dispatrio

prime traduzioni italiane di scrittori stranieri

Un giorno ci svegliamo vivi

Pubblicato da
0
10 dicembre 2016

ian-es-pop-404x640

[Esce per Valigie Rosse, Premio Ciampi 2016 per la poesia straniera, l’antologia di Ioan Es. Pop, straordinario poeta rumeno. Qui alcuni testi, in coda un brano dell’introduzione che ho scritto per il libro. a. i.]

di Ioan Es. Pop

traduzione di Clara Mitola

.

  1. (arco di trionfo)

 

questo faccio ora: torno a oltețului 15.

è venerdì ed è sera.

da venerdì a lunedì non abbiamo più motivo di vivere.

allora hans s’infuria e compra dell’alcool sanitario Continua a leggere »

Sentire voci, inventare lingue. Le narrazioni di Amitav Ghosh.

Pubblicato da
1
29 novembre 2016
Sentire voci, inventare lingue. Le narrazioni di Amitav Ghosh.

di Anna Nadotti

«Parole! Neel era dell’opinione che le parole, non meno delle persone, fossero dotate di una propria vita e di un proprio destino. Allora perché non c’erano astrologi a studiarne il kismat e a predirne il fato? L’idea che avrebbe potuto essere lui ad assumersi tale compito gli venne all’incirca all’epoca in cui...
Leggi »

cinéDIMANCHE #28 ORSOLA PUECHER Cucù di Robert Desnos

Pubblicato da
8
6 novembre 2016
senzanome


di Orsola Puecher

... solo grazie al prodigio senza regole dei sogni e della fantasia ci saranno sempre sulla terra delle notti dopo i giorni, ma soprattutto dei giorni dopo le notti, perché la liberazione dell’uomo passa anche e soprattutto attraverso la poesia, la favola, l’amore, il sogno, l’inatteso e il meraviglioso.
Leggi »

Philippe Muray c’è!

Pubblicato da
1
19 ottobre 2016
Philippe Muray c’è!

di

Lakis Proguidis*

traduzione di Francesco Forlani

(Saluto con estrema gioia la pubblicazione da parte delle coraggiose Edizioni Miraggi, (Tamizdat) di Cari jihadisti di Philippe Muray. Una gioia che ha due ragioni ben precise: la prima è che si tratta della prima in Italia di una delle voci più contre-...
Leggi »

L’ombra del padrino: un’intervista impossibile.

Pubblicato da
23 settembre 2016
L’ombra del padrino: un’intervista impossibile.

L’ombra del padrino

Un’intervista impossibile

 

Il 25 settembre 2016 presento il mio ultimo documentario alla Festa Indiana di Torino. Purtroppo non potrò essere presente alla proiezione dunque, come da richiesta, lascio qui alcune riflessioni intorno al film. Intanto ecco una breve sinossi, per darvi un’idea del soggetto.…


Leggi »

Un gesto di cavalleria

Pubblicato da
4 settembre 2016
Un gesto di cavalleria

di

Azra Nuhefendić

Tra i candidati idonei fu scelto Joza F. per fare il corrispondente dalle Nazioni Unite. Aveva quello che agli altri aspiranti mancava: una zia che viveva a New York e che poteva ospitarlo.

All’inizio degli anni Sessanta, la Bosnia era un paese povero,...
Leggi »

Cose turche

Pubblicato da
28 agosto 2016
Cose turche

di Azra Nuhefendić

L’ultima epidemia di vaiolo in Europa fu nel marzo 1972. Nei trent’anni precedenti si credeva che la malattia fosse stata sradicata, ma riapparve a Belgrado, allora capitale della Jugoslavia. Un trentacinquenne kosovaro era tornato dal suo pellegrinaggio alla Mecca e aveva portato il virus.…


Leggi »

Photomaton: dietro ogni foto c’è una storia

Pubblicato da
10 agosto 2016
Photomaton: dietro ogni foto c’è una storia

di

Azra Nuhefendić

Per vent’anni ero andata a fare tutte le mie fototessere dal fotografo “Đumišić” che ha tutt’ora un piccolo negozio nel centro di Sarajevo. L’avevo scelto per un motivo ben preciso. Lui modificava parecchio le fotografie, all’epoca si diceva che faceva il retusche, e sulle foto...
Leggi »

L’importanza di essere piccoli. Poesia e musica dei borghi dell’appennino

Pubblicato da
25 luglio 2016
L’importanza di essere piccoli. Poesia e musica dei borghi dell’appennino

Tutti i giorni esco e cerco l’Altro sempre.
F. Hölderlin

 

L’importanza di essere piccoli
poesia e musica nei borghi dell’appennino
VI edizione dal 2 al 6 agosto
un progetto associazione arci  “SassiScritti”

riabitare il luoghi marginali con la poesia e la musica

LA POESIA  CERCA L’ALTRO

con

GNUT, NADIA AUGUSTONI,  GIUSI QUARENGHI, IACAMPO,  MOTTA,  MATTEO PELLITI,...
Leggi »

Extraterrestrial activity #3: Oscurità

Pubblicato da
7 luglio 2016

solar-darkness-8 copertina di reflector 2012 rivista di astrofotografia

Lord Byron*

Ebbi un sogno, che non fu per nulla un sogno Continua a leggere »

il dibattito no, no, il dibattito no

Pubblicato da
25 giugno 2016
il dibattito no, no, il dibattito no

Il dibattito di Philippe Muray (traduzione di effeffe) Non si dovrebbero mai fare dibattiti. Il dibattito, come il resto, nel nostro mondo di intransitività incalzante, ha perso il suo complemento diretto. Si fanno dibattiti ancor prima di sapere su cosa: quel che conta è riunirsi.…
Leggi »

