Siamo al ventesimo posto

6 novembre 2005
Pubblicato da

Ludovico Magnocavallo di Qix ha realizzato una lista dei primi 100 blog italiani secondo Technorati: ora Nazione Indiana è al 20° posto!

La lista è appena nata e probabilmente nei prossimi giorni vedremo entrare nuovi blog e rimescolarsi le posizioni. Ricordo che Technorati valuta il numero di link diretti verso un sito per definirne il grado, senza considerarne il traffico. Classifiche del genere sono molto utili per confrontare tra loro siti simili (abbiami i Miserabili vicino a noi, ma mancano Vibrisse e Lipperatura), per inventare nuovi modi di far conoscere il proprio blog, e soprattutto per conoscere letture e persone nuove. Complimenti Ludovico, e grazie a tutti i frequentatori di Nazione Indiana.

28 Responses to Siamo al ventesimo posto

  1. ludo il 6 novembre 2005 alle 20:02

    Grazie dei complimenti, che ricambio di cuore. Ho aggiunto Vibrisse, è in 55esima posizione.

    http://top100.qix.it/#top100_196

  2. giovanni il 7 novembre 2005 alle 05:04

    La ratio di queste graduatorie non è quella dei Papaboys di cara memoria? A Roma eravamo in tanti, però in Canadà si era di più e a Colonia di più di più di più (come anche nella réclame dell’analcolico biondo che fa girare il mondo).

  3. georgia il 7 novembre 2005 alle 10:04

    ma scusate voi ci credete a queste cose?
    Come può valere una classifica che, solo per fare un esempio, fra i primi cento non ha carmilla o che, appunto, se non lo segnalavate voi, non aveva vibrisse, forse perchè i proprietari non girano a pubblicizzarlo?
    mmmmmm c’è qualcosa che non torna (come sempre del resto ;-)
    Mi sembra la classifica dei libri più venduti;-).
    Poi mi ricordo che la famosa loredana (famosa in negativo) si era data tanto da fare che il suo blog (tra l’altro ne aveva così tanti che andò fuori di testa) prese un posto che lei comunicò a tutti in rete con enfasi che non vi dico, ma io non ricordo neppure più quale fosse il nome di tale blog e non ho idea come fosse riuscita a salire nelle classifiche (in precedenza era successa la stessa cosa con la sua lista il cui numero (e anche il livell) di iscritti era abbastanza mdesto
    georgia

  4. Ivan Roquentin il 7 novembre 2005 alle 12:21

    @Georgia: difatti nessuno ha spiegato neppure cosa sia questa classifica e se sia un indicatore “di qualcosa, e di cosa”. Se non lo spiega nessuno lo faccio io (non ci vuole molto, di certo non equivale all’auditel, e non è in alcun modo un indicatore del successo di un sito). Per l’equivalente dell’auditel c’è un’azienda straniera che fa un discreto lavoro (sono uno dei loro tester).
    Fai benissimo a non fidarti, quella non è una classifica di popolarità se non in un senso molto ristretto. Vado molto di fretta, spero che seguano spiegazioni, ripasso più tardi.

    P.S.: La famosa Loredana aveva decine di blogs…(ovviamente non si sta parlando di Loredana Lipperini), e si linkava sempre da sola, pingando sempre technorati e blogs,com, probabilmente. La maggior parte degli utenti internet non utilizzano neppure il trackback, figurati.

    Comunque: che bello, stappiamo una bottiglia di champagne?

    OT: caro Kristian, passi ancora da qui? Ti dovrei citare in un pezzo su NI, promesso tempo fa: ti devo citare come “kristian” e nient’altro?

  5. georgia il 7 novembre 2005 alle 13:12

    Certo, hai fatto bene a sottolinearlo. La famosa loredana non è la lipperini(per carità) è invece, credo, uno dei personaggi pù famosi e più “divertenti” della rete, io l’ho “conosciuta” perchè in una lista dove ero iscritta fece un autentico e-golpe (il primo golpe elettronico a cui abbia assistito) e si impadronì della lista, che credo esista ancora (la nostra fu poi rifatta con nome leggermente diverso). Da quel gesto piratesco io, ma non solo, per un periodo ho seguito le gesta dell'”eroina” negativa e …beh insomma il suo blog è andato in vetta ad a alcune classifiche (cosa da non crederci) e la lista che prima era veramente intelligente con persone di tutte le idee e nazionalità, c’erano giornalisti, politici, storici, e nessuno (a parte noi iscritti), saprattutto nessuna hit parade, la cacava neppure, in possesso alla lory è diventata, nel giro di poco tempo, una lista citata da classifiche di liste e … pensare che ormai ci scriveva quasi unicamente la stessa golpista e quattro scatenati (mi sembra di ricordare un carabiniere, un mistico, un iper-sionista-laico rumeno che imperversa in tutte le liste) ecc. però, questo va detto, i vecchi iscritti rimanevano nell’ombra ad osservare, ma non siamo mai intervenuti, anche perchè lei aveva messo la maggior parte di noi in moderazione alla prima critica avanzata :-))))
    No, le classifiche hanno un valore relativo e io non ci starei troppo dietro però fate bene a segnalarle perchè è sempre una cosa carina, ma dandogli il valore che hanno: cioè una piacevole lista da cui prelevare indirizzi di blog, soprattutto …. cominciando dal fondo ;-)
    Il trackback????
    Che c**** è?

  6. ivan roquentin il 7 novembre 2005 alle 16:35

    Giorgia, come al solito nessuno risponde. Una classifica così posta sembra una graduatoria di qualcosa, mentre non è indicativa quasi di niente, mi piacerebbe che lo spiegasse chi l’ha postata, anziché darsi alle crapule.
    Cos’è il trackback?

    Georgia, lasciamo perdere quella Loredana, non vorrei che si manifestasse, pensa che “guaio”

    Ok, adesso mando un trackback qui, abbastanza in tema: sono circa tre mesi che accumulo (occasionamente) riflessioni in merito a vecchie questioni, vecchie e ipocrite. Le pubblico, una per una.

  7. Ivan Roquentin il 7 novembre 2005 alle 16:36

    Ricognizione nel mondo letterario – 1 (Nazione Indiana 2.0)

    (Dopo un’estate trascorsa provando a galleggiare nella merda altrui, che in genere si offre sottoforma di viscido pettegolezzo, mi sembra il caso di dedicare queste vecchie riflessioni ad alcuni dei più limpidi imbecilli che mi sia capitato di conosc…

  8. georgia il 7 novembre 2005 alle 17:33

    sinceramente sul trackback ne so quanto prima … cioè nulla :-)
    sul Guaio sì…sono perfettamente d’accordo

  9. Ivan Roquentin il 7 novembre 2005 alle 23:31

    Georgia, leggi “ricognizione nel mondo letterario – 1”

    è il link a un post che si riferisce a questo: è un trackback

    Noto con piacere che nessuno ha pensato di dover spiegare a cosa corrisponda quella insulsa classifica: alla prima obiezione. Bene, capitani coraggiosi. Secondo me i nuovi indiani stanno tentando una strana forma di suicidio intellettuale (ho appurato in passato che alcuni di loro hanno questa spiaccata vocazione, non è certo una novità)

    Nel segno della continuità, mi rimangio tutto: avete fatto benissimo a mantenere il nome, così come avete mantenuto lo stile.

  10. Ivan Roquentin il 7 novembre 2005 alle 23:32

    e.c. “spiccata”

  11. Ivan Roquentin il 7 novembre 2005 alle 23:39

    dal sito ti technorati:
    “The updated site tells Technorati there’s something new and we go get it.”

    I siti che non pingano technorati sono esclusi.

    Quandi siti “traccia” technorati (con un altissimo numero di links)? 20 milioni circa.

    Quanti siti ci sono sul web? Qualche miliardo.

    Cos’è quella classifica? La classifica dei blog di cui technorati tiene traccia, una fetta ridicola del web, attualmente.

    Cos’è il titolo del post? Una corbelleria a scopo di autopromozione.

    Chi vuole obiettare lo faccia: con degli argomenti sensati.

    Ciao

  12. georgia il 7 novembre 2005 alle 23:49

    ivan forse ho capito, è quello che fa spesso la lipperini , ma … il tuo però non è un link a me almeno non appare come tale è solo in grassetto
    georgia

  13. georgia il 7 novembre 2005 alle 23:51

    però ivan non farla troppo lunga anche essere 20 su 20 milioni non è poco ;-) (anzi direi che non è poco neppure su un milione)

  14. andrea inglese il 7 novembre 2005 alle 23:54

    cosa significa la classifica?
    1) boh?!
    2) deriva aziendalistica di NI2 come già NI1 come già NI0
    3) deriva criptofascista di NI2 (bis) come già NI1suicidale X arakiri
    4) Una trovata promozionale per nascondere un vuoto reale
    5) una promozione trovata per realizzare un nascondiglio vuoto
    6) una partecolapio della banda teknocrati tags (sotto falso cognome)
    7) un beverone della nonna

    Roquentin: “Secondo me i nuovi indiani stanno tentando una strana forma di suicidio intellettuale (ho appurato in passato che alcuni di loro hanno questa spiaccata vocazione, non è certo una novità)”

    Tutto per 10 righe di post di Jan che non condividi… non ti sembra di essere inutilmente solenne nel farci le pulci?

  15. gianni biondillo il 8 novembre 2005 alle 00:23

    Ivan: non fare di tutt’erba un fascio. Io non sono un fascio (capita la battutona?;-)
    Della classifica, e delle statistiche che posta regolarmente Jan io non ho assolutamente nulla da dire. Semplicemente, per una mia abissale ignoranza, non mi dicono nulla, non so di cosa parlino, mi sembra di leggere in aramaico. Non so cos’è “technorati”, NON SO NIENTE!!!!
    Quindi accusami di ignoranza. Non che io autopromuova alcunché, né che io cerchi continuità con un bel niente.
    E, ovviamente non obbietto nulla di quello che dici. Perché non so di cosa parli.
    O meglio, una cosa la so: l’amabile Jan parla un linguaggio per me criptico. Non so se è colpa mia o sua. Non so se un medico che mi descrive la mia malattia debba farmi capire cos’ho oppure è mio compito laurearmi in medicina per capire cosa ha detto. D’altronde, se mi laureassi in medicina, non avrei bisogno di un medico, mi curerei da me.
    Però, questa, è una forzatura: magari basterebbe un corso serale di medicina pratica per capire che ho il tumore alle ossa.
    A pensarci bene, me ne resto nella mia beata ignoranza.
    ;-)

  16. magda il 8 novembre 2005 alle 03:22

    Georgia pirata!?
    ogni tanto una buona notizia! sto giusto parlando con un hacker….tanto non ci capisco un beato.

  17. francesco forlani il 8 novembre 2005 alle 09:27

    Puem dos vinghtos

    Ke à Jan se dee da far un monumento
    pour l’attention ki tenet à kesto sito
    et alors voilà ke genero l’invito
    de cullectar mater pour compimento

    lo foco devria fourni le Roquentin
    para bruzar lo bronzo de statura
    et lu Biondil la forma un calque fin
    par contener lo fuso à la cottura

    ke la moral de’ vinzitor et vinti
    est sola causa de masculi depresi
    et alors festemos d’etre venti
    in alto i calici et cuntenti

  18. georgia il 8 novembre 2005 alle 11:59

    @magda
    georgia pirata?????????????????????????’
    spiegati meglio magda. Come pirata sono una frana, se anche lo volessi non durerei neppure un secondo, sei certo meglio tu in filosofia:-)

    @ francesco
    :-))))))))))))))))))))))))))))))
    Ok, cin cin, “in alto i calici et cuntenti “

  19. Ivan Roquentin il 8 novembre 2005 alle 12:14

    @ Andrea: “Tutto per 10 righe di post di Jan che non condividi… non ti sembra di essere inutilmente solenne nel farci le pulci? ”

    Non ti sembra di essere francamente frivolo per giudicare da poche frasi (corrette, al contrario di quelle di chi ha postato)? Simpatica difesa d’ufficio. Avete la sindrome di Fonzarelli, come già dissi, che si manifesta insieme a una frequente esibizione di coda di paglia. Io non faccio le pulci a nessuno, dico ciò che penso, e visto che l’argomento non pare essere persuasivo nella sua forma ristretta, almeno presso di te (e non più di un paio), vedrò di essere più persuasivo. Va bene?

    Chiunque arrivi e vi dica, in un modo o nell’altro: “occhio state sbagliando”, va tenuto in considerazione: gli si risponda con argomenti. A furia di rispondere indispettiti qualcuno vi irriderà di malo modo. L’espressione “fare le pulci” riservarla come battuta in qualunque altro contesto pertinente, in cui tu sia in confidenza con l’altro, etc. Qui non lo è.

    @ Gianni: capito benissimo, ma leggi sul mio blog (o meglio, so già che hai letto: per correttezza non posso fare di tutta l’erba un fascio, non solo perché qui c’è qualche amico – non sarebbe un buon motivo – , ma perché le generalizzazioni senza eccezioni sono fantastiche idiozie). Chi critica un comportamento o un atteggiamento non ha bisogno di perdere tempo a fare l’elenco di chi non adotta quel determinato atteggiamento o non sceglie quel comportamento…I destinatari si riconoscono benissimo.

    Della classifica postata da Jan neppure Jan ha nulla da dire, a meno che non si sia documentato nel frattempo (caso nel quale non credo abbia nulla da dire, ugualmente). Vale meno di niente, e l’urgenza con cui si è scritto CHI non c’è in classifica, tanto per rispondere a Georgia, è un indizio di superficialità (ermeneutica tendenziosa dell’aria fritta, nulla più)

    Georgia: NI non è ventesimo su venti milioni, perché venti milioni sono i siti, i siti italiani su technorati sono molti meno, i blog italiani ancora di meno: e quelli ammessi a quella classifica sono preventivamente “giudicati blog” secondo un criterio non dichiarato. Difatti, Vibrisse viene recuperato in extremis. E’ tutto un simpatico scherzo, suvvia.

    @Inglese: mi spieghi cosa c’entra questo post con la letteratura o con la cultura? La sindrome di Fonzarelli galoppa, ma sono curioso.

  20. gianni biondillo il 8 novembre 2005 alle 12:20

    Be’, quanto meno aggiorniamoci: SIAMO AL 22° POSTO!!!!!!!!!

    ;-)

  21. georgia il 8 novembre 2005 alle 12:41

    ragazzi non vorrei essere banale ma … parigi brucia e voi bruciate nazione indiana e vari blog periferici?
    Suvvia ricomponetevi e se non volete sporcarvi con la cronaca e rimere nel culturale, per lo meno parlate di “Parigi brucia ?” di Renè Clémént ;-)

  22. georgia il 8 novembre 2005 alle 12:52

    sarebbe interessante analizzare gli argomenti dei primi blog in classifica (escluso beppe grilo che è personaggio pubblico) per vedere magari se essere fra i primi posti sia auspicabile o meno.
    Interessante vedere prima di tutto dove si annidi l’abiltà tecnica dei blogger (perchè ho capito che per essere monitorati prima di tutto bisogna essere abili tecncamente ed è cultura anche quella, anzi direi soprattutto, al giorno d’oggi) e poi vedere quali sono gli articoli che appetiscono il navigatore e quali quelli che fanno retrocedere i blog che retrocedono.
    Insomma quella sì che sarebbe operazione interessante, magari uno dopo preferisce essere al 500° posto, chissà ;-).

  23. georgia il 8 novembre 2005 alle 13:37

    scusate forse prima mi sono espressa male e potrei essere equivocata.
    Il succo del discorso era che se Nazione indiana, I miserabili e haramlik, che affrontano argomenti seri edifficili e diversi da molti degli altri blog della classifica (se escludiamo macchia nera che però ha anche molte donnine nude che potrebbero fare il numero, nessuna critica anzi complmenti per far passare tramite quelle, molte cose importantissime), se questi blog nonostante l’argomento ostico sono così ben posizionati forse è dovuto all’abilità tecnica di chi li gestisce, quindi invece di critiche dobbiamo fare i complimenti a Jan.
    georgia

  24. Ivan Roquentin il 8 novembre 2005 alle 13:59

    @ Georgia: Parigi brucia e qui stappano lo spumante (e pure sbagliando). E resta il fatto che una classifica non dice nulla finché non vien detto “cosa esattamente quella classifica ordini, e quali siano i criteri per l’inserimento”: ho gettato due indizi sperando che “i passanti” li seguano.
    Quanto al resto, sono pochissimi gli argomenti di Ni che trovo interessanti, e raramente mi pronuncio: sono moltissimi quelli irritanti.

    “se questi blog nonostante l’argomento ostico sono così ben posizionati forse è dovuto all’abilità tecnica di chi li gestisce, quindi invece di critiche dobbiamo fare i complimenti a Jan.”

    No, scusami, ti sbagli. Quella non è in alcun modo una classifica di valore. La relazione tra qualunque merito e quella classifica andrebbe spiegata (ma sono io l’unico a sapere cosa sia technorati? Perché mi è sorto il sospetto).
    Non c’è proprio da fare alcun complimento a Jan, che tra parentesi, a quanto mi risulta, è il webmaster, e non so quanto ne capisca di semantica del web. Se solo si prendesse Reister alla lettera, e non è il caso, perché è di un’approssimazione notevole, ne seguirebbe che c’è un legame tra quanto è “linkato” NI e il valore dei contenuti. In questo contesto, citare Lipperatura come “non inserito” è semplicemente tendenzioso, idem per Vibrisse, poi integrato.
    N.B.: Gli ultimi due link a NI sono di sfottò:-)

  25. georgia il 8 novembre 2005 alle 14:35

    no caro ivan qui ti sbagli.
    Il contenuto di nazione indiana dei miserabili e di haramlik io lo giudico in base ai miei criteri e non a quelli di una classifica.
    Tu giudichi i contenuti di NI negativi e irritanti? io no (magari non tutti sono perfetti, ma chi lo è?).
    I complimenti a jan (o chi per lui) che riesce con l’ausilio della tecnica a far passare contenuti che altrimenti sarebbe difficile far passare.
    Se critichiamo i best seller forse è perchè i contenuti sono di solito scadenti, ma se un libro favoloso diventa un best seller perchè mai mi dovrei incazzare? non potrei che felicitarmi con chi è riscito nel miracolo.
    Tu puoi pensare quello ce vuoi ma che un blog come NI sia letto da più persone possibili a me non può che far piace e dovrebbe farlo anhe a te. Se poi tu sei capace di fare di meglio, penso che ne saremo tutti felicissimi e aspettiamo con ansia (e lo dico senza alcuna ironia).
    Non è bloccando le altre cose più o meno buone che però si ottiene il meglio, se vuoi prendertela con dei blog indecenti la blogsfera è piena non hai altro che da cominciare, ma cominciare da NI mi sembra n po’ meschino.
    anch’io non capisco come mai Lipperatura non sia in classifica, ma perchè non nomini (non nominate) mai Carmilla? oggi c’è un articolo di genna su parigi.
    georgia

  26. Ivan Roquentin il 8 novembre 2005 alle 20:29

    Georgia, tu hai scritto: “se questi blog nonostante l’argomento ostico sono così ben posizionati forse è dovuto all’abilità tecnica di chi li gestisce, quindi invece di critiche dobbiamo fare i complimenti a Jan”

    Hai parlato di classifiche, e a quello ho replicato. E’ italiano, mi pare.

    “Il contenuto di nazione indiana dei miserabili e di haramlik io lo giudico in base ai miei criteri e non a quelli di una classifica.”

    Non ho capito su cosa mi stia sbagliando. Georgia, basta non trarre conclusioni affrettate, lascia perdere, parlavo della tua deduzione sulal base di una classifica. E’ abbastanza ignobile pubblicare un pezzo del genere, così la penso.

    “I complimenti a jan (o chi per lui) che riesce con l’ausilio della tecnica a far passare contenuti che altrimenti sarebbe difficile far passare.”

    ??? Non ho capito. Quale meritevole opera? Installare wordpress, che non ha bisogno neppure di manutenzione? Non capisco davvero…

    “Se critichiamo i best seller forse è perchè i contenuti sono di solito scadenti, ma se un libro favoloso diventa un best seller perchè mai mi dovrei incazzare? non potrei che felicitarmi con chi è riscito nel miracolo.”

    Ma di cosa stai parlando? Georgia, NI non è neppure lontanamente l’equivalente di un best seller internet, se non l’hai capito.

    “Se poi tu sei capace di fare di meglio, penso che ne saremo tutti felicissimi e aspettiamo con ansia (e lo dico senza alcuna ironia)”

    Beh, fare peggio è difficilissimo. Se non altro non sarei capace di ricreare l’ambiente di pettegoli che mi ha ronzato nelle orecchie per un’estate: ci vuole un talento che non possiedo.
    Ma chi vuole bloccare niente. Gianni ne è testimone, non ho fatto altro che incoraggiare NI 2.0 sin da luglio (in privato, ma non è un gran segreto): ciò non significa che io debba per forza apprezzare i risultati. Da un punto in poi ho ritenuto giusto non dover condividere niente con alcune persone: se queste persone, a prescindere da qualunque polemica personale. Cosa c’è di strano?

    “anch’io non capisco come mai Lipperatura non sia in classifica, ma perchè non nomini (non nominate) mai Carmilla? oggi c’è un articolo di genna su parigi.
    georgia”

    Georgia, ne azzeccassi una, dico io: vai sul mio blog, la prima categoria (spicca in alto a sinistra) è: “da leggere”
    Guarda caso c’è il link di Giuseppe (gran pezzo), e non è neppure l’ultimo, quindi sta lì da un po’…

    Va bene, alla prossima, assodato che chi ha scritto questo post si è messo a “corbellare” alla grande

  27. andrea inglese il 8 novembre 2005 alle 20:36

    caro Ivan (ti chiamo per nome, perché il cognome che hai scelto corrisponde ad uno dei personaggi di romanzo più antipatici del 900), ti dico subito che Jan è un mio vecchissimo amico, quindi cadi male perché lo difenderei dovunque e comunque… anche se dicesse che siamo “penultimi al mondo”… e poi ha grandi meriti nella vita di NI2

    detto questo, la mia frequentazione della rete è ultraselettiva (limiti miei), quindi mi sfuggono molte cose, che magari qualcun altro capisce, come il senso di questa classifica. La classifica in sé puo’ essere un dato sempre interessante, come il numero di copie vendute di un libro. Ovviamente dipende cosa ci fai con quel dato.

    Legittimo che tu non sia d’accordo, ma se su questo m’imbastisci il melo’ del nostro karakiri intellettuale, pure filogeneticamente determinato, allora mi fai sorridere, e mi sembra che vuoi “farci le pulci” (che per altro è una frase idiomatica dell’italiano, di uso familiare, ma assai frequente in contesti molto diversi).

  28. georgia il 9 novembre 2005 alle 00:01

    @ivan scrivi:Georgia, ne azzeccassi una, dico io: vai sul mio blog, la prima categoria (spicca in alto a sinistra) è: “da leggere”
    Guarda caso c’è il link di Giuseppe (gran pezzo), e non è neppure l’ultimo, quindi sta lì da un po’…

    Ma io veramente (anche se capisco che potevi equivocare) mi chiedevo come mai non parlavate di carmilla riguardo alla classifica ;-) Non mi sembra che tu abbia mai mostrato stupore per l’assenza di carmilla.
    Tu però, te lo devo dire, quando scrivi hai sempre degli ossificati intercalari un po’ offensivi e fastidiosi, sembri proprio un politico televisivo del centrodestra. Va beh che sei disgustato come un leghista, ma non è un motivo per essere disgustoso. Almeno quando dialoghi in una lista perchè non ti rilassi un po? Ci scommetto che, se vuoi, sai anche essere intelligente e non solo sgradevole.

    (calma, gianni … si sa che sono una maestrina;-))
    geo



indiani