Articolo precedenteE SPEGNETE LA LUCE, GRAZIE.
Articolo successivoTreviana #1: I cani del nulla

MON SEMBLABLE

di Gianni Biondillo
alloro2.gif
Gh’an Ditt oeuv senza guss, bartolamee,
barlafus, fasoritt, menus, coo d’aj,
signori de cittaa, zeder, campee,
barolè, ballauster e coraj

(Carlo Porta)

Poeti neoclassico-avanguardisti
ecco il prontuario che mancava:
mai dimenticarsi delle clessidre,

della notte ed il mare. Di vergare
pergamene. Mai scordarsi del tedio
dell’anima, dell’orgia di baccanti

degli arabeschi e di querule eco.
Non trascurare gli Dei e Cassandra,
il momento mistico dei tarocchi

e, certo, il sacro Graal, l’alchimia…
Non c’è mai poca gente semmai gli uomini
sono rari, oppure sono incerti;

impara non sei ubriaco ma ebbro
e nessuno viene ma tutti giungono.
Se vuoi un mio consiglio spassionato

ascolta i poeti laureati
loro, altro che se la sanno lunga:
il metro chiuso oggi è più di moda

se devi romperlo fallo a brandelli
che ci piace tanto perché è così
decò, sembra tanto modernariato.

Ma come! Parli tu? Potreste dirmi
Certo! Parlo! Dal basso dei miei versi.
Soffro anch’io del nostro mal francese:

Nessuno ci incula ma continuiamo
a crederci al centro dell’universo.
Poveri illusi, fratelli, poeti…

……………………………………………………..

1 commento

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

E tu splendi

di Gianni Biondillo Giuseppe Catozzella, E tu splendi, Feltrinelli editore, 2018, 231 pagine Anche questa estate, come ogni anno, Pietro e...

A caccia nei sogni

di Gianni Biondillo Tom Drury, A caccia nei sogni, NNeditore, 2017, 232 pagine, traduzione Gianni Pannofino C'è un'America, nel cuore dell'America,...

Il club dei bugiardi

di Gianni Biondillo Mary Karr, Il club dei bugiardi, edizioni e/o, 2017, 413 pagine, traduzione Claudia Lionetti L'intera opera di Mary...

Uscire di casa, entrare in città (1 di 2)

(Condivido la prima parte di un testo pubblicato ieri su L'Ordine - inserto culturale de La Provincia di Como...

Testimoni involontari del tempo

Il 6 marzo 2020 ancora non mi rendevo conto di quanto le nostre vite sarebbero cambiate per colpa della...

Massacrarsi di cultura

(Gabriele Marino è un cercatore di tartufi. Qui di seguito, con precisione maniacale, ci racconta come ha conosciuto l'opera...
gianni biondillo
GIANNI BIONDILLO (Milano, 1966), camminatore, scrittore e architetto pubblica per Guanda dal 2004. Come autore e saggista s’è occupato di narrativa di genere, psicogeografia, architettura, viaggi, eros, fiabe. Nel 2011 il romanzo noir I materiali del killer ha vinto il Premio Scerbanenco. Nel 2018 il romanzo storico Come sugli alberi le foglie ha vinto il Premio Bergamo. Scrive per il cinema, il teatro e la televisione. È tradotto in varie lingue europee.