Scarafag(g)itazione

Pubblicato da
7 giugno 2016
prigov-in-his-studio

di Dmitri Prigov

traduzione dal russo di Giorgia Romagnoli

Preavviso

Ogni epoca presenta i suoi personaggi buoni, cattivi, prodigi, dell’orrore. Infatti, il tema di questo libro è la nuova svolta di un tema di sempiterna presenza tra le nostre ctonie truppe.…


Leggi »

Gli spazi del sonno – Robert Desnos

Pubblicato da
29 maggio 2016
Gli spazi del sonno – Robert Desnos

di Ornella Tajani

Les espaces du sommeil, così come gli altri tre componimenti di Robert Desnos già tradotti qui, è tratto dall’antologia Corps et biens, pubblicata nel 1930 (oggi Gallimard, 1968). A questa traduzione ho avuto occasione di lavorare anche nel mese di marzo 2016, durante il primo ViceVersa italiano-francese, un laboratorio bilingue per traduttori editoriali promosso...
Leggi »

Carlo ​Bordini al ​Teatroinscatola, ​per Nat​halie Quintane || blitzvorlesungen / gammm

Pubblicato da
26 maggio 2016

|| 2006—2016 || BLITZVORLESUNGEN

PER I PRIMI DIECI (e i prossimi cento) ANNI DI
GAMMM

BLITZVORLESUNGEN = letture lampo _ in un numero imprecisato di date

SESTA DATA :
sabato 28 maggio 2016, alle ore 18:00...
Leggi »

Bracciate #3 – Silvana Lorenzi

Pubblicato da
8 maggio 2016
Bracciate #3 – Silvana Lorenzi

Il terzo racconto della rubrica Bracciate è « Le veneziane gialle » di Silvana Lorenzi, un testo breve ambientato a Berlino. Lorenzi, invece, è nata a Milano, dove oggi vive; Milano segue e copia i suoi stati d’animo, e viceversa; per questa ragione, forse, litigano spesso.…


Leggi »

La Non-Patagonia di Mariano Bàino

Pubblicato da
25 aprile 2016

di Daniele Ventre

La dimensione dell’estraneità, dell’uomo ἄπολις, clericus vagans e particella errante ed errata del corpo sociale, è una figura ormai tradizionale dello spazio letterario d’occidente. Accade tuttavia di imbattersi  in opere che interpretano questa antica dimensione in modo peculiare, non scontato: particelle ancora più rare nella materia oscura della scrittura senza patria.…


Leggi »

Didascalie: Lucilla Carucci

Pubblicato da
13 aprile 2016
Didascalie: Lucilla Carucci

 

 

Lucilla Carucci

Tessuto su tela | Appunti di viaggio Tissu sur toile | Notes de voyage —
Exposition

15 avril – 14 mai 2016

Un viaggio nella memoria, fatto di impressioni, colori, luci che costruiscono una strana poesia dei luoghi della vita attraverso una tecnica che nasce tanto tempo fa: «all’inizio degli anni ’70 scoprii a Prato...
Leggi »

“Qualcuno che lo vuole davvero”, Maartje Wortel

Pubblicato da
2 aprile 2016

«Travel is nonsense» he announced. «The only thing you see is what’s already inside you.»

– James Salter

 

Oltre a una sorella maggiore e a un biglietto sul tavolo della cucina, il padre di Reza le ha lasciato anche un pascolo. Per il suo decimo compleanno le aveva promesso un pony. Il pony, come già previsto da sua madre, non è mai arrivato, il pascolo però è suo. Continua a leggere »

Il caso Roualdès: il genio anarchico e poetico d’un occitano di Francia

Pubblicato da
1 aprile 2016

1 aprile

 

 

 

 

 

 

°

di Andrea Inglese

Gallimard lo voleva per la sua storica “Série Noire”, Seuil lo voleva per la collezione “Fiction et Cie”, fondata nel 1974 dal poeta Denis Roche, persino l’esigentissima Minuit, che non ha nemmeno una collana di poesia, lo voleva, e non un solo volume, ma i suoi 9 libri, che per lui altro non sono che le 9 cantiche di un solo macro-poema. Continua a leggere »

Andy Violet – L’eroe semantico e lo scrigno del silenzio

Pubblicato da
11 marzo 2016

di Daniele Ventre

Ti chiederanno
di questa poesia
di trovare le parole-chiave
cerchiarle e sottolinearle
poi di fianco
raccoglierle e elencarle.

Quando però ne avrai un bel mazzo
raccolto in un sonante passe-par-tout
ti accorgerai
provando e riprovando con premura
che girano sempre a vuoto
le parole-chiave
dentro ad un silenzio-serratura.…


Leggi »

Poesie inedite

Pubblicato da
9 marzo 2016

di Diego Caiazzo

* * *

Penso spesso al destino dei miei libri,
dopo; vorrei fare come i faraoni,
portarli con me nella mia piramide:
solo che io non avrò una piramide,
probabilmente; ed è vero,
molti li compro sapendo
che non li leggerò,
almeno in questa vita;
ma mi piace vederli lì, tra gli...
Leggi »



indiani