Le scimmie sono inavvertitamente uscite dalla gabbia (100 – Fine!)

di Dario Voltolini

scimmietta.jpg Bene, eccoci al termine della scimmiata. Ringrazio tutti quelli che mi hanno sopportato, quelli che non mi hanno sopportato e quelli che hanno apprezzato le scimmie. Dedico alla Fuschini quest’ultima puntata, che la vede in presenza di una scimmia vera – non come l’Angelini – qui a sinistra. La scena catanese con cui le scimmie finiscono è idealmente indirizzata al mio amico Liotro. Saluti a tutti voi, amici de’ me’ coglioni. D.V.

la coda di castoro dei fichidindia sulla galleria
la ferrovia che costeggia il mare
il negozio di alimentari
il centro fotocopie e l’internet caffè
vincendo l’attrito di tutto il cosmo compatto
il gesto che ruota i pianeti sospinge il pomeriggio
dentro l’obliqua fica della notte
una luce brilla
il fumo della carne di cavallo
si alza dalle griglie e dalle carbonelle
si mescola all’asfalto nella notte senza vento senza nessun lamento

Print Friendly, PDF & Email

25 Commenti

  1. No, no, non lo sopporto! Non lo accetto!!!
    ;-) G.

    p.s. bella foto. A me Gabri non me le ha mai spedite, sono mooolto geloso.

  2. Addio alla scimmie ribelli! Sono scappate le scimmie…viva le scimmie. Mi mancheranno….

  3. A Voltolì, e mo’? senza le scimmie che me resta?
    me so’ finite pure le lagrime…

  4. Bravo Dario, l’hai portato fino in fondo! Bella testa dura! Io ho qui accanto la stampata (con tutti i miei appunti), sorride e sembra soddisfatta, ora le offro qualchecosa,
    un rabarbaro.

  5. Avrei sostituito, nel finale, la carne di cavallo con la carne di scimmia, ma tant’è:-)
    L’importante è che il pomeriggio finisca in gloria (= nell’obliqua fica della notte).
    Bravo tato, spero tu non abbia preso a male le battite mie e del mio amico Basso Profilo. Un abbraccio.

  6. Premessa sussurrata:
    (dopo aver letto tutti i 100 post… devo dire… che andrò a rileggermi Tzara & Co. e cercherò di capire – sebbene sia difficile, lo ammetto – che differenza c’è per esempio tra una puntata di scimmia e un brano buttato giù alla “écriture automatique”. Mi sento fuori epoca, mi sento indietro di cervello).

    Conclusione plaudente:
    COMPLIMENTI!

  7. Be’ Gabri, un po’ ruvido come complimento, ma si vede che a Nacho Vidal gli è uscito dal cuore !

  8. Sì, molto carina Gabri.
    Comunque manca il punto alla fine, forse potrebbero riprendere (un po’ come quando finisce un concerto ma ancora non accendono le luci).

  9. Grazie del complimento Nacho Vidal, l’avrei preferito da Gore Vidal ma non si può avere tutto dalla vita! Credevo di trasformarmi in una scimmia lungo tutto il percorso Voltoliniano e invece mi sono fidanzata con una bertuccia…

  10. Sei una gran testa di cazzo caro ginop, uno di quegli uomini di merda che insultano le donne nell’unico modo che conoscono… che tristezza!

  11. non era un insulto. e che cazzo, le donne non fanno quelle cose e gli uomini non ne fanno altre? forse ti sei offesa perché ho aggiunto l’avverbio svogliatamente…

  12. Non si potrebbe avere un occhiello su questa Nazindiana ove cliccando vengono giù o si scaricano di botto tutte le scimmie dal primo cantare all’ultimo?

    Questo tutto, sempre archiviare giù, giù mi da fastidio ed impedimento ad una buona lettura.

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Il romanzo enciclopedico

di Marco Drago
Il 26 maggio sarà in libreria "Ferrovie del Messico" di Gian Marco Griffi. Il romanzo, ambientato nel febbraio del 1944, racconta l’avventura di Cesco Magetti, un milite della Guardia nazionale repubblicana ferroviaria che riceve l’ordine di compilare una mappa delle ferrovie del Messico. Riproduciamo qui la postfazione di Marco Drago.

Post in translation: Rim Battal

di Rim Battal
tradotte dal francese da Angelo Vannini
e tratte dalla raccolta L’eau du bain, Éditions Supernova, 2019.
Puzza di bruciato
Sono giorni che puzza di bruciato ma non c’è alcun fuoco. Puzza di bruciato e non nella mia testa e non un’immagine.

Questo stratificarsi di gesti e tempi. Cinque fotogrammi di madri e figlie

di Chiara De Caprio
La foto, allora, dovrebbe consentirmi di capire che cosa trattiene la mia attenzione e fa scorrere un’emozione impercettibile e lontana, a cui non so, in prima istanza, assegnare un nome

L’amore viene prima

di Andrea Bajani
Ecco un altro figlio della luna, dice
il dottore entrando in sala parto.
Fino a ieri il reparto era semivuoto,
in sei ore si sono rotte sette acque,
sette donne sono già in travaglio.

Overbooking: Qui non possiamo più restare

di Romano A. Fiocchi
È anche una storia di sentimenti, di relazioni che si instaurano e si dissolvono. Tant’è che il lettore finisce per innamorarsi di Marcenda, con quel suo gesto di toccarsi il petto per calmare la tachicardia del suo piccolo cuore.

Le competenze umane

di Giorgio Mascitelli
Durante i mesi invernali la Camera dei deputati ha approvato all’unanimità una proposta di legge per l’introduzione sperimentale nella scuola secondaria italiana delle cosiddette competenze non cognitive, quali ‘l’amicalità, la coscienziosità, la stabilità emotiva e l’apertura mentale’
Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: