Articolo precedenteAnimale e minerale
Articolo successivoIRC E OMOFOBIA

MATRIMONI

di Massimo Serva

Domenica 24 luglio, nel giorno della sua entrata in vigore, a New York saranno celebrati i primi matrimoni secondo la nuova legge. Nei 5 municipi sono arrivate 2.661 richieste, di cui 1.728 di coppie gay. Il Sindaco Bloomberg non potrà dare seguito a tutte le richieste nella sola domenica 24. Potranno dire “I do”, solo 764 coppie, etero o gay che siano. E per non fare favoritismi sarà la sorte a decidere chi potrà sposarsi il 24. Verranno dunque sorteggiate 764 coppie tra tutte le richieste presentate fino ad oggi. Il Sindaco:< <.. E’ meglio così, che avere lunghe file davanti ai 5 Municipi e rischiare di mandare a casa delusi (e non sposati) migliaia di aspiranti…>>.
… Non riesco proprio ad immaginare la stessa scena al Comune di Roma, in coda da Alemanno… Complimenti a Bloomberg!… Evviva New York!… Me ne vado ragazzi! Mi trasferisco!…

7 Commenti

  1. se ti vuoi trasferire a New York fa in fretta, anzi molto in fretta, secondo alcuni l’impero americano cigola ed è prossimo al collasso

  2. ‘Sti americani son tanto belli anche quando decidono di muover guerra. E di premi nobel, pure. Celebra matrimoni gay e intanto si fa cattiva, L’America, e distrugge. Disturbata ma bella.

  3. Evento storico, senza dubbio!
    E c’è anche una bella notizia nella bella notizia, che è appena arrivata dallo Stato di New York: è stato deciso che domenica tutti quanti i fidanzati dello stesso sesso che hanno fatto in tempo a iscriversi alla ‘lotteria’ della grande mela si potranno unire in matrimonio… questo grazie a a vari accorgimenti logistici ideati apposta per non negare le nozze a nessuno nel 1° giorno di uguaglianza. Nella grande mela questa domenica si potranno unire in matrimonio 823 coppie di fidanzati. La presidente del Consiglio Comunale, lesbica dichiarata, ha commentato “Everybody Wins!”… vincono tutti! Già… vincono proprio tutti con questi accorgimenti, e con questa riforma che non fa altro che garantire in maniera ancora più universale il diritto umano alla libertà, alla dignità, quindi anche al perseguimento della felicità. Intanto si apprende anche che molte altre Città dello Stato di New York resteranno aperte questa domenica per sposare fidanzati dello stesso sesso, tra queste Albany, Buffalo, Rochester, Syracuse, Woodstock e Niagara Falls City.
    Complimenti allo Stato di New York… Italia svegliatiiii !!!!!!

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Da “Betelgeuse e altre poesie scientifiche”

di Franco Buffoni
Circola un'arietta leopardiana, ironica e frizzante, a tratti glaciale, nell'ultimo libro di Franco Buffoni, BETELGEUSE e altre poesie scientifiche, Mondadori, 2021. Un'arietta rara nei libri di poesia contemporanea A. I.]

Poesia e perdita. Un’intervista di Gilda Policastro a Franco Buffoni

L'intervista-dialogo che segue nasce da un incontro di poesia, tenuto presso la scuola Molly Bloom nel 2017.   Poesia e perdita:...

Poesia e ragionevolezza

di Franco Buffoni C’è una scena dell’Amleto di Laforgue che mi viene sempre in mente quando si tratta di definire...

Silvia è un anagramma

di Franco Buffoni In che peccai bambina? “In che peccai bambina?” La domanda semplice di Saffo è quella che gli/le adolescenti si...

Maestri e Amici

di Franco Buffoni Dante e i suoi maestri Nel canto XV dell’Inferno due parrebbero essere i punti fermi relativamente al rapporto...

Due pub tre poeti e un desiderio: Omosessualità e spionaggio

di Franco Buffoni   L’associazione era stata fondata nel 1820 a Cambridge come Conversation Society presso il Trinity College, ma subito...
franco buffonihttp://www.francobuffoni.it/
Franco Buffoni ha pubblicato raccolte di poesia per Guanda, Mondadori e Donzelli. Per Mondadori ha tradotto Poeti romantici inglesi (2005). L’ultimo suo romanzo è Zamel (Marcos y Marcos 2009). Sito personale: www.francobuffoni.it