Tag: Sarah Kéryna

Siamo sempre stati separati. Decimo quadro: Roques-Hautes (fine)

di Sarah Kéryna traduzione di Andrea Raos - Ti ricordi quando andavamo a Roques-Hautes? Roques-Hautes, te ne ricordi? - Oh beh, sì! Se me ne ricordo! Ah! Roques-Hautes! Ah sì! Di questo me ne ricordo bene. Oh! Quanto ci si stava bene! Ci si riposava bene. Ci andavamo quasi ogni sera. - Sì, ogni pomeriggio, addirittura. - Ogni pomeriggio. E poi, mangiavamo lì? - Sì, la pizza! - La pizza! - Ti ricordi? - Sì, delle grandi pizze. Ero io che andavo a prenderle. Delle pizze al forno a legna. - Delle pizze al forno a legna. - Ah sì! Di questo mi ricordo. - Erano buone. - Ah sì! E poi, delle volte c’eravamo solo noi a Roques-Hautes, in quel grande coso… completamente vuoto. Sembrava Gavarnie, nei Pirenei. Si sarebbe detto che eravamo isolati da tutto. Allora, delle volte, ero angosciata. Non dicevo niente, ma ero angosciata.