Articolo precedenteFatti diversi 3
Articolo successivo“Macello” di Ivano Ferrari

Un appello per Alda Merini

merinig.jpgRicevo e pubblico molto volentieri questo messaggio di Paolo della Bella (db@paolo.dellabella.name, http://www.paolo.dellabella.name). T. S.

Cari amici,
vi prego di inviare questa mail a: sindaco.albertini@comune.milano.it

SIGNOR SINDACO, AIUTI ALDA MERINI.
La poetessa Alda Merini sta attraversando un altro momento drammatico della sua esistenza. Non è più autosufficiente.
Vive con il minimo di una pensione e ha bisogno di una persona che abbia cura di lei in ogni momento della giornata.
Vive e ha sempre vissuto di poesia.
Una città come Milano non può dimenticarla.
Grazie

la vostra firma

Print Friendly, PDF & Email

9 Commenti

  1. Mi ha fatto molto piacere la pubblicazione di questo appello, dopo aver letto l’articolo che è uscito su Repubblica venerdì, mi chiedevo cosa si potesse fare…
    inviata.

  2. Carissimi,

    col Vs. permesso pubblicherei su King Lear l’appello per Alda Merini. Mi dispiace infinitamente che una grande poetessa come Alda sia nuovamente in difficoltà. Non è giusto. Semplicemente non è giusto. Penso sia giusto parlarne, far passare la voce, affinché l’opinione pubblica si dia una scossa, perché prenda atto della situazione infelice di Alda e l’aiuti.

    Abbracci,

    Giuseppe Iannozzi

  3. oggi 24/2 durante la trasmissione fahrenheit di radio 3 si è parlato dell’appello per Alda Merini e della diffusione dello stesso in rete attraverso i blog. Mi è piaciuto molto la connotazione positiva che è stata data alla rete e alla capacità di diffondere non solo l’appello ma la poesia in generale. Per la prima volta non si è parlato dei blog come mezzi di comunicazione “fredda” ma come strumenti di scambio e diffusione culturale. Non male! A chi fosse interessato, è stato aperto un sito http://www.aldamerini.it

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Fotoromanzo urbano

di Gianni Biondillo
Il racconto di un piccolo desiderio, forse un po' puerile, nato dopo aver visto e ammirato le bellissime fotografie di Sofia Mangini.

Il mercato metropolitano

di Gianni Biondillo Non riesco a starci dietro. Una volta era tutto più semplice. Negli anni Novanta a Milano non...

La natura urbana

di Gianni Biondillo Perdonate se faccio una lunga digressione storica. La cultura europea occidentale è una cultura solidamente urbana, vede...

Pugni chiusi

di Gianni Biondillo Fuori è buio, la stanza è illuminata solo dallo sfarfallio in bianco e nero del televisore acceso,...

Milano, Bicocca

di Roberto Antolini 1. NuovaBicocca Ho ricordi personali piuttosto tardi della grigia Bicocca dell’epoca industriale, ricordi degli anni Settanta, quando mi...

Milano, piazzale Lugano

di Robero Antolini Nella prima metà degli anni Settanta, finito il servizio militare in una caserma degli alpini in Cadore,...
Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: