Buena Revista Social Club

10 maggio 2010
Pubblicato da

Si chiama “L’immaginazione al dovere” la nuova autoproduzione del Collettivomensa, il trio lucano che da due anni anima a Firenze l’omonima rivista. Racconti, fumetti, disegni, foto, storie in una produzione tematica che coinvolge una quarantina di autori tra nomi noti ed emergenti. Un contenitore sorretto da due soli principi: qualità e libertà. Una possibilità per gli artisti emersi di trovare un luogo in cui mantenere la più completa indipendenza rispetto alle linee editoriali e alle esigenze di fruibilità del mainstream, mentre per gli emergenti la possibilità di un canale sicuro di visibilità. Il numero precedente si chiamava “Non si esce vivi dall’underground” ed era più che altro una domanda, la cui risposta pare sia negativa vista che il progetto continua. L’11 Maggio la presentazione del nuovo numero a Firenze, presso la libreria di Citè di Borgo San Frediano, dove sarà possibile acquistarlo. In ogni caso, tutti gli sviluppi si possono seguire sul blog collettivo mensa. Ma anche no, ne sentirete parlare lo stesso.
Il nuovo numero della rivista “Collettivomensa, L’immaginazione al dovere”, che verrà presentato alla Citè di Firenze domani 11 maggio.In questo numero abbiamo avuto l’onore di inserire racconti inediti di: giorgio vasta, vanni santoni, jacopo nacci,gregorio magini. gianni solla, iacopo barison, andrea coffami,valerio aiuti, peppe fiore, pino casamassima, matteo salimbeni, edoardo olmi.
Per vedere qualche anteprima del nuovo numero:
Preview One
Preview two

Tag:

9 Responses to Buena Revista Social Club

  1. Alessandro Raveggi il 10 maggio 2010 alle 17:13

    Peccato per Peppe Fiore :D

  2. amanti dei teatri fiorentini il 10 maggio 2010 alle 17:22

    raveggi rosicone!!!

  3. Gianluca Liguori il 10 maggio 2010 alle 17:48

    Super Collettivomensa!

  4. srmzgts il 10 maggio 2010 alle 18:10

    grandissimi!

  5. francesca matteoni il 11 maggio 2010 alle 11:16

    Non ci posso essere, ma vi sostengo da Pistoia!

  6. Baldrus il 11 maggio 2010 alle 11:16

    La foto è incredibile. Non per dire, ma all’epoca mi par proprio che noi di Frigido aprimmo la strada per questo tipo di grafica, immagine, testi. Mi sembra tutto ultrainteressante e di ottima qualità.

  7. Alessandro Raveggi il 11 maggio 2010 alle 16:38

    Peccato per Peppe Fiore.

  8. collettivomensa il 12 maggio 2010 alle 23:36

    collettivomensa ringrazia tutti i malpensanti…
    tranne raveggi. quello che ben pensa :-)

  9. gianlucagarrapa il 13 maggio 2010 alle 13:45

    vi amo ragazzi! voglio una copia anche io! la voglio! :)



indiani