevisto Epicedio per Erik Rhodes:

Monumentale e rosa mentre finge di...
Leggi »

Ritratto critico di Edoardo Sanguineti. Prima parte

Pubblicato da
1 marzo 2017
Ritratto critico di Edoardo Sanguineti. Prima parte

di Angelo Petrella

[Pubblico qui in tre momenti diversi un saggio di Angelo Petrella. Si tratta di un ritratto critico di Edoardo Sanguineti apparso nel 2005 sulla rivista Belfagor, n.359, pagg. 543-546. Questa è la prima puntata. La seconda è programmata per  l’8 marzo 2017 e la terza per il 15 marzo.…


Leggi »

L’uomo

Pubblicato da
28 febbraio 2017

di Michele Cocchi

(incipit dal romanzo La cosa giusta, in uscita per Effigi).

Aprì gli occhi e si ritrovò al buio. L’aria odorava di pelo bagnato e di urina di cane. Nel silenzio, sdraiato sul fondo di calcestruzzo, sentiva la schiena intorpidita e la coscia dolergli.…


Leggi »

Biagio Cepollaro, Al centro dell’inverno (prologo)

Pubblicato da
20 febbraio 2017
Biagio Cepollaro,  Al centro dell’inverno (prologo)

di Biagio Cepollaro

Da Al centro dell’inverno, inedito.

Prologo

Dal collasso della storia

1.

il corpo ogni giorno si accende come si avvia un terminale

a lui fanno capo i messaggi in arrivo e ogni input che suona

è richiesta di attenzione e risposta.…


Leggi »

Jean Baudrillard e il delitto imperfetto

Pubblicato da
19 febbraio 2017
Jean Baudrillard e il delitto imperfetto

di Davide Gatto 

(seconda parte)

Il delitto non è mai perfetto, ovvero “l’illusione indistruttibile”

Il processo è irreversibile? Abbiamo perduto per sempre il desiderio, la passione, la curiosità per l’Altro/altro, per il misterioso mondo reale delle apparenze? Tanto è lontano Baudrillard dal credere questo – coerentemente con quel nichilismo “creativo” cui si faceva cenno all’inizio –...
Leggi »

Last words

Pubblicato da
18 febbraio 2017
Last words

di Gabriele Tinti

immagini di Andres Serrano

#

Ancora una volta ho mandato a puttane la mia vita
e questa volta non c’è rimedio. Non ho una casa,
non ho un lavoro, non ho un soldo. Ho due figlie meravigliose
che si meritano molto più di quanto io possa
offrir loro, dalla vita si meritano di meglio...
Leggi »

Strettoie

Pubblicato da
16 febbraio 2017
mg

Marco Giovenale

Dopo un po’ di molto male
tutto manca –
meglio: tutto
è dato, di quello che doveva.

Le mosche fanno i lobi
sul canale. Legano coi loro
gigli, globi. Ai gradi dove forza
la corrente, fa cappio. «A tratti
il corpo che la viaggia beve».…


Leggi »

Jean Baudrillard e il delitto perfetto

Pubblicato da
12 febbraio 2017
Jean Baudrillard e il delitto perfetto

di Davide Gatto


Un esergo  adatto a presentare questo libro di Baudrillard – Il delitto perfetto. La televisione ha ucciso la realtà? – cronologicamente un po’ datato (1995, Èditions Galilèe, Paris; 1996, Raffaello Cortina Editore, Milano), ma di fatto così attuale da apparire ora profetico – potrebbe essere rappresentato da alcuni celebri versi di...
Leggi »

da “Poesie criminali”

Pubblicato da
10 febbraio 2017

di Gaia Formenti

 

LORIS

 

Il cacciatore ha munizioni da guerra

i suoi baffi graffiano la tua guancia

appena nata

affollano luminescenti telecamere

si riga la sua seccata dal vino

lui di cuccioli non ne ha uccisi mai Continua a leggere »

Chirù

Pubblicato da
7 febbraio 2017
Chirù

di Gianni Biondillo

Michela Murgia, Chirù, Einaudi, 2015, 191 pagine

Chirù è un giovane studente del conservatorio di Cagliari affamato della vita. Ma il talento, da solo, non basta per morderla. Chirù ha bisogno di un maestro – più che dentro fuori da scuola – che sappia dargli gli strumenti per decrittare il mondo.…


Leggi »

Erba e aria

Pubblicato da
6 febbraio 2017

di Fabio Franzin

Epùra, i ‘à paròe che ‘e sa
de erba stonfa i morti, co’
i vièn catàrne drento ‘l sòno;

‘e ghe sgorga dae man vèrte,
a fontanèa, opùra jozha dopo
jozha intant che i ne varda

fissi coi só òci de avorio;
i ne dise robe che romài no’
‘e ne interessa pì; i...
Leggi »



indiani