Articolo precedenteSono davvero irritato, mi urta…
Articolo successivoGarabombo a Milano

DOC 8

Mercoledì 26 Novembre inizia a Milano (allo Spazio Oberdan) la rassegna Doc 8, a cura dell’associazione Filmmaker. Da otto anni l’unico spazio milanese (ma non mi pare che a Roma esista l’equivalente) per una rassegna di cinema documentaristico e sperimentale. Filmmaker presenta anche le produzioni di giovanissimi autori che, come ogni anno, tra mille difficoltà, è riuscita a finanziare. Vale la pena di farci un salto…
Ecco il programma:

Festival Internazionale FILMMAKER Doc 8
Milano 26 novembre – 2 dicembre 2003
Spazio Oberdan – Viale Vittorio Veneto 2
Ingresso libero

Mercoledì 26 novembre
Ore 19.00 FUORI FORMATO
Non senti niente lì (It 2003, col. 14′) video
Libero da subito (It 2003, col. 14′) video
In mezzo a oggetti e luci (It 2003, col. 16′) video
Le studio de la toilette di Jasmine Bonapace Cianciotta (It 2003, col. 3′) video
Il guasto di Paolo Jamoletti (It 2003, col. 15′) video
Il cuore capovolto di Francesca Marconi (It 2003, col. 20′) video
Ore 20.30 PAESAGGI UMANI 1
Djembe Folà Giacomo Trevisan (It 2003, col. 23′) video
Organica urbe Valeria Palermo (It 2003, col. 8′) video
Spaisà Ivan Piai (It 2003, col. 50′) video
Ore 22.30 PAESAGGI UMANI 1 – replica

Giovedì 27 novembre
Ore 18.00 FUORI FORMATO
Rifugiati di Rosa Ferro (It 2003, col. 38′) video
Porca miseria, la gazza ladra di Samatha La Ferla (It 2003, col. 50′) video
Ore 20.00 PAESAGGI UMANI 2
Presentazione del progetto “Cinema italiano: work in progress”
Amul Wahk Marta Roberti (It 2003, col. 3′) video
La settimana spirituale Alessandro Diaco e Paolo Caredda (It 2003, b/n e col. 40′) video
Animol Marco Berrini e Martina Parenti (It 2003, col. 40′) video
Ore 22.30 PAESAGGI UMANI 2 – replica

Venerdì 28 novembre
Ore 18.00 FUORI FORMATO
Vite flessibili di Rossella Lamina, Nicola Di Lecce (It 2003, b/n e col. 57′) video
Clochard si nasce di Fabio Martina (It 2003, col. 37′) video
Ore 20.00 CONCORSO 1
A scuola di Leonardo Di Costanzo (It 2003, col. 60′) video
Tishe! di Victor Kossakovsky (Russia 2002, col. b/n, 80′) video
Ore 22.30 FUORI FORMATO
Passe-partout per l’inferno di Federico Rizzo (It 2001, col. 110′) video

Sabato 29 novembre
Ore 11.00 Archivio Audiovisivo del movimento operaio e democratico e Associazione Altrocinema
presentano l’apertura della nuova sede milanese dell’Archivio Audiovisivo.
Interverranno Ansano Giannarelli, Giovanni Cesareo, Max Franceschini e Marco Carraro Ore 15.00
Ore 15.00 PAESAGGI UMANI 1 – replica
Ore 16.30 FUORI FORMATO
Frammenti d’archivio 1953 – 2003 (Italia 2003, col. 40′) video
A cura dell’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico
Ore 17.30 FUORI FORMATO
Frammenti elettrici: n. 1 Rom (Uomini) (It 2002, 13′) / n. 2 Vietnam (It 2002, 10′) / n. 3 Corpi (It 2002, 9′) di Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi – video
Ore 18.30 CONCORSO 2
Mercado de Bolhao di Renata Sancho (Port 2003, col. 41′) video
Erkennen und Verfolgen (Guerra a distanza) di Harun Farocki (Germ 2003, col. 54′) video
Ore 20.30 FUORI FORMATO
The Fog of War di Errol Morris (Usa 2003, col. 106′) 35mm
Ore 22.30 CONCORSO 3
O prisonero da Grade de Ferro (auto-retratos) di Paulo Sacramento (Br 2003, col.
123′) 35mm

Domenica 30 novembre
Ore 15.00 PAESAGGI UMANI 2 – replica
Ore 16.30 FUORI FORMATO
Fantasmi da addomesticare – Frammenti di film di famiglia (anni ’20-’80) – II serie (It b/n e col. 40′) video
A cura di Mirco Santi e Paolo Simoni
Ore 17.30 CONCORSO 4
El Bote di Guillermo Costanzo (Arg 2002, b/n e col. 52′) video
Ore 18.30 FUORI FORMATO
Ritorno del figliol prodigo/Umiliati di Jean-Marie Straub, Daniele Huillet (Fr 2003, col. 64′) 35mm
Ore 20.00 FUORI FORMATO
Operai Contadini di Jean Marie-Straub, Daniele Huillet (Fr/It 2002, b/n, 123′) 3a versione 35mm
Ore 22.30 CONCORSO 5
Zur Lage (Lo stato di una nazione) di Barbara Albert, Michael Glawogger, Ulric Seidl, Michael Sturminger (Aut 2002, col. 85′) video

Lunedì 1 dicembre
Ore 19.00 FUORI FORMATO
Per questa volta non ti uccido di Monica Castiglioni (It. 2003, col. 60′) video
Ore 20.00 CONCORSO 6
Hirtenreise ins dritte jahrtausend (Transumanza verso il terzo millennio) di Erich Langjahr (Ch/Germ 2002, col. 124′) 35mm
Ore 22.30 CONCORSO 7
La raison du plus fort di Patric Jean (Fr 2003, col. 86′) video

Martedì 2 dicembre
Ore 19.00 FUORI FORMATO
Cuori all’assalto di Bruno Bigoni (It 2003, col. 53′) video
Ore 20.00 FUORI FORMATO
Bright Leaves di Ross McElwee (Usa 2003, col. 107′) 35mm
Ore 22.00 PREMIAZIONE CONCORSO LAVORO E TEMI SOCIALI
Ore 22.30 FUORI FORMATO
Il dono di Michelangelo Frammartino (It 2003, col. 80′) 35mm

Tutti i film sono in lingua originale con sottotitoli in italiano
www.filmmakerfest.org

Print Friendly, PDF & Email

articoli correlati

Riserva naturale dell’assenza

di Dario D’Amato
Un giorno d’estate, ad agosto a Roma, ho fatto questa cosa morettiana. Ho preso lo scooter e ho cominciato a documentare con foto e riprese video tutti i cinema chiusi

Essere madre e figlia insieme. Su “Petite maman” di Céline Sciamma

di Ornella Tajani
Ho fantasticato varie volte di conoscere mia madre da bambina, di poterla incontrare al di fuori dello schema madre-figlia, in una cornice di parità [...] Così, quando diversi mesi fa ho saputo del film Petite maman di Céline Sciamma (2021), ho pensato che volevo assolutamente vederlo

Ariaferma

Elisabetta Bucciarelli intervista Leonardo Di Costanzo
Ariaferma è un lungometraggio uscito nelle sale alla fine del 2021. Parla di carcere, di rapporti umani, di cambiamento profondo, di empatia, punizione e controllo. Elisabetta Bucciarelli ne parla con il regista Leonardo Di Costanzo.

Dopo il contagio

di Alberto Brodesco
Entrare in un cinema, salire in cabina di proiezione, far partire Woodstock, sedersi in poltrona e guardare il film da unico spettatore in sala.

Le architetture del desiderio nel cinema di Céline Sciamma

di Ilaria A. De Pascalis
Il nome di Céline Sciamma si è imposto da diversi anni come imprescindibile nei discorsi relativi al cinema europeo

Il Desiderio che combatte il Moralismo: Bad luck banging or loony porn di Radu Jude

di Daniele Ruini
Vincitore dell’Orso d’oro all’ultimo Festival di Berlino, Bad luck banging or loony porn ha il merito di pungolare con sarcastica lucidità alcuni nervi scoperti delle odierne società globalizzate e iperconnesse.
Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: