MACHINÆ

di Franco Buffoni

Macchine per la misurazione del tempo e dello spazio, per i trasporti e le comunicazioni; macchine idrauliche, militari, chirurgiche. Macchine musicali. Roma non ha riempito l’impero solo di ponti, acquedotti e archi a sesto acuto, inventando piattaforme girevoli e piattabande armate, macchine da guerra e d’assedio, carrucole e gru.
Roma inventa le stazioni ricetrasmittenti sub specie di torrette d’avvistamento sulle quali piccoli fuochi vengono accesi, a destra a sinistra al centro o sul tetto. Chi trasmette e chi riceve possiede una tavoletta con le lettere dell’alfabeto suddivise in quattro colonnine. Il fuoco si accende e si spegne seguendo una numerazione corrispondente alle caselle della tavoletta.
Il concetto di utilitas come visione del mondo. La Colonna Traiana come propaganda della conquista, ma anche del lavoro e dell’organizzazione tecnologica: energia umana e animale, energia idraulica e eolica. La Forma Urbis come piano regolatore, la pianta marmorea della città.
Il calendario e la misurazione del tempo come tecnica di governo della società. Col territorio centuriato, misurato, ordinato e accatastato. E grazie all’aratro a rotelle, Roma si inventa anche la Pianura Padana: consacrandone nei secoli la fortuna agricola attraverso l’uso della ricchezza idrica.
Tecnologia, marchingegno, ordigno, congegno a inganno: machinae. Ricostruzioni virtuali ne svelano i segreti, ma anche concrete opere in scala ricostruite ex novo dall’artigiano-artista Gabriele Niccolai, homo faber e artifex supremo, compulsatore di reperti e descrizioni giunteci da Polibio e Plinio, da Vitruvio.

Machina. Tecnologia dell’antica Roma
Roma, Museo della Civiltà Romana, piazza G. Agnelli 10
Fino al 5 aprile 2010; poi itinerante
Info: www.museociviltaromana.it
Tel. 060608

2 Commenti

  1. machinae e personae: tempo e apparire: la macchina attoriale di carmelo bene. poi quel ‘compulsatore’ quell’archeologia del virtuale in vitro e in vivo.
    :)

I commenti a questo post sono chiusi

articoli correlati

Poesia e perdita. Un’intervista di Gilda Policastro a Franco Buffoni

L'intervista-dialogo che segue nasce da un incontro di poesia, tenuto presso la scuola Molly Bloom nel 2017.   Poesia e perdita:...

Poesia e ragionevolezza

di Franco Buffoni C’è una scena dell’Amleto di Laforgue che mi viene sempre in mente quando si tratta di definire...

Silvia è un anagramma

di Franco Buffoni In che peccai bambina? “In che peccai bambina?” La domanda semplice di Saffo è quella che gli/le adolescenti si...

Maestri e Amici

di Franco Buffoni Dante e i suoi maestri Nel canto XV dell’Inferno due parrebbero essere i punti fermi relativamente al rapporto...

Due pub tre poeti e un desiderio: Omosessualità e spionaggio

di Franco Buffoni   L’associazione era stata fondata nel 1820 a Cambridge come Conversation Society presso il Trinity College, ma subito...

Cirque, di Marco Rovelli

(dalla nota di Franco Buffoni) Ciò che appare evidente a prima vista in questo libro è la commistione tra prosa...
Avatar
franco buffonihttp://www.francobuffoni.it/
Franco Buffoni ha pubblicato raccolte di poesia per Guanda, Mondadori e Donzelli. Per Mondadori ha tradotto Poeti romantici inglesi (2005). L’ultimo suo romanzo è Zamel (Marcos y Marcos 2009). Sito personale: www.francobuffoni.it