6

6

Abbiamo l’età per andare a scuola. Come passa il tempo…

19 Commenti

  1. Per festeggiare, vi porto la notizia che un essere di nome Luca Mastrantonio, responsabile delle sezioni Arte & Cultura del Riformista sostiene che qui sia inutile mettere commenti perché il discorso è autoreferenziale, non c’è dialogo e quella della partecipazione in rete è tutta una bufala (con specifico riferimento, durante una lezione alla Sapienza, a Nazione Indiana).

    Io, boh, ma questa gente è senza vergogna o ci crede davvero? E in entrambi i casi, quando torneranno a fare il loro mestiere e cambieranno le piastrelle del mio bagno?

  2. Nazione Indiana la frequento soltanto da un anno, ho saltato la sua pubertà.

    Ma mi è piaciuta tanto da sceglierla, contro sua voglia, come partner in una gestazione da cui è nato Soldato blu.

    Ora non so a chi tengo di più: a lui o a lei.

    Auguri!

  3. sincerità non richiesta: passo quasi quotidianamente da circa un anno, ci sono stati momenti anche in cui mi stufavo e passavo saltuariamente, a volte ci sono perle rare a volte ci sono articoli noiosi, comunque il bello è che ognuno legge quello a cui si sente più affine.

    auguri comunque e in bocca al lupo per il proseguimento

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Nazione Indiana compie 18 anni e cambia… veste

di Orsola Puecher
Nazione Indiana ha raggiunto la maggiore età e cambia veste grafica. Sono passati già 18 anni dal lontano 2003, anno della sua fondazione.

11!

        Già undici anni? Come passa il tempo quando si sta bene assieme...      

Nove

Non ho mai abitato in zona nove a Milano, né mai visitato la città di Nove, della gara dei...

Otto

Ieri mattina in bicicletta con mia figlia ho visto un prunus fiorito. Era un tripudio di lilla, viola, porpora,...

Sette

  Sette sono i cieli e sette i mari dell'antichità Sette sono i colli e sette i Re di Roma, Sette...

Cinc ghei

dal voster Giuanin, teruncel de Milan Sunt püssé vecc' de cinc ann, e g'ho ancammo' cinc ghei in tasca, incoeu...
gianni biondillo
GIANNI BIONDILLO (Milano, 1966), camminatore, scrittore e architetto pubblica per Guanda dal 2004. Come autore e saggista s’è occupato di narrativa di genere, psicogeografia, architettura, viaggi, eros, fiabe. Nel 2011 il romanzo noir I materiali del killer ha vinto il Premio Scerbanenco. Nel 2018 il romanzo storico Come sugli alberi le foglie ha vinto il Premio Bergamo. Scrive per il cinema, il teatro e la televisione. È tradotto in varie lingue europee.