Articolo precedenteCon le mani amore
Articolo successivoLo schiocco

Billy The Kid by Jack Spicer (1958)

spicer.gif

IV/X
 

What I mean is
I
Will tell you about the pain
It was a long pain
About wide as a curtain
But long
As the great outdoors.
Stig-
        mata
Three bullet holes in the groin
One in the head
                          dancing
Right below the eyebrow
What I mean is I
Will tell you about this
Pain.
 

More...

IV/X 

 

Ce que je veux dire est

Je

Vous parlerai de sa souffrance

C’était une longue souffrance

Presque aussi large qu’un rideau

Mais longue

Comme la nature sauvage.

Stig-

        mates

Trois impacts de balles dans l’aine

Un dans la tête

                        dansant

Juste sous le sourcil gauche

Ce que je veux dire c’est je

Vous parlerai de sa

Souffrance.

(traduit par Eric Suchère)

6 Commenti

  1. Bon, j’y vais (mais j’étais sûr que ça finirait comme ça…):

    Voglio dire che
    Vi
    Dirò del dolore
    Era un dolore lungo
    Largo quasi come una tenda
    Ma lungo
    Come l’aria aperta.
    Stim-
    mate
    Tre fori di pallottola nell’inguine
    Uno in testa
    danzante
    Appena sotto il sopracciglio
    Voglio dire che
    Vi dirò di questo
    Dolore.

  2. Can I try?

    Traduzione traditoria (ma non troppo):

    Voglio dirvi che
    Io
    Vi parlerò del dolore
    Del lungo dolore
    Vasto quasi come un sipario
    Enorme
    Come l’aria, all’aperto.
    Stig-
           mate
    tre colpi di pistola nell’inguine
    uno in testa
                     danzante
    Giusto sotto il sopracciglio
    Quello che voglio dirvi è
    Che vi parlerò di questo
    Dolore.

  3. Ah, ouf, enfin ! mais n’oubliez pas de faire les trois premiers de la série autrement Billy The Kid ne vous loupera pas…

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Bianca Battilocchi: il ritmo che ritorna

    «Territori dell'esplorazione / li legge chi corre / distante dalle pagine» Il ritmo che ritorna di Bianca Battilocchi è il quinto...

Qui nessuno dice niente. Un anno di scuola tra i carcerati – Domenico Conoscenti

Brani dalla ristampa del libro di Domenico Conoscenti (il Palindromo, 2021)  pubblicato da Marietti nel 1991: il diario di insegnamento...

La voce di chi scrive

di Davide Gatto Sa molto di accademia proporre oggi una riflessione sul narratore, su questa sfuggente entità di cui si...

L’Anno del Fuoco Segreto: Verso Montsalvat

La descrizione del progetto L’Anno del Fuoco Segreto, si può leggere QUI. di Andrea Morstabilini Era nato, come il re suo nonno, il 25...

Il silenzio

di Fiorella Malchiodi Albedi Mi sono alzato storto. Tutto mi dava noia, una specie di nausea mentale, non riuscivo a...

ANDREA ZANZOTTO [1921-2021] Vera figura, vera natura, slansada in ragi come’n’aurora…

"[…] il discorso visivo di Fellini ha risvegliato per me alcune risonanze entro una certa aura linguistica da dirsi veneta (veneziana solo in parte) sia per eccesso che per difetto. Mi è capitato davanti un parlare perso nella dicronia e nella sincronia veneta, fino al paradosso ed all’irrealtà di una citazione paleoveneta, un parlare un po’ inventato […] "