La città inattesa

3 ottobre 2012
Pubblicato da

5 ottobre – 4 novembre 2012, @ CASA TESTORI
opening 4 ottobre, ore 19

Presentato da Gabriele Basilico, Giovanni Hänninen propone:

cittàinattesa, una città ricostruita con pezzi di Milano dimenticati. È assemblata con luoghi a volte anacronistici, che sembrano aver esaurito la loro missione. Ma anche con edifici che sarebbero ancora in grado di vivere e servire la cittadinanza. Non si tratta di periferie di una città in ritirata, ma luoghi sparsi su tutto il tessuto urbano di una metropoli che sfida il cielo con nuove torri.
Un percorso fra spazi abbandonati che attendono idee e coraggio per tornare a essere vivi. Una lotta contro il tempo che sgretola i muri, contro la natura che riprende il sopravvento e contro l’indifferenza di una città distratta.

26 immagini 40×50, ognuna in tiratura limitata, stampate su carta cotone

Ogni immagine un luogo, ogni luogo una storia.

La mostra è all’interno di Giorni Felici: 20 artisti x 20 artisti

La fotografia: Scuderie Montel, San Siro

Le scuderie devono il nome al nobile che le fece costruire nel 1920 ad opera degli stessi architetti del vicino Ippodromo. Le leggi razziali del 1938, costringono Montel a vendere tutte le sue proprietà che vengono acquisite dalle Pie Opere Missionarie. Anni di incuria fanno cadere nell’oblio questo esempio di Liberty. Nel 2006 il progetto di trasformare le scuderie in una spa sfuma per mancanza di fondi.

http://www.hanninen.it/

Tag: ,

3 Responses to La città inattesa

  1. mauro baldrati il 3 ottobre 2012 alle 11:46

    Molto interessante, grazie jan, farei volentieri una rimpatriata per vederla. E poi non conosco la “carta cotone”.

  2. diamonds il 3 ottobre 2012 alle 12:12

    tessere e incasellare(“Non è facile però
    È tutto qui”)

    http://www.nowhearthismusic.com/wp-content/uploads/2009/03/dirty-old-town.mp3

  3. daniele ventre il 4 ottobre 2012 alle 11:55

    Non me l’aspettavo…



indiani