Il mistero del Romanzo

Parte il ciclo di incontri Il mistero del Romanzo organizzato dal Circolo Culturale Il leone e la rosa e sponsorizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona con il patrocinio della Casa Editrice Sironi. Il primo appuntamento è fissato per Venerdì 7 Aprile alle ore 18.00 presso la Sala Consiliare dell’ex Palazzo Municipale in Via Ammiraglio Mirabello. Il titolo della conferenza è Il romanzo e la sua evoluzione. Ecco comunque tutto il programma della prima parte.


IL MISTERO DEL ROMANZO
La letteratura contemporanea
raccontata dagli scrittori contemporanei

a cura di Marco Candida
con la collaborazione di Franz Krauspenhaar e Giacomo Maria Prati

L’idea di Romanzo e la sua evoluzione. 7 aprile 2006 Sala del Consiglio (ex sede del Comune) ore 18. Incontro con : Alessandro Piperno e Leonardo Colombati

Specchi rovesciati… il mondo come surrealtà
(da Calvino a Manganelli a Antonin Artaud a Carmelo Bene)
4 maggio 2006 – Sala del Consiglio (ex sede del Comune) ore 21. Incontro con : Aldo Nove e Tiziano Scarpa

La voce del romanzo. Reading di letteratura contemporanea 24 maggio 2006 in Piazzetta Guidobono – ore 21 Con : Tiziano Scarpa e Antonio Moresco (In caso di maltempo : Sala del Consiglio – ex sede del Comune)

Laboratorio di letteratura a cura di Giulio Mozzi sul tema : Simbologie e Archetipi. 10 e 11 Giugno 2006 – Sala Giovani – ore: 9,30 – 12,30 e 15 – 18,30

Print Friendly, PDF & Email

9 Commenti

  1. “Specchi rovesciati… il mondo come surrealtà
    (da Calvino a Manganelli a Antonin Artaud a Carmelo Bene)” è l’argomento dell’incontro di Scarpa e Nove? o è quello di Piperno e Colombati?

  2. E’ il tema dell’incontro con Aldo Nove e Tiziano Scarpa… :-) Tra “Incontro con : Alessandro Piperno e Leonardo Colombati”
    e
    “Specchi rovesciati… il mondo come surrealtà”

    bisognerebbe dare un “invio” in più per evitare confusioni.

  3. “In caso di maltempo”
    perchè con Moresco e Scarpa si temono gli elementi? :-)
    in bocca al lupo a tutti e magari fateci sapere delle cose dette (tra-scrivetecele)
    Krauspenhaar libero Piperno Stopper (parafrasando una scritta sui muri degli anni settanta)
    effeffe

  4. Preciso che il testo della locandina non l’ho fatto tutto io. Quel “maltempo” non è stato messo da me; fosse dipeso da me, avrei usata qualche altra espressione. Conosco l’ambiente e so che ci sono dei giocatori di parole eccezionali, unici, irripetibili. Avrei fatto più attenzione.

  5. A Tortona, in provincia di Alessandria. Un’ora di treno da Milano; un’ora di treno da Genova; un’ora e mezza di treno da Torino.

    Domanda legittima nella segnalazione la città non compare.
    Evidentemente il post è stato ricopiato così com’è dal mio blog (clicca su “Marco” per accedervi) senza tenere conto che lì il nome della città, anche se non dentro il post ricopiato, è scritto molto grosso ed è impossibile avere dubbi.

    ;-)

  6. (Anche se, aggiungo, trattandosi di un evento sponsorizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona è facilmente deducibile che la cosa si svolga a Tortona)

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Breaking women

di Sorour Kasmaï
Stigmatizzate dal 1979, le donne iraniane dimostrano attraverso le proteste per la morte di Mahsa Amini di essere la forza vitale del Paese, secondo l’analisi della scrittrice e curatrice editoriale franco-iraniana Sorour Kasmaï.

Perché (non) andare a Venezia

di Paola Ivaldi
Mi rifiuterò, lo prometto solennemente a me stessa, di recarmi in futuro alla Biennale per potermi vantare che sì, sono andata alla Biennale, per potermene puerilmente imbellettare

Mots-clés__Mostri

di Carla Burdese
Dormo in incognito / per non farmi riconoscere dagli incubi.

La società degli uomini barbagianni

di Emanuele Kraushaar
Io sono A. Una volta ho chiesto a mia madre perché mi avesse chiamato così. Non ha detto niente ed è scoppiata a ridere. Ricordo la sua bocca che si apriva e i suoi denti bianchissimi.

Marcel Proust, i segni e la genesi

di Mauro Baldrati Slalomando tra i segni dell’amore, come sciami di frecce di Cupido dalla punta avvelenata, il narratore ci guida in un’indagine chirurgica e spietata sui meccanismi dell’innamoramento. Qui sta una delle discese agli inferi della Recherche: l’amore è impossibile, e l’amante è condannato all’infelicità, perché non potrà mai conoscere e tanto meno possedere la persona amata.

Latin Connection

di Gigi Spina
La lettura del testo di Apuleio in traduzione, con confronti continui con l’originale, mi portò a ricordare quasi automaticamente Fuori orario di martin Scorsese, per nulla in particolare se non per le numerose peripezie e forse per qualche metamorfosi del protagonista.
Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: