Articolo precedente
Articolo successivo

Ci si può dire ancora coglioni?

bandeau_resized.gif
François Rabelais
GARGANTUA E PANTAGRUELE
traduzione di Gildo Passini – Formiggini editore, Roma 1925
CAPITOLO XXVI.

Come qualmente Panurgo prende consiglio da Fra Gianni degli Squarciatori.

Panurgo, arrabbiato delle filastrocche di Her Trippa, passata la borgata di Huymes, si rivolse a Fra Gianni e gli disse belando e grattandosi l’orecchio sinistro:
– Tienimi un po’ allegro, budellone mio, mi sento tutto squintesconcertato lo spirito dai discorsi di quel pazzo indiavolato. Ascolta,
coglion vezzoso,
coglion monachino,
coglion rinomato,
coglion pasticciato,
coglione intrecciato,
coglion piombato,
coglion lattato,
coglion feltrato,
coglion calafatato,
coglion maculato,
coglion rilevato,
coglion di stucco,
coglion grottesco,
coglione arabesco,
coglion d’acciaio,
coglion conciato alla levriera,
coglione assicurato,
coglion garantito,
coglion calandrato,
coglion ricamato,
coglion diasprato,
coglion stagnato,
coglion martellato,
coglion lardellato,
coglion giurato,
coglion borghese,
coglion granato,
coglione d’esca,
coglione arrabbiato,
coglione incatramato,
coglione intabarrato,
coglione appostato,
coglione incappucciato,
coglion desiderato,
coglion verniciato,
coglione d’ebano,
coglion di brasile,
coglion di bosco,
coglion di passo,
coglione a gancio,
coglione a stocco,
coglion sfrenato,
coglion forsennato,
coglion affettato,
coglione ammucchiato,
coglione compassato,
coglion farcito,
coglion paffuto,
coglion forbito,
coglion grazioso,
coglion polverizzato,
coglione intero,
coglion gerundivo,
coglion genitivo,
coglione attivo,
coglion da giganti,
coglion vitale,
coglione ovale,
coglion magistrale,
coglion claustrale,
coglion monacale,
coglion virile,
coglion sottile,
coglion di rispetto,
coglion di ricambio,
coglion di soggiorno,
coglion d’audacia,
coglion massiccio,
coglion lascivo,
coglion manuale,
coglion goloso,
coglione assoluto,
coglion risoluto,
coglion cappuccio,
coglion gemello,
coglion cortese,
coglion turchese,
coglion fecondo,
coglion brillante,
coglion fischiante,
coglion strigliante,
coglion gentile,
coglione urgente,
coglion banale,
coglion lucente,
coglion decente,
coglion bruschetto,
coglione pronto,
coglione impulsivo,
coglion fortunato,
coglion gracchione,
coglion manzalino,
coglione usuale,
coglion d’alto liccio,
coglion squisito,
coglion richiesto,
coglion fanale,
coglion culotto,
coglion vinoso,
coglione guelfo,
coglion di graspo,
coglione orsino,
coglion patronimico,
coglion poppino,
coglion vespino,
coglion alidadato,
coglion amalgamato,
coglione algebrato,
coglion robusto,
coglion venusto,
coglion d’appetito,
coglione insuperabile,
coglion soccorrevole,
coglion gradevole,
coglion memorabile,
coglion notabile,
coglion palpabile,
coglion muscoloso,
coglion bardabile,
coglione sussidiario,
coglione tragico,
coglion satirico,
coglion traspontino,
coglion ripercussivo,
coglion digestivo,
coglione convulsivo,
coglione incarnativo,
coglion ristorativo,
coglion sigillativo,
coglion mascolinante,
coglione ronzinante,
coglion rifatto,
coglione fulminante,
coglion tonante,
coglione scintillante,
coglione arietante,
coglion stridente,
coglione aromatizzante,
coglione diaspermatizzante,
coglione timpanante,
coglion sgargiante,
coglion russante,
coglion pagliardo,
coglion pigliardo,
coglion gagliardo,
coglione dondolante,
coglione sovrapposto,
coglion scappellottante,
coglion frugante,
coglion chiavante,
coglion capovolgente,
mio coglione archibugiante, coglione culettante, frate Gianni, amico mio, io ti ho riverenza ben grande, e ti riservavo come dulcis in fundo. Or dimmi su l’avviso tuo, te ne prego: devo sposarmi o no?

Print Friendly, PDF & Email

4 Commenti

  1. *devo sposarmi o no?*

    qui Rab riprende un topos a lui carissimo. Interrogato da un ‘discepolo’ in procinto di nozze, Socrate serafico rispose: “Che ti sposi o non ti sposi, ti pentirai ugualmente”. Da par suo Rab rispose al censore francese che all’uscita del II libro non sapeva che pesce pigliare essendo stato in precedenza suo amico: “Che mi censuri o meno, ti pentirai ugualmente”.

  2. “devo sposarmi o no”
    prendere consiglio da Fra Gianni o
    acquario : questo fine settimana resulta essera positivo in tutti i settori. Le tue iniziative avrano successo. In ambito affetivo, ti esprimarai con molta chiarezza con la personna amata et farai progetti per il futuro. Evita di berre troppi caffè.

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Rêveries

di Mirco Salvadori
Il diario di bordo di una due giorni dove è questione di pratica di gioventù e di trasmissione generazionale. Un'esperienza tradotta in uno scritto che speriamo incontri con piacere i lettori di Nazione Indiana. M.S.

Memento Moro

Poesie di Alida Airaghii
Come nei Sillabari di Goffredo Parise, dove sono i luoghi a fare le persone e le persone i titoli dell'abécédaire in questa raccolta è il tempo a definire l'ordine, e la storia a sconvolgere la cronologia mutando la semplice successione degli anni- le poesie sfilano come date precise, giorno, anno...

Les nouveaux réalistes: Luigi Macaluso

di Luigi Macaluso
Narrano le cronache non scritte di Trizzulla, paese dell’entroterra madonita, che all’indomani della legge Merlin l’arrivo del nuovo parroco don Basilicò fu accompagnato dalla presentazione d’un prodigio: la nipote Lina, meglio nota alla memoria dei fedeli come l’Ovarola o la Moglie del Serpente.

Avanguardia Vintage: l’intervista

a cura di di Nadia Cavalera
"C’è un brano di Kafka che dice che la scrittura deve essere come un’ascia, che rompe uno strato di ghiaccio. Per cui, sostanzialmente, al povero lettore gli diamo, come dire, delle botte sulla testa."

Deus ex Makina: Maniak

di Francesco Forlani
Da un po'sto collaborando con Limina Rivista, con delle autotraduzioni dal francese di piccoli assaggi ( essais) letterari pubblicati in oltre vent’anni sulla rivista parigina l’Atelier du Roman diretta da Lakis Proguidis. Dopo Philip K Dick, Franz Kafka, Anna Maria Ortese, Charles Dickens è stata la volta di Boris Vian. Qui una nota a un libro indispensabile.

Overbooking: Eugenio Manzato

Alberto Pavan
Il romanzo narra la vita di Antonio Romani, vissuto tra la campagna trevigiana, Padova e Venezia, tra il 1757 e il 1797, l’anno in cui nella notte del 12 maggio, con Bonaparte alle porte, la narrazione si interrompe con un finale aperto che alimenta nel lettore il desiderio di un sequel.
francesco forlani
francesco forlani
Vivo e lavoro a Parigi. Fondatore delle riviste internazionali Paso Doble e Sud, collaboratore dell’Atelier du Roman . Attualmente direttore artistico della rivista italo-francese Focus-in. Spettacoli teatrali: Do you remember revolution, Patrioska, Cave canem, Zazà et tuti l’ati sturiellet, Miss Take. È redattore del blog letterario Nazione Indiana e gioca nella nazionale di calcio scrittori Osvaldo Soriano Football Club, Era l’anno dei mondiali e Racconti in bottiglia (Rizzoli/Corriere della Sera). Métromorphoses, Autoreverse, Blu di Prussia, Manifesto del Comunista Dandy, Le Chat Noir, Manhattan Experiment, 1997 Fuga da New York, edizioni La Camera Verde, Chiunque cerca chiunque, Il peso del Ciao, Parigi, senza passare dal via, Il manifesto del comunista dandy, Peli, Penultimi, Par-delà la forêt. , L'estate corsa   Traduttore dal francese, L'insegnamento dell'ignoranza di Jean-Claude Michéa, Immediatamente di Dominique De Roux
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: