S.p.Acqua

4 aprile 2006
Pubblicato da

s.p.Acqua

un progetto prospekt|fotografi e Amnesty International

I gesti della vita legati all’acqua sono migliaia, ogni giorno, in ogni istante. La sua presenza, o mancanza, determina la vita.
Abbiamo provato a raccontare questa relazione con la fotografia. Tre continenti, tre problematiche, tre realtà incomparabili: l’inquinamento, l’impatto socio-ambientale delle grandi dighe, lo spreco dell’acqua potabile. Al ritorno, le immagini si sono mescolate come un grande mazzo di carte, a piacere. I luoghi diventano universali e le acque del Niger, del Nam Theum, dell’Anapo sono identicamente inquinate, deviate, sfruttate e vendute per le stesse motivazioni sbagliate. Le conseguenze per l’uomo e per l’ambiente sono sempre drammatiche. Tre storie, dunque, tra le infinite possibili, per provare a riflettere sulle alternative nella relazione tra l’uomo e le risorse limitate del pianeta, anch’esse universali, come l’acqua che scorre.

Ivo Saglietti – Nigeria
Massimo DI Nonno – Sicilia
Samuele Pellecchia – Laos

In mostra alla Stazione Garibaldi di Milano dal 31 marzo al 23 aprile 2006

[per informazioni su prospekt|fotografi e per vedere alcune foto andate qui]



indiani