Quattro poesie da “Altre ombre”

rhodod.jpg
Di Marco Giovenale

Da natale piove.
Comiche – tv – poi fanno scorta –
per l’ontologia che si sviluppa
in casa. Produzione propria.

Come le api gli esagoni.
Così parlare conta

*

Matrum proprium est
impeto a schermare
luce – spezza da vetro
le forme nella stanza come sempre
dovessero rischiare madri a vuoto
la vista allora
no – tradotto dentro
tenuto giù – il feto –
con gli scuri

*

Cielo del cieco polvere, forse è
Bramante a tagliare il travertino
del Lazio, alla Cancelleria.

Aracne su corso Vittorio
spende pigolii fatti parole
a bugnato compatto, bianco – contro
i fòrnici, voci di Campo,
un po’ indietro. Il mercato
e il palazzo si parlano,
una severità tra fiere

*

Si compone il morto mentre
un disco gira saputo e no –
la canfora abbaglia
i canditi del centrino
i bambini della famiglia
ridono dei nostri
nodi nel patio per
fortuna fa buio.

Durante la veglia pare
che sputi l’anima
dallo sterno, una cosa bianca
che gli rotola sul petto e – no
era solo scivolata la dentiera.

Guy tira un sospiro –
materia di racconto

__________________________

Altre ombre, ed. La Camera Verde, Roma 2004, postfazione di Roberto Roversi.

Altre ombre può essere richiesto direttamente all’editore, al numero 06-5745085 [da martedì a domenica dalle 17:00 fino a tarda sera]

andrea inglese

Andrea Inglese (1967) originario di Milano, vive nei pressi di Parigi. È uno scrittore e traduttore. È stato docente di filosofia al liceo e ha insegnato per alcuni anni letteratura e lingua italiana all’Università di Paris III. Ha pubblicato uno studio di teoria del romanzo L’eroe segreto. Il personaggio nella modernità dalla confessione al solipsismo (2003) e la raccolta di saggi La confusione è ancella della menzogna per l’editore digitale Quintadicopertina (2012). Ha scritto saggi di teoria e critica letteraria, due libri di prose per La Camera Verde (Prati / Pelouses, 2007 e Quando Kubrick inventò la fantascienza, 2011) e sette libri di poesia, l’ultimo dei quali, Lettere alla Reinserzione Culturale del Disoccupato, è apparso in edizione italiana (Italic Pequod, 2013), francese (NOUS, 2013) e inglese (Patrician Press, 2017). Nel 2016, ha pubblicato per Ponte alle Grazie il suo primo romanzo, Parigi è un desiderio (Premio Bridge 2017). Nella collana “Autoriale”, curata da Biagio Cepollaro, è uscita Un’autoantologia Poesie e prose 1998-2016 (Dot.Com Press, 2017). Ha curato l’antologia del poeta francese Jean-Jacques Viton, Il commento definitivo. Poesie 1984-2008 (Metauro, 2009). È uno dei membri fondatori del blog letterario Nazione Indiana. È nel comitato di redazione di alfabeta2. È il curatore del progetto Descrizione del mondo (www.descrizionedelmondo.it), per un’installazione collettiva di testi, suoni & immagini. 

Tags: