Tag: michele sovente

Per Michele Sovente

[Me lo ha comunicato Giancarlo Alfano, inviandomi questi testi. Il 25 marzo “il Mattino” dava la notizia della scomparsa di Michele Sovente.]

(da Cumae, 1998)

Di sbieco

Lungo rantolo all’ombra

mondo confuso diviene

lingua di grumi ingombra

e asfittica pianta. Il prisma

slitta l’enigma.… Leggi il resto »

Un’altra critica è possibile: Giancarlo Alfano legge Michele Sovente

foto di effeeffe -Michele Sovente insieme all’artista Arminio

Sovente, o lo spettro del paesaggio
di
Giancarlo Alfano

1. Lo spettacolo.

«La vita delle società in cui regnano le moderne condizioni di produzione, si annuncia come un immenso accumulo di spettacoli. Tutto ciò che era direttamente vissuto si è trasferito in una rappresentazione».… Leggi il resto »

Ai no Corrida!

Nel quadro della rassegna letteraria “GIULIO PASSAMI IL LIBRO: “INIDIPENDENTI”, la serata del 10 maggio alle ore 21:00 è dedicata ai testi di Teresa De Sio, Roberto Donatelli, Francesco Forlani, Michele Sovente, Carmine Vitale, presso il locale “Giulio Passami l’Olio” – Via di Monte Giordano, 28 – ROMA.… Leggi il resto »

Ai no corrida!

Nel quadro della rassegna letteraria “GIULIO PASSAMI IL LIBRO: “I NIDI PENDENTI”. La prima serata è dedicata a Loredana Raciti e Stefano Malatesta ( seguono i due testi) lunedì 19 Aprile 210 ore 21:00 presso il locale “Giulio Passami l’Olio” – Via di Monte Giordano, 28 – ROMA.… Leggi il resto »

A gamba tesa: Michele Sovente

1
Pensose facce dilagano…

Pensose facce dilagano
per tumultuose carreggiate,
non guardano avanti.
Hanno una voragine in cui
si sfilacciano i giorni.
Entrare. Uscire. Disperdersi.
C’è sempre un set pronto
a prendere al laccio le smaniose
particelle infraumane
che per inerzia si dibattono
tra il troppo pieno e il tutto vuoto
e spasmodiche combattono
con diagrammi e numeri
al limite di una
sfida con risicati margini.… Leggi il resto »