Articolo precedente
NON IN NOSTRO NOME!
Articolo successivoVivere, scrivere

Acquerelli istantanei

di Delorda – Mahy

Tra noi c’è un patto ferreo

Mahy Mahy disegna ciò che vuole ⟸


Graziano Delorda ruba i suoi quadernetti, li scansiona, li narra ⟸
Li intitola ⟸

Lasciandosi ispirare dai disegni e dal momento ⟸

1 commento

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Diari di maggio. Prescrizioni sanitarie e mutazioni del corpo (1/2)

Testimonianze informali riscritte e disegnate da Elena Tognoli   1 maggio Antonia (Il nuovo rumore delle gambe) “Stamattina sono uscita a fare due...

Ruben Stefano Boari: il disegno non dà tregua alla pagina

  Ruben Stefano Boari è nato nel 2009 a San Severino. Attualmente abita a Macerata, ma ha vissuto anche a...

Discorsi per un grande amore il giorno del suo funerale

di Elena Tognoli Cercavo una tua foto (odiavi farti fotografare come d’altronde ballare) Ho paura che tu muoia. La differenza d’età è così...

ti saluto fino a perdere la mano

testi e disegni di Elena Tognoli       Ricorrenza   Ogni anno ti saluto fino a perdere la mano   lascio una traccia agli arrivi e alle partenze, è tremolante e luminosa   è...

La poesia e i bambini

di Azzurra D'Agostino Questo pezzo è una dedica a tutti gli insegnanti che nonostante tutto superano le barriere della semplice...

Quando piove ho visto le rane

poesie di Azzurra D'Agostino disegni di Giga Questo libretto di poesia senza spiegazioni, avrà, credo, raggiunto il suo scopo se leggendolo,...
davide orecchio
Vivo e lavoro a Roma. Libri: L'isola di Kalief (con Mara Cerri, Orecchio Acerbo 2021), Il regno dei fossili (il Saggiatore 2019), Mio padre la rivoluzione (minimum fax 2017. Premio Campiello-Selezione giuria dei Letterati 2018), Stati di grazia (il Saggiatore 2014), Città distrutte. Sei biografie infedeli (Gaffi 2012. Nuova edizione: il Saggiatore 2018. Premio SuperMondello e Mondello Opera Italiana 2012). Provo a leggere i testi inviati, e se mi piacciono li pubblico, ma non sono in grado di rispondere a tutti. Perciò, mi raccomando, non offendetevi. Del resto il mio giudizio, positivo o negativo che sia, è strettamente personale e assolutamente non professionale. Questo è il mio sito.