L’orizzonte si era appena schiuso

25 dicembre 2006
Pubblicato da

L’orizzonte si era appena schiuso quando nelle pianure del sommo cielo spuntarono gli esseri misteriosi che chiamiamo il sacro Amenominakanushi, il sacro Takamimusuhi e il sacro Kamumusuhi, tre, solitari, invisibili. Fra terre informi come grasso sull’acqua e alla deriva come meduse, da creature simili a germi di giunco spuntarono il sacro principe Umashiashikabi e il sacro Amenotokotachi, entrambi altresì solitari e invisibili. Cinque esseri sacri di un mondo separato.

tratto da Paolo Villani (a cura di), Kojiki. Un racconto di antichi eventi, Venezia, Marsilio, 2006.

One Response to L’orizzonte si era appena schiuso

  1. Pensieri Oziosi il 26 dicembre 2006 alle 23:58

    Chi vuole può confrontare questa traduzione con quella in inglese di Chamberlain pubblicata nel 1919 [1]. Questa offre anche delle traduzioni per i nomi delle cinque divinità menzionate.

    [1] http://www.sacred-texts.com/shi/kj/kj008.htm



indiani