Articolo precedenteBlack (super) Market
Articolo successivoUn po’ per uno

alfabeta2 numero 11 in edicola e in libreria

Emilio Isgrò, Codice ottomano della solitudine

E’ uscito il numero di luglio di «alfabeta2»

Umberto Eco, G.B. Zorzoli, Carlo Formenti, Renato Nicolini e Giuseppe Montesano intervengono sulla spinta al cambiamento avviata dalle recenti votazioni.

L’anniversario del G8 di Genova, la crisi greca e gli «indignados» spagnoli sono i temi politici del numero, con testi di Amador Fernández-Savater e Vassilis Vassilikos.

Il cibo come campo di battaglia tra bene comune e merce, diritto fondamentale e ossessione, felicità e nausea nel focus Il cibo e il suo doppio curato da Enrico Donaggio. «Vincere l’assillo umiliante di procacciarsi il pane, per sprofondare nel torpore di un’abbuffata senza desideri: il mistero della sazietà politica stringe da tempo allo stomaco un pensiero esigente». Scritti di Stefano Rodotà, Carola Barbero, Massimo Recalcati e un’intervista a Massimo Carlotto.

Culture d’Italia analizza le contraddizioni della Sicilia: «È come aver messo i capi delicati in lavatrice con qualcosa che stinge… si sono tutti colorati, anche se solo pallidamente» (dall’intervista di Clotilde Bertoni ad Andrea Camilleri.

Immagini di Emilio Isgrò con un’intervista curata da Andrea Cortellessa.

Il supplemento «alfalibri» giunge al suo terzo numero con straordinarie foto di Mimmo Jodice. Marco Belpoliti scrive su Georges Perec, Niva Lorenzini su Jacqueline Risset, Cecila Bello Minciacchi su Grabriele Frasca, Rossana Campo su Raymond Carver e Carlo Formenti su Frédéric Martel.

«alfabetaè disponibile anche in versione e-book: sul sito www.alfabeta2it/ebook/ sono in vendita i numeri della rivista in formato speciale per la lettura su Kindle, iPhone, Pc e tutti i lettori di e-book.

Sul sito www.alfabeta2.it tutte le novità, le anticipazioni, i focus dei rossimi numeri ed i laboratori della rivista.

Immagine: Emilio Isgrò, Codice ottomano della solitudine, 2010, Taksim Sanat Galerisi, Istanbul

1 commento

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Essi vivono

 . di Andrea Inglese Essi vivono malgrado i nostri tentativi di reperimento per pattugliamenti celesti e radiocronache degli spazi profondi, essi...

Scuola: elogio del ritardo

  Di Andrea Inglese Me lo spiegava il gestore della vineria di Matera, che gli interessava la cultura, e voleva associarla alla riuscita...

Scritti dopo gli attentati di Parigi – un e-book di Nazione Indiana

di Andrea Inglese Scarica l'ebook qui: pdf, epub, mobi Proponendo un e-book che raccoglie quanto è stato scritto su questo blog...

Castoriadis e il vocabolario dell’autonomia

di Andrea Inglese > Normal 0 14 false false false MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman"; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} I materiali proposti non possono cogliere...

Per una poesia irriconoscibile

di Andrea Inglese C’è qualcosa di così palesemente inattuale nella figura del poeta da renderla nonostante tutto ancora allettante e...
jan reisterhttps://www.nazioneindiana.com/author/jan-reister
Mi occupo dell'infrastruttura digitale di Nazione Indiana dal 2005. Amo parlare di alpinismo, privacy, anonimato, mobilità intelligente. Per vivere progetto reti wi-fi. Scrivimi su questi argomenti a jan@nazioneindiana.com Qui sotto trovi gli articoli (miei e altrui) che ho pubblicato su Nazione Indiana.