Un mar de sueños

segnalazione di Silvio Mignano

Un mare di sogni-Un mar de sueños è al tempo stesso una piccola casa editrice e un progetto di cooperazione culturale a favore dei paesi dell’America Latina. Nato nel 2001, prevede la pubblicazione di opere della letteratura italiana tradotte in spagnolo. Ogni titolo viene stampato in almeno 20.000 esemplari, in edizione tascabile con estrema cura nella grafica, nella stampa, nella scelta della carta. I libri vengono regalati alle popolazioni dell’America Latina e consegnati – grazie alle ambasciate, ai consolati e agli istituti di cultura – a enti e organismi che ne garantiscano una capillare distribuzione alle fasce più deboli della società: scuole, biblioteche, università, perfino penitenziari. Il progetto è finanziato dal Ministero dei beni e attività culturali e da varie Regioni italiane e patrocinato dal Ministero degli affari esteri. Ideatore dell’iniziativa è stato Loris Romagnoli, che è purtroppo mancato all’inizio del 2005. Sono stati finora prodotti i seguenti volumi:

1. Bianca Pitzorno
Cuentos de la isla de las nuragas / Racconti dall’isola dei nuraghi
2. Carretera Central.
Cuentos de jóvenes escritores de Bolonia /
“Via Emilia” Associazione di scrittori di Bologna
3. Corrado Alvaro,
Gente del Aspromonte / Gente d’Aspromonte
4. Curzio Malaparte,
Relatos escogidos/ Racconti scelti
5. Cesare Pavese,
De tu tierra / Paesi tuoi
6. Giambattista Basile,
La gata cenicienta y otras fábulas de “Lo cunto de li cunti” / La gatta cenerentola e altre favole da “Lo cunto de li cunti”
7. Francesco Enna,
Cuentos junto a la lumbre (Historias y leyendas de Cerdeña) / Contos de foghile
8.Sergio Atzeni,
El hijo de Bakunìn / Il figlio di Bakunìn
9. Leonardo da Vinci,
Pensamientos / Pensieri
10. Beppe Fenoglio,
Pero mi amor es Paco / Ma il mio amore è Paco
11. Giovanni Verga,
Cavalleria rusticana (Cuentos sicilianos)
12. Matilde Serao,
El vientre de Nápoles / Il ventre di Napoli
13. Grazia Deledda,
Cósima/Cosima
14. Giuseppe Prezzolini,
Historia de bolsillo de la literatura italiana/Storia tascabile della letteratura italiana
15. Giulio Cesare Croce,
Bertoldo
16. Bruno Tognolini,
Angeles, lagarticas, niños por doquier/Angeli, lucertole, bimbi ogni dove
17. Tommaso Landolfi,
Reina de Cáncer/Cancroregina
18. Pellegrino Artusi,
La ciencia en cocina y el arte de comer bien/ La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene.

In preparazione:
19. Giovanni Pascoli,
La siembra secreta del alma/La semina segreta dell’anima

Quasi sempre la consegna avviene nel quadro di eventi di alto profilo (Fiere del Libro, settimane della cultura italiana, eccetera), con l’intervento di personalità locali di primissimo piano (dal Presidente Lagos in Cile al Vice Presidente della Repubblica Dominicana, al Ministro della Cultura argentino Torcuato Di Tella). In questi anni il progetto ha toccato Cuba, Repubblica Dominicana, Cile, Argentina, Uruguay, Colombia, distribuendo gratuitamente decine di migliaia di volumi. Nel 2006 si aggiungeranno Messico e Panama.
Tutti i promotori del progetto prestano la propria attività gratuitamente.

Vedi anche qui .

Print Friendly, PDF & Email

articoli correlati

Un editore rompitascabile

di Romano A. Fiocchi
Era il 29 novembre 1938. Angelo Fortunato Formiggini, uno dei più geniali editori del XX secolo, italiano «di sette cotte» ma di origini ebraiche, dopo aver sopportato le già pesanti ingerenze del regime, rifiuta di accettare l’estremo affronto delle leggi razziali. Da Roma, dove risiedeva, torna alla sua Modena, sale sulla torre Ghirlandina e si lancia nel vuoto urlando «Italia! Italia! Italia!»

La mantide

di Francesca Ranza
Quell’estate una mantide decapitata cadde giù dal cielo. Eravamo in piscina e parlavamo della coscienza, perché parlare della coscienza andava molto di moda. Non eravamo andati da nessuna parte in vacanza. Lui diceva che Milano in agosto era bellissima e io, anche se a Milano in agosto non ci ero mai stata prima, gli avevo creduto.

Racconti del postmitologico

di Romano A. Fiocchi
L’eleganza del linguaggio di Santoro, che è la sua cifra, contribuisce a proiettare questi brevi e brevissimi racconti – che variano da un massimo di sette pagine a un minimo di mezza paginetta – in un tempo tra il mitologico e il postmitologico.

Soldi soldi soldi

di Romano A. Fiocchi
Poema sinfonico, inteso quale intreccio di liriche di varie misure dove le parole si ripetono come motivi musicali, ogni volta modellati diversamente e sempre più vicini al perfezionamento dell’immagine.

L’orgoglio della modestia

di Gianni Biondillo
Per i razionalisti il tema era, a parità di risorse a disposizione, progettare una casa decorosa per tutti. Indipendentemente dal censo o dalla classe sociale. Era una questione etica non estetica.

Lo spettro della solitudine

di Romano A. Fiocchi
Qual è il tema portante di questo romanzo psicologico? Credo sia la nevrosi di colui che è poi il protagonista assoluto, Paolo. Nevrosi causata dall’episodio terribile a cui ha assistito da bambino.
gianni biondillo
gianni biondillo
GIANNI BIONDILLO (Milano, 1966), camminatore, scrittore e architetto pubblica per Guanda dal 2004. Come autore e saggista s’è occupato di narrativa di genere, psicogeografia, architettura, viaggi, eros, fiabe. Ha vinto il Premio Scerbanenco (2011), il Premio Bergamo (2018) e il Premio Bagutta (2024). Scrive per il cinema, il teatro e la televisione. È tradotto in varie lingue europee.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: