Tag: federica fracassi

Macello al Teatro i

Secondo appuntamento di Nazione Indiana al Teatro i

MACELLO

Lettura scenica della raccolta di poesie di Ivano Ferrari
(pubblicata nella Collezione di poesia Einaudi, 2004)

Voce dell’autore e dell’attrice Federica Fracassi

17 gennaio 2005 0re 21 – Teatro i – via Gaudenzio Ferrari, 11 – Milano.… Leggi il resto »

INAUGURAZIONE DEL TEATRO i

Cari amici di Nazione Indiana, finalmente ci siamo!!!!! Vi aspettiamo tutti.

Federica Fracassi, Jacopo Guerriero, Renzo Martinelli

A Milano, dopo un lungo silenzio, riapre i battenti un luogo simbolo della città: Teatro i.… Leggi il resto »

Di nuovo in serie A

di Federica Fracassi/ Teatro Aperto

Ricevo e pubblico un appello inviatomi da Fiammetta Borsellino per il coordinamento LiberaPalermo e mi permetto una piccola introduzione.
Considero Palermo la mia seconda città.
Forse, oltre che per il suo fascino indiscusso, perché ho l’onore di conoscere palermitani eccezionali (e Fiammetta è sicuramente la prima tra loro).… Leggi il resto »

Tre studi per Abu Ghraib

di Federica Fracassi/Teatro Aperto

A proposito di immagini, immaginario,verità, rappresentazione, abominio, inconscio, composizione porto lo sguardo sull’opera di Francis Bacon a cui penso ossessivamente in questi giorni.
Giorni che si stanno facendo abitudine di performances che oltrepassano il segno artistico, mandando in cortocircuito i rapporti tra realtà e rappresentazione.… Leggi il resto »

Metafisico cabaret

di Federica Fracassi/Teatro Aperto

Metafisico cabaret, in scena al Teatro dell’Arte di Milano, è uno spettacolo diretto da Giorgio Barberio Corsetti, ideato insieme alla sua compagnia Fattore K.
E’ una smorfia, una carezza, un tentennamento, un urlo, una lapide, un ghigno,… Leggi il resto »

Scrivere sul fronte occidentale

Dopo l’attentato dell’11 settembre che ha colpito le “Torri Gemelle” a New York e il Pentagono a Washington, scrittori e uomini di cultura italiani si sono confrontati in un convegno a Milano, il 24 novembre 2001, discutendo su che cosa significa scrivere e operare “in tempo di guerra”.Da quel convegno deriva questo libro, curato da Antonio Moresco e Dario Voltolini, che raccoglie riflessioni, interrogativi, testimonianze presentate a Milano, ma anche scritte dopo quell’incontro (nei sette mesi successivi all’11 settembre).… Leggi il resto